Solo per amore

La vita, l'universo e tutto quanto

Mese: aprile, 2015

Un diluvio

by cristinadellamore

Pioveva che sembrava il monsone a Calcutta, e lei aveva usato di nuovo il tesserino del car sharing. Stavamo tornando a casa dopo una pizza con le amiche, lei guidava con sicurezza la piccola auto bianca e azzurra, anche se ogni tanto masticava un’imprecazione, quando finivamo in qualche pozzanghera.

“Un go-kart sarebbe più stabile”, ha borbottato quando oramai eravamo arrivate, ed io mi sono accorta che quella mezz’ora di guida, dal centro, la aveva provata e stancata.

Leggi il seguito di questo post »

Confessione

by cristinadellamore

“Sì, te lo racconto. Era quel tizio che hai visto con la moglie che non mi assomiglia per niente. Allora aveva tanti capelli neri, la barba incolta ed una bella pancetta, ma mi piacevano da impazzire i suoi occhi verdi, e poi era gentile, non diceva parolacce, non alzava mai la voce. Mi ha invitata a studiare da lui, e mi è sembrato strano per un attimo, un venerdì pomeriggio, poi ho capito e mi sono detta sì, se è così facciamolo, ed ho messo gonna, camicetta e mezzi tacchi invece di jeans, maglietta e scarpe da ginnastica. Ed era come credevo, si è scusato con un sorriso imbarazzato quando mi ha aperto la porta, mi ha detto che era solo perché i suoi erano partiti per il week end, e io gli ho sorriso a mia volta. Cioè, non avevo idea, non sapevo come farglielo capire; e lui non ha capito subito, ci ha dovuto pensare un po’ su e si è sporto un po’ in avanti per darmi un bacio: appena ci siamo sfiorati le labbra io ho aperto le mie ed gli ho messo la lingua in bocca, allora mi ha abbracciata e mi ha fatto sentire che era davvero molto contento di vedermi. Mi sono allontana di un millimetro, giusto per chiedergli di portarmi a letto, e lui è diventato viola. Ha voluto spogliarmi, con le mani che gli tremavano, ed io ho spogliato lui, ed è stata la prima volta che vedevo un ragazzo nudo, e mi è sembrato che fosse enorme: ne avevo toccato un altro, al buio, e non mi ero resa conto delle dimensioni. Mi è venuta un po’ di paura, mi sono detta che dovevo buttarmi e mi sono sdraiata sul letto, un lettuccio piccolo, da ragazzino, in una stanza fin troppo ordinata. Lui si è sdraiato sopra di me ma non ha pesato addosso, si reggeva sui gomiti, ed ha ricominciato a baciarmi. Mi piaceva e non mi piaceva, nel senso che stare lì sdraiata mi metteva in imbarazzo, però non sapevo cosa fare e mi imbarazzava sentire che mi stavo bagnando tra le gambe, come quando mi toccavo pensando ad un ragazzo inesistente, creato da me per il mio piacere: magari facevo un odore che non gli piaceva. Lui ha smesso di baciarmi e si è alzato dal letto, ha frugato nella tasca dei pantaloni che erano lì per terra ed ha tirato fuori una bustina, ma prima di aprirla mi ha chiesto se davvero volevo continuare, e questo mi è davvero piaciuto, per questo l’ho davvero amato, in quel momento. Ho risposto sì, e figurati, non riusciva ad aprire la confezione e ho dovuto aiutarlo, poi ha messo il preservativo e mi è sembrato ci impiegasse un’ora, mi è tornato sopra e ha cominciato a strusciarsi contro di me, e lo sentivo che respirava forte. Gli ho messo le mani attorno alla schiena e gli ho detto avanti, fallo, sono pronta. Mi ha chiesto di avvertirmi se mi faceva male ed è entrato dentro di me. Mi guardava negli occhi, avrei voluto che mi parlasse o che mi baciasse ma sembrava fare una fatica terribile, digrignava i denti ed aveva tutti i muscoli contratti; spingeva ed io cominciavo a sentire un peso caldo, dentro però, non dove mi pesava addosso lui. Poi ho proprio sentito un rumore strano ed un piccolo dolcissimo dolore, mi è scappato un gemito e lui si è fermato ed io improvvisamente sono venuta ed è stato bellissimo, meglio di quando lo facevo da sola. Sono riuscito a dirgli di continuare, lui ha ricominciato ed io di nuovo ho sentito che stavo per venire ma un attimo prima è venuto lui, gli è scappato un urlo addirittura, e mi è rovinato addosso ed ho sentito contro di me che aveva il cuore che gli batteva fortissimo ed il fiatone, l’ho abbracciato, gli ho detto di restare fermo, mi sono mossa un poco attorno a lui che era diventato piccolo e morbido ma era ancora dentro di me e sono venuta di nuovo. E adesso che te l’ho raccontato, vuoi punirmi? Avrei dovuto aspettarti, amore”.

Assedio (1)

by cristinadellamore

Storie di Elfi e di Uomini

Wardain dette un calcio ad un cadavere bruciato e calpestò i resti calcinati della casamatta che aveva a lungo bloccato il passaggio della strada lastricata che conduceva alla capitale del Regno dei Boschi. Tutto intorno, mucchi di corpi, uno sull’altro, nell’uniforme verde scuro del Regno dei Boschi o in quella marrone e verde del Regno degli Elfi, odore di sangue, di fumo e di morte.

L’attacco notturno da lui ideato si era rivelato un sanguinoso fallimento: per qualche ragione l’effetto sorpresa era venuto del tutto a mancare, e la compagnia di avanguardia si era allegramente immolata sulle picche degli avversari. L’ufficiale maggiore, alle prese con un simile disastro, non aveva trovato di meglio che mandare avanti, una dopo l’altra, le compagnie di seconda linea, impacciate dalle lance e dal resto dell’armamento pesante. Probabilmente la semplice forza del numero non sarebbe stato sufficiente a piegare la resistenza dei difensori, attestati in…

View original post 1.116 altre parole

Manifestazioni

by cristinadellamore

Lei ha addirittura la tessera dell’ANPI e mi ha portata alla manifestazione di Porta San Paolo. L’ho vista aiutare un anziano partigiano che poteva essere nostro nonno a raggiungere il palco, con la stessa affettuosa delicatezza che usa anche quando abbraccia me, e non sono stata gelosa, per una volta.

Alla fine, non era particolarmente allegra, e non solo per la situazione politica di adesso. Insomma, non c’era la Brigata Ebraica, e poi, nel pomeriggio, abbiamo sentito che a Milano, dove la loro bandiera aveva sfilato, c’erano stati insulti e minacce da parte di sedicenti amici della Palestina.

Leggi il seguito di questo post »

Liberi – Amo

by cristinadellamore

La libertà è donna

partigiane

Ripensandoci

by cristinadellamore

Storie di Elfi e di Uomini

Allora, stiamo passando dalle parole ai fatti. Mi dispiace per i miei lettori desiderosi di sangue e duelli se per il momento si ammazza troppo poco, ma con una armata che avanza in territorio nemico ogni istante è buono per una bella battaglia.

View original post 27 altre parole

Music Tag *1 – La musica del Buon Umore

by cristinadellamore

Allora, sono stata nominata da Steve Pik che voglio ringraziare di cuore per la partecipazione al MUSIC TAG ideato da GHB Memories: si tratta di condividere i cinque pezzi che mi mettono di buonumore, e a mia volta nominare altri 5 blogger che potranno, se vorranno, fare lo stesso.

Regole:
•Per partecipare devi essere stato nominato almeno una volta.
•Scegli almeno 5 tracce musicali (o più) che rispecchino alcune emozioni o stati d’animo al positivo.
•Tagga almeno 5 blogger (o anche di più ) e avvisali di averli taggati.
•Cita il blog GHB Memories all’interno del tuo post scrivendo che l’idea è partita da li.
•Se vuoi spiega anche brevemente perché hai scelto alcune tracce piuttosto che altre.

Leggi il seguito di questo post »

Invasione (2)

by cristinadellamore

Storie di Elfi e di Uomini

Il soldato guardò con soddisfazione l’opera sua: la piattonata aveva lasciato un bel segno rosso e blu sulle natiche della prigioniera, ad onore della quale dovette riconoscere che non si era mossa e non aveva fiatato.

Con voce un po’ rotta, Calibean cominciò a parlare:
“Abbiamo una rete di informatori dai quali non riceviamo notizie da mesi. Dovevo entrare di nascosto nel Regno Nero e scoprire cosa è successo”.
“Soldato, la prigioniera ha mentito di nuovo. Sai cosa devi fare”.
“No, ti prego. Il trattato di alleanza tra gli Elfi e gli Uomini prevede lo scambio di informazioni. Io sono ufficialmente qui per valutare la possibilità di una offensiva comune contro il Regno Nero, ma in realtà re Szibelis sta per fare la guerra agli alleati ed io ero in attesa dell’invasione del Regno dei Boschi, che ormai ci aspettiamo da un momento all’altro”.
“E cosa avresti dovuto fare, da…

View original post 1.253 altre parole

Bringing the Light by Alan

by cristinadellamore

AVVOCATOLO

alan

Non è un premio, non vi ho nominati, non verrete citati nè aumenterete i vostri likes. Solo, diffondete. Ribloggate. Riscrivete daccapo, copiatevi il codice, non dovete nominare nessuno, nessuna regola, non perdete tempo a spiegare nulla. Il video parla da solo. Mettetelo su Facebook. Su twitter. Su Badoo insieme alle vostre tette, se sono belle e possono aiutare. Ma FATELO. E sborsate pure qualche dollaro!

https://www.kickstarter.com/projects/1069629027/bringing-light-a-down-syndrome-awareness-project/widget/card.html?v=2

View original post

A domicilio

by cristinadellamore

Nella cassetta delle lettere abbiamo trovato un volantino che promette pizza a domicilio a prezzi stracciati: nonostante il venerdì sera, nonostante il bel tempo, non abbiamo nessuna voglia di uscire; abbiamo anche declinato l’invito di una coppia di amici per una serata a teatro, insomma abbiamo solo voglia di restarcene a casa e farci compagnia.

Visto che non abbiamo nessuna voglia di cucinare, perché non provare a telefonare a quel numero e fare un esperimento? Lei ci pensa un po’ su, poi dice che si può provare, in casa c’è una buona bottiglia di vino di Gragnano che va bene sulla pizza invece del consueto abbinamento con la birra, facciamolo, sono anche qui vicino, probabilmente arriverà abbastanza calda.

Leggi il seguito di questo post »

un'italiana ad amburgo

Let your past make you better, not bitter ;)

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

IL COLLEZIONISTA DI RANCORI

"Ah, davvero" dico, mettendo via l'ennesimo rancorino da covare in santa pace. Secondo Miriam era quella la mia vera passione. "C'è chi colleziona francobolli, o scatole di fiammiferi" mi ha detto una volta. "Tu collezioni rancori..." (Mordecai Richler)

Sogni & Bisogni

...senza la vita sarebbe in bianco e nero...

Alessandra V.

Diari BDSM e fantasie Cyberpunk di un'italiana in Canada

inchiostro di libidine.

L'amore è una forma di pregiudizio. Si ama quello di cui si ha bisogno, quello che ci fa star bene, quello che ci fa comodo. Come fai a dire che ami una persona, quando al mondo ci sono migliaia di persone che potresti amare di più, se solo le incontrassi? Il fatto è che non le incontri.

Besos de Cuero

"When pain and pleasure become ecstasy." - Erotic tales of dominance, submission and transcendence.

Schiava di MasterSem

Coerenza è comportarsi come si è e non come si è deciso di essere.

Maestro e margherita

Tenebra e tenerezza

Just A Game Of Roles

É solo un gioco di ruoli?

Umano In The Dark

L'altra faccia

GramonHill

L'avamposto del cinema

mai senza make up

Be Glamour With Humour

ZonaProibita

ATTENZIONE VIETATO AI MINORI amore&trasgressione

Araba Fenice

Infilerò la penna ben dentro al vostro orgoglio, perché con questa spada vi uccido quando voglio.

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

unarossasottosopra

"... il red carpet per una curvy"

Lady Nadia

Racconti, poesie e molto altro ancora ...

UmanoAlieno 2.0

Perchè si, ovvio!

Res Coquinariae

Food Bloggers

Almeno Tu

racconti e riflessioni

Firstime in Boston

Pensieri disgiunti in universi congiunti.

NIENTE PANICO

procedete guardinghi perché non conoscete il vero volto delle cose che vi circondano

volodirondine

...in fondo la fotografia è un modo più sbrigativo per fare una scultura!

Bruciami Dentro

Chi sono io? Sono solo una piccola donna che lotta ogni giorno contro i suoi demoni. A volte vincono loro e mi lasciano come un guscio vuoto, pronta ad essere nuovamente devastata. Altre volte invece sono io a vincere e allora vedo il sole anche se sta diluviando

Lupetta above all

...i miei pensieri...

Cammello Blu

Le cose che non capisco

Confessions...My life

«L'eleganza non è farsi notare, ma farsi ricordare" Giorgio Armani

New Phoenix

L'inverno sta arrivando

Chiarasaracino's Blog

essere distanti

My Lady Cherry

Sono sempre stata convinta che la libertà di espressione sia fonte di arricchimento, confronto e crescita personale, nel rispetto di tutti e per tutti. Spunti di riflessione e svago.

Le recensioni di Helleenne

Divoratrice di libri, amo scrivere recensioni e perdermi tra le pagine dei romanzi che leggo.

eleganceinwords

NSFW - Adults Only Please - My goal with this page constantly evolves - there was a time when all I wanted was to pique a woman's interest in the hope we connect through writing, dialogue ... today, with all of the wonderful inspiration I've received, my need is to further my respect and intrigue in the sensual nature of 'woman' in all of her grace and elegance. I do hope you might enjoy!

Café Days

When you're dead, you're dead. Until then, there's ice cream.

Syana from Paris

From Paris with love

Anime scritte nellorizzonte

"Il buonsenso è principio e fonte dello scrivere", Orazio.

Alice Jane Raynor

Ci vuole una sola azione turpe, o anche solo imputata come tale, per macchiare tutto il bene compiuto; infinite per mascherare un errore o redimere uno sbaglio, pur se dettate dall’impetuosità o dall’inesperienza.

il mio tempo sospeso

letture ed altri pensieri

Cosa vuoi Vivian? Voglio la favola

racconti d'amore, sogni e sapori

Sogno di Strega

Un pizzico di magia ogni giorno