Solo per amore

La vita, l'universo e tutto quanto

Mese: marzo, 2022

Nel bel mezzo della notte

by cristinadellamore

Pubblicato per la prima volta il 13 marzo 2015, un brevissimo post che celebra tutta l’intimità della nostra amica Cristina con la sua lei – Stella.

Mario Siniscalchi

Mi sono svegliata alle quattro del mattino. Non era un incubo, ma un confuso sogno con molto rosso, non avrei saputo dire se sangue o fuoco. Mi ero addormentata tra le sue braccia, come al solito, e mi sono ritrovata rincantucciata nell’angolo più lontano del nostro lettone, un po’ sudata sotto il piumino d’oca.

Nel buio, ho richiuso gli occhi e teso le orecchie: volevo sentire il suono rassicurante del suo respiro, e invece è stata la sua voce che mi ha fatto sobbalzare.

Leggi il seguito di questo post »

Deliberazioni (2)

by cristinadellamore

Anche in questa domenica ho pubblicato il nuovo capitolo della storia fantasy della nostra amica Cristina. Per conto mio, sollennizzo l’arrivo dell’ora legale con un sonoro raffreddore: colpa mia, ho sudato e mi sono troppo alleggerito.

Mario Siniscalchi

Storie di Elfi e di Uomini

Ora, con indosso l’uniforme da campo pulita e perfettamente stirata e gli scarponi luccicanti alla luce delle lampade ad olio ben nutrite, Belladonna sorrideva nuovamente tra sé; alle sue spalle, la Bastarda indossava a sua volta un’uniforme pulita dell’armata di Castello Tonante e controllava con la coda dell’occhio Aliena Ivanovna e Irina Fiodorovna che, irrigidite in posizione di rispetto, le mani sull’elsa delle spade, fungevano da scorta più che da guardia d’onore. Davanti a lei, che aveva scelto di presentarsi dietro un tavolo coperto da mappe delle Terre Conosciute prese in prestito dallo Stato Maggiore grazie ai buoni uffici di Rebon, gli ufficiali faticavano a contenere il nervosismo: quasi tutti veterani dell’altra guerra, sapevano che il successo nella battaglia appena conclusa doveva essere immediatamente sfruttato e si attendevano l’ordine di marciare sulla Città capitale degli Elfi, una operazione per la quale non erano pronti.

“Amici, la guerra della Regina è…

View original post 596 altre parole

Degustazione verticale

by cristinadellamore

Il film, ovviamente, è Histoire d’O, più che un classico sul finire degli anni ’70 e che anche io ricordo con qualche brivido, anche se all’epoca non capivo perché; e neanche immaginavo fosse possibile che ad una donna potesse piacere essere trattata a quel modo, e ad un nuovo trattare così una donna. Ero giovane e ingenuo. Pubblicato per la prima volta il dì 11 marzo 2018.

Mario Siniscalchi

“E sia”, ha ceduto lei, “vedremo le Sfumature. Ma prima, c’è un altro film di BDSM patinato che devi vedere, roba di quaranta anni fa. Ma a me è piaciuto, e piacerà anche a te”.

Per entrare nello spirito del film, ho dovuto spogliarmi, indossare il collare e le manette e accovacciarmi ai suoi piedi: ci sono modi peggiori di seguire uno spettacolo, anche perché lei mi ha gentilmente appoggiato una mano sulla nuca, un segno di possesso, ma ogni tanto sentivo le sue dita agili che mi sfioravano la pelle.

Il libro ha venti anni di più, mi ha sussurrato lei prima che potessi chiederlo, e questo spiega come mai quella ragazza non si permette di dire una parola quando l’amante la fa mezzo spogliare in macchina. Poco credibile ma molto erotico.

Ancora meno credibile che la protagonista, dopo mezz’ora di frustate e dopo essere stata scopata in tutti i buchi, ha ancora il trucco a posto e la pettinatura impeccabile. Però lei è molto bella, davvero.

“Papà mi ha confessato di aver perso molte diottrie per colpa di questo film”, ha detto lei, e poi mi ha dato uno schiaffetto perché, pur ammanettata come ero, stavo cercando di toccarmi. Certo, devo stare ferma.

Ecco che compare l’altro, arrogante come pochi; io non sopporterei di essere ceduta come un oggetto, e lei non lo farebbe mai anche se sa essere una Padrona severa.

Leggi il seguito di questo post »

Deliberazioni (1)

by cristinadellamore

Oggi equinozio di primavera. Come ogni domenica pubblico il nuovo capitolo della storia fantasy della nostra amica Cristina e ripenso al tramonto cui ho da poco assistito: una palla arancione bassa sull’orizzonte, lame di luce e spazi di ombra.

Mario Siniscalchi

Storie di Elfi e di Uomini

Belladonna aveva finalmente riunito i suoi ufficiali ed aveva scelto di farlo – consigliata da Rebon – proprio nella sala in cui la Regina aveva offerto la cena prima della battaglia. Il fabbricato che era stato la residenza della Regina era diventato dunque l’alloggio dell’Elfa, e nei locali accanto Rebon aveva preparato un bagno caldo in una grande vasca di pietra resa liscia dall’uso. Belladonna, guidata da una qualche traccia del potere, era arrivata senza necessità di fare domande, portando quasi al guinzaglio la Strega, per trovare il piccolo lanciere, la Bastarda e Sirain, l’Elfa prigioniera, nudi e pronti a servirla nella vasca; erano pronti anche pane ancora caldo ed un appetitoso stufato, che aveva mangiato con gusto mentre in tre si affaccendavano a lavarla e massaggiarla, fino a sciogliere ogni tipo di tensione ed a far sparire ogni stanchezza. Rebon aveva anche provveduto ad aggiornarla sull’attività degli ufficiali, mentre…

View original post 527 altre parole

Interrogatorio (5)

by cristinadellamore

Quasi primavera, oggi. Ho pubblicato la nuova parte della storia fantasy della nostra amica Cristina, che conclude il capitolo.

Mario Siniscalchi

Storie di Elfi e di Uomini

Con un gesto pigro Belladonna cambiò la presa su Sorriso Solitario e con l’elsa penetrò la Strega nella succosa vagina, senza incontrare la minima resistenza. La Strega ebbe un sussultò e diede prima un lamento, poi un gemito; prima che l’Elfa potesse fare qualsiasi altra mossa, infine, la Strega urlò con tutto il fiato che aveva in corpo. E non era un grido di dolore: aveva improvvisamente raggiunto il piacere.

Una piccola clessidra dopo Toson irruppe nella cella, la spada lunga in pugno, le brache alle ginocchia ed il turgido membro fieramente eretto, per trovare Belladonna che abbracciava la Strega e le parlava all’orecchio, mentre le sfiorava il corpo nudo con la punta di Sorriso Solitario. L’Elfa alzò appena gli occhi e gli ordinò in un lampo: “Tutto bene, Toson, torna pure alla tua Strega, e comportati da bravo soldato: la Regina ha bisogno di sudditi. Di questa mi sto…

View original post 388 altre parole

Vita sociale

by cristinadellamore

La nostra amica Cristina ci racconta a modo suo una piccola serata casalinga con amici e conoscenti, e ovviamente con la sua lei – Stella. Pubblicato per la prima volta il dì 11 marzo 2015, anche in questo post compare la collega alla ricerca di una identità, che ha in qualche modo colpito le nostre amiche e della quale hanno deciso di prendersi cura.

Mario Siniscalchi

Mi sono svegliata col profumo del caffè e del pane abbrustolito nelle narici, un po’ più tardi del solito. E contrariamente al solito lei era accanto a me dignitosamente coperta da maglietta e jeans, e con l’espressione un po’ più seria. Certo, avevamo un’ospite nella stanza da letto dall’altra parte della casa: l’ex stagista bionda era rimasta a dormire da noi dopo cena, avendo dignitosamente rifiutato il passaggio offertole dall’invitato single che se ne era andato ubriaco ed arrapato, e chissà come era arrivato a casa.

A parte questo la cena è stata un successo. Lei aveva preparato il suo tortino di alici, apparecchiato la tavola con sobria eleganza, da venerdì sera insomma, e si era fatta trovare in camicetta, gonna al ginocchio e filo di perle, che non le avevo mai visto e che le stavano benissimo.

Leggi il seguito di questo post »

Ragionamenti

by cristinadellamore

Questo post, pubblicato per la prima volta l’otto marzo 2015, è un po’ il seguito di quello che vi ho riproposto la settimana scorsa: la nostra amica Cristina si mette sempre in discussione e cerca di imparare il più possibile dalla sua lei – Stella.

Mario Siniscalchi

Mi sono alzata facendo il più piano possibile, stamattina, mi sono vestita nella penombra gelida di un mattino che non sembra proprio di marzo, caso mai di gennaio, e sono uscita chiudendomi silenziosamente la porta alle spalle.

A lei il mio post di ieri non è piaciuto, me lo ha detto con ferma gentilezza.

“Ma quale otto marzo. E gli altri trecentosessantaquattro giorni dell’anno?”, mi ha chiesto senza retorica. “Siamo donne, quindi dobbiamo essere il doppio più brave e più forti, per avere la metà di quello cui abbiamo diritto. Il nostro otto marzo deve essere tutti i giorni, dobbiamo lottare di più e meglio non per trovare un posto in un mondo di uomini, ma per cambiare il mondo, e basta”.

Leggi il seguito di questo post »

Interrogatorio (4)

by cristinadellamore

Come ogni domenica ecco a voi, anche sull’altro blog, il nuovo capitolo della storia fantasy della nostra amica Cristina.
Stamattina è passata sotto casa, come ogni anno, la mezza maratona Roma Ostia: è un appuntamento che ora mi ricorda ancora di più le amiche che ci hanno lasciato: la lei di Cristina – Stella – mi aveva detto che pensavano di partecipare almeno ad una edizione, dopo un altro po’ di allenamento.

Mario Siniscalchi

Storie di Elfi e di Uomini

La Strega tossì, sputò un grumo di saliva e di sangue e riprese, a voce più bassa: “Ieri sera avresti dovuto morire per il piacere della Regina, e davvero ancora non capisco come è stato possibile che non sia accaduto, e come è stato possibile che tu abbia sopraffatto me e la mia sorella. Vuoi farmi ancora male? Vuoi tagliarmi ancora? Se ti piace fallo, ma allora ti prego di lasciarmi vivere finché le ferite non saranno rimarginate”.

“Sarò felice di lasciarti vivere anche più a lungo, se me lo chiederai. E adesso concludi la tua confessione”.

“Dopo di te avrebbe dovuto morire la Regina e la sua erede, prima ancora di nascere; la Tavola ha inviato le sue armate che sono in attesa, da qualche parte, del nostro segnale. Ma noi non lo avremmo dato, perché abbiamo avuto notizia della tua vittoria, e tu sei stata molto più brava…

View original post 423 altre parole

Otto marzo

by cristinadellamore

Omaggio alla festa delle donne, con Rosa Parks, Rita Levi Montalcini e Anna Magnani, pubblicato per la prima volta il sette marzo 2015.

Mario Siniscalchi

 

 Come sono belle, tutte le donne

 

 

 

Rosa_Parks_Booking

 

rita-levi-montalcini

AnnaMagnani3

EssereDonna&Mamma

forse il segreto è non pensarci più e godermela fino in fondo

Viaggio dentro me

Qui tutti possono essere ciò che vogliono

Ibelieveinunicorns

Mi piace essere la cosa giusta nel posto sbagliato e la cosa sbagliata nel posto giusto, perché accade sempre qualcosa di interessante. Andy Warhol

toffee

you believe forever

Crèmisi Poetica

Essere altrove da memoria trafitta / come nube leggera di gravità arresa . / Essere pensiero bisbigliante e concavo / di pace bramosa in stallo fra le risposte. ©Runa

Tutto sulla mia psicopatica vita almeno sine a quando ne avrò una

Parlerò di me della mia follia I miei pensieri e sogni irrealizzabili vi sfido a seguirmi

Appunti sparsi

Il disordine non esiste.

paracqua

Un buco nell'acqua, mica facile a farsi

Doduck

Lo stagismo è il primo passo per la conquista del mondo.

La Casa Di Marte

Il momento dove la notte è più buia... è quello più vicino all'alba.

Moll(am)y

Costringimi, ma lasciami andare. Vieni anche tu, se no faccio da sola!

Il Quadernetto

Appunti caotici, ironici, romantici.

un'italiana ad amburgo

Let your past make you better, not bitter ;)

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

Schiava di MasterSem

Coerenza è comportarsi come si è e non come si è deciso di essere.

Maestro e margherita

Tenebra e tenerezza

Gramonhill - Il blog di Luke

Cinema, racconti e altro...

ZonaProibita

ATTENZIONE VIETATO AI MINORI amore&trasgressione

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

unarossasottosopra

"... il red carpet per una curvy"

Nadia Fagiolo

Racconti, poesie, recensioni e molto altro ancora ...

Res Coquinariae

Food Bloggers

Almeno Tu

racconti e riflessioni

Firstime in Boston

Pensieri disgiunti in universi congiunti.

Bruciami Dentro

Chi sono io? Sono solo una piccola donna che lotta ogni giorno contro i suoi demoni. A volte vincono loro e mi lasciano come un guscio vuoto, pronta ad essere nuovamente devastata. Altre volte invece sono io a vincere e allora vedo il sole anche se sta diluviando

Lupetta above all

...i miei pensieri...

Confessions...My life

«L'eleganza non è farsi notare, ma farsi ricordare" Giorgio Armani

New Phoenix

L'inverno sta arrivando

My Lady Cherry

Sono sempre stata convinta che la libertà di espressione sia fonte di arricchimento, confronto e crescita personale, nel rispetto di tutti e per tutti. Spunti di riflessione e svago.

Le recensioni di Helleenne

Divoratrice di libri, amo scrivere recensioni e perdermi tra le pagine dei romanzi che leggo.

Café Days

When you're dead, you're dead. Until then, there's ice cream.

Syana from Paris

From Paris with love

Alice Jane Raynor

Sperava presto di raccogliere il segreto per essere felici

il mio tempo sospeso

letture ed altri pensieri

Cosa vuoi Vivian? Voglio la favola

racconti d'amore, sogni e sapori

Sogno di Strega

Un pizzico di magia ogni giorno

NonInUnDemoneSolo (blog di diegofanelli)

Nonìn, tranquillo, sarai sempre un demone... (blog sottoposto a Licenza Creative Commons - vedi sezione "About")

I libri sono gioielli preziosi

Non esiste bene più prezioso della cultura

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: