Solo per amore

La vita, l'universo e tutto quanto

Mese: agosto, 2018

You’re so young (and i’m so old)

by cristinadellamore

Lei si è rifugiata nel salottino sulla piazza, pomposamente chiamato studio: capisco e me ne faccio una ragione, è la mezz’ora di lavoro al giorno che si ritaglia durante queste troppo brevi vacanze, e anche io ne ho approfittato per preparare due relazioni che sottoporrò al grande capo quando rientreremo.

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Inaugurazione

by cristinadellamore

“Tranquilla, amore, ti tengo io”. Non c’è bisogno di dirlo e lei lo sa. Sono bendata, i polsi ammanettati dietro la schiena, ceppi alle caviglie uniti da mezzo metro di catena e lei mi tiene per un braccio quindi mi sento sicura come non mai, mentre scendiamo le ripide scale che portano all’ingresso del palazzetto, alla cantina e finalmente al sotterraneo. Stiamo andando lì, lei ci e’ andata appena siamo arrivate e mi ha proibito di seguirla.

Leggi il seguito di questo post »

Cene e lavoro – Quinta parte

by cristinadellamore

(Qui la parte precedente)

Sempre sorridendo mi accomodo al mio posto e provo a chiedere se mi sono persa qualcosa di interessante; lei mi sorride e fa addirittura scattare per un istante la punta della lingua sulle labbra, ottimo segno, la bionda tinta riempie di nuovo la tazzina, la riccia canuta dice di no, con un piccolo sorriso, e precisa che hanno risolto in fretta un piccolo problema di lavoro con complicazioni familiari. Oddio, la cosa non mi tranquillizza, non è che per prendere il figlio della socia devono mandare via la cugina? In momenti come questi apprezzo l’imperturbabilità professionale che ho imparato a mantenere in ogni circostanza, ma mi si chiude improvvisamente lo stomaco.

Leggi il seguito di questo post »

La battaglia: mezzodì (2)

by cristinadellamore

Storie di Elfi e di Uomini

La Bastarda si rese conto che il bosco, tutto attorno a lei, era diventato fin troppo silenzioso; alzò lo sguardo e vide, davanti a sé, la strada vuota e deserta; senza perdere il passo si voltò, procedendo all’indietro, e vide che, alle spalle del carro che sobbalzava pesantemente, non c’era nessuno. La preparazione militare della Bastarda non le avrebbe consentito di guidare un’armata, ma non era stata certamente approssimativa, e l’addestramento prese il sopravvento; l’Elfa si fermò e fece segno all’ultimo dei suoi soldati di imitarla. Una volta che furono superati anche dal carro, lontani dalle orecchie indiscrete dell’anziano graduato che lo guidava e del giovanissimo fante che doveva assicurare la scorta, prese a parlare.

View original post 360 altre parole

Incontri

by cristinadellamore

Solo per amore

Lei ha annunciato di aver bisogno di un caffè, ha messo la freccia ed ha imboccato lo svincolo che porta all’autogrill. In effetti siamo in viaggio da un paio d’ore, siamo circa a metà strada ed una sosta ci sta.

Con destrezza infila la berlinetta tedesca del fratello in un posto miracolosamente all’ombra e spegne l’aria condizionata ed il motore. “Sempre in quest’ordine”, mi ricorda. Certo, in autunno dovrò prendere anche la patente per la macchina, dopo quella per la moto, e memorizzo tutti i trucchi che mi insegna.

View original post 450 altre parole

Svincoli

by cristinadellamore

Poco più di un’ora dopo la partenza, lei mette la freccia ed imbocca con decisione l’uscita. La cugina sonnecchia sul divanetto posteriore, penso proprio che ieri sera abbia salutato con troppo entusiasmo il suo nuovo trombamico, io tolgo per un attimo la mano dalla coscia di lei per consentirle di usare il cambio; con la consueta maestria lei porta l’utilitaria al limite sulla rampa, scala le marce ed imbocca la porta automatica alla velocità prevista senza bisogno di toccare I freni e finalmente dice qualcosa, mentre schiva un furgone piantato in mezzo alla strada e prende una statale un po’ stretta e dissestata. Leggi il seguito di questo post »

Cene e lavoro – Quarta parte

by cristinadellamore

(Qui la parte precedente)

Mi alzo dopo aver chiesto permesso e faccio svolazzare la gonnellina corta, a beneficio di lei, come a beneficio di lei accentuo un po’ il movimento dei fianchi: sono sicura che lei, stasera, mi punirà per questa piccola esibizione; io chiederò perdono e spiegherò che l’ho fatto per ammorbidire le interlocutrici, un po’ come facevo ai primi tempi del mio lavoro, quando portavo il caffè alle riunioni importanti e mi mettevo in mostra davanti ai clienti per distrarli e facilitare le trattative. Mentre aspetto che il caffè sia pronto nella vecchia moka da quattro tazze dei genitori di lei, oggetto di design se mai ce ne è stato uno, tipico degli anni ’80, pregusto le frustate sulle tette o, meglio ancora, sulla piante dei piedini e quasi rovino la mia opera distraendomi ed infilando una mano sotto le mutandine che sì, cominciano ad essere umide, anzi proprio bagnate. Spengo il fuoco appena in tempo, prima che il caffè prenda a bollire e si rovini definitivamente, e meno male, una punizione per una stupidaggine del genere proprio non la vorrei.

Leggi il seguito di questo post »

Dotazioni

by cristinadellamore

Stasera carne, rossa ed alla griglia. La cugina ci presenta il suo nuovo ragazzo, che si affianca al professore o forse va a sostituirlo, ancora non ho capito ma in fondo non ha importanza, o almeno non tanto. Importa, invece, che questo tizio, incontrato all’Università, abbia una caratteristica davvero interessante. Insomma, la cugina ci ha raccontato le meraviglie dei trenta centimetri di maschio che questo ricercatore ha nei pantaloni e dobbiamo ammetterlo, siamo un po’ curiose. Anche lei, che mi sorride mentre racconta del tizio di colore con cui passava i fine settimana quando era in Inghilterra per perfezionare l’inglese.

Leggi il seguito di questo post »

Cene e lavoro – Terza parte

by cristinadellamore

(Segue da qui)

Mi chiedo se ho passato l’esame o, almeno, se sto andando bene. Poi lei preme un po’ di più il piedino sul mio e smetto almeno per il momento di pensarci; mi prendo il lusso, in qualche istante, di pensare a lei che mi prende così, io sono sul tappeto, supina, e ricevo tutto il piede di lei che mi riempie e mi fa urlare. Lei sta descrivendo la casa al paesino lucano, a beneficio della bionda tinta, ma mi guarda negli occhi, capisce tutto e fa un piccolo cenno col mento: so cosa significa, vuol dire che dovrò meritarmelo e quindi prima mi prosternerò per lei, la faccia a terra, il culo esposto, perché possa sodomizzarmi con gentile fermezza con lo stiletto da dodici centimetri delle Chanel preferite. Affare fatto.

Leggi il seguito di questo post »

La battaglia: mezzodì (1)

by cristinadellamore

Storie di Elfi e di Uomini

La Bastarda Reale era già stanchissima dopo poche clessidre di marcia, e non per la marcia. Il terreno non era affatto agevole come sembrava sulle mappe dello Stato Maggiore e per tre o quattro volte i lancieri Elfici avevano dovuto piegare le schiene e spingere i carri oltre ostacoli naturali che le bestie aggiogate, a loro volta stanche e malnutrite non riuscivano a valicare. Naturali, poi, si chiedeva la bionda Elfa mentre avanzava su un tratto apparentemente più liscio della strada che però, col fondo improvvisamente molle di sabbia metteva a dura prova le caviglie dei soldati, soprattutto quelli con l’armamento più pesante. Era forse possibile, pensava la Bastarda, che una strada di tale importanza, che conduceva direttamente alla capitale del Regno Nero, non fosse tenuta in condizioni migliori? Non erano solo i solchi nei quali si nascondevano sornionamente gli spuntoni della tipica roccia del Regno per minacciare i logori…

View original post 330 altre parole

The Other Side Of The Fumettaio

Pensieri vaganti (ed adulti), ma dal lato "cassa" del bancone.

Gli aneddoti di un fumettaio

Uno che sta tutto il tempo in fumetteria, ma dal lato "cassa" del bancone

toffee

you believe forever

Nodi.Arsi.Sotto.La.Pelle

Essere altrove da memoria trafitta / come nube leggera di gravità arresa . / Essere pensiero bisbigliante e concavo / di pace bramosa in stallo fra le risposte. ©Runa

Racconti della Controra

Rebecca Lena Stories

Tutto sulla mia psicopatica vita almeno sine a quando ne avrò una

Parlerò di me della mia follia I miei pensieri e sogni irrealizzabili vi sfido a seguirmi

Appunti sparsi

Il disordine non esiste.

paracqua

Un buco nell'acqua, mica facile a farsi

Doduck

Lo stagismo è il primo passo per la conquista del mondo.

teetering on the brink

Frammenti di vita, d'immaginazione, e realtà

La Casa Di Marte

Il momento dove la notte è più buia... è quello più vicino all'alba.

Moll(am)y

Costringimi, ma lasciami andare. Vieni anche tu, se no faccio da sola!

Il Quadernetto

Appunti caotici, ironici, romantici.

un'italiana ad amburgo

Let your past make you better, not bitter ;)

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

Alessandra V.

Diari BDSM e fantasie Cyberpunk di un'italiana in Canada

Besos de Cuero

"When pain and pleasure become ecstasy." - Erotic tales of dominance, submission and transcendence.

Schiava di MasterSem

Coerenza è comportarsi come si è e non come si è deciso di essere.

Maestro e margherita

Tenebra e tenerezza

GramonHill

Cinema, racconti e altro...

mai senza make up

Be Glamour With Humour

ZonaProibita

ATTENZIONE VIETATO AI MINORI amore&trasgressione

Araba Fenice

Infilerò la penna ben dentro al vostro orgoglio, perché con questa spada vi uccido quando voglio.

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

unarossasottosopra

"... il red carpet per una curvy"

Lady Nadia

Racconti, poesie e molto altro ancora ...

Res Coquinariae

Food Bloggers

Almeno Tu

racconti e riflessioni

Firstime in Boston

Pensieri disgiunti in universi congiunti.

Libera_mente_&_Critica_mente

"Aurora interea miseris mortalibus almam extulerat lucem, referens opera atque labores" (Virgilio, Eneide lib.XI)

agores_sblog

le parole cadono come foglie

NIENTE PANICO

procedete guardinghi perché non conoscete il vero volto delle cose che vi circondano

volodirondine

...in fondo la fotografia è un modo più sbrigativo per fare una scultura!

Bruciami Dentro

Chi sono io? Sono solo una piccola donna che lotta ogni giorno contro i suoi demoni. A volte vincono loro e mi lasciano come un guscio vuoto, pronta ad essere nuovamente devastata. Altre volte invece sono io a vincere e allora vedo il sole anche se sta diluviando

Lupetta above all

...i miei pensieri...

Confessions...My life

«L'eleganza non è farsi notare, ma farsi ricordare" Giorgio Armani

New Phoenix

L'inverno sta arrivando

Chiara Saracino

Studio Storia e Critica dell'arte e dello spettacolo, laureata in Beni artistici e dello spettacolo all'Università di Parma. Sono cresciuta a Padova ma dal 2015 vivo a Parma dove la mia passione per l'arte continua e si fortifica. Sono innamoratissima di Edoardo con cui, oltre alla nostra magica relazione, condivido la mia vita e tutte le mie passioni.

My Lady Cherry

Sono sempre stata convinta che la libertà di espressione sia fonte di arricchimento, confronto e crescita personale, nel rispetto di tutti e per tutti. Spunti di riflessione e svago.

Le recensioni di Helleenne

Divoratrice di libri, amo scrivere recensioni e perdermi tra le pagine dei romanzi che leggo.

Café Days

When you're dead, you're dead. Until then, there's ice cream.

Syana from Paris

From Paris with love