Solo per amore

La vita, l'universo e tutto quanto

Vintage

by cristinadellamore

Solo per amore

“Mi tolgo tutto, vuoi che tenga le scarpe? No, stasera le terrai tu e le leccherò, ma prima darò spettacolo. Lascia perdere, niente giocattoli, lo faccio alla vecchia maniera, due dita prima in bocca poi sui capezzoli, che schizzano in avanti a cercarti, vorrebbero un tuo baio, magari un tuo morso. Li strizzo un po’ più forte, così, tu non ti muovere da lì, fai un piccolo sacrificio e sarai ricompensata, perché so come reagisci e come reagisco. E poi da qui è la strada più breve per arrivare a destinazione, e non ho bisogno di bagnarmi di nuovo le dita, qui sono già umida, e neanche devo guardare e posso fissarti negli occhi, che bella l’idea di essere tutte lisce anche qui, sono diventata ancora più sensibile, e addirittura mi sembra che il grillettino, qui, si è gonfiato, tu che ne dici? Piano, pianissimo, quando sono così ci vuole…

View original post 212 altre parole

Annunci

Più forte, ragazza

by cristinadellamore

Solo per amore

“Bendami e poi fammi male, con quella cinghia di pelle, alta e spessa e rigida. Sono qui legata sul tavolo, il marmo è gelido contro la mia pelle, il culo esposto. Ti accorgi che fremo, che lo desidero, che non posso aspettare? Certo che sì. Quindi anche se hai una gran voglia di farlo ti trattieni, aspetti, vuoi che ti preghi. E quindi ti prego, mia signora, padrona della mia vita, del mio corpo e della mia anima, sono qui che aspetto, e ad ogni colpo ti ringrazierò e ti chiederò umilmente di averne un altro, E quando, per il tuo piacere, deciderai di smettere, non slegarmi, ti prego, e prendimi così, dilatandomi le natiche segnate. Io ti concederò tutto il mio corpo, devota e disciplinata, e potrai punirmi di nuovo quando urlerò il tuo nome nel piacere più delizioso che potrai darmi”.

View original post

Sottosopra

by cristinadellamore

Solo per amore

“Lo so che ti piace stare sopra, ma stavolta stai sotto tu, così, alza le gambe e stringimi i fianchi, abbracciami e lasciati andare. Mi muovo io, tu assecondami: sei bagnata come me, scivoliamo una contro l’altra e comincio già a sentire qualcosa. E tu? Stringimi più forte e guardami negli occhi: è bello che siamo alte uguale e se adesso mi abbasso un po’ ci sfioriamo anche con i seni. I miei mi fanno quasi male per quanto vogliono essere baciati: ti va di farlo? Baciati, ho detto, anche leccati, e se vuoi puoi succhiare; non mordere, ti prego, non ancora. Così, mi abbasso ancora un po’ di più, non ti peso, vero? Sì, adesso puoi baciarmi anche qui, se vuoi. Ma come fai? Hai una lingua agilissima, mi fai tremare ancora di più, però io continuo a muovermi, anche tu cominci a respirare più forte, è bello, non…

View original post 98 altre parole

Segnalazioni

by cristinadellamore

Solo per amore

“Ho visto che hai messo la canottiera bianca, quindi niente giochi, solo amore. Abbracciami, più forte, sei bollente ma lo sono anche io, e adesso puoi baciarmi, piano piano, labbra contro labbra, poi un po’ di più, la mia lingua che cerca la tua, la trova, non è una gara a chi ce l’ha più agile. Adesso lasciati rovesciare sulla schiena, io mi abbasso e ti bacio sulla gola, piano, non ti lascerò segni, e tu continua a stringermi, mi piacciono le tue mani sul culo, non smettere, come non smetto io. Ecco, sono riuscita a sollevare la canottiera e posso infilare il capo tra i tuoi seni, mi piacerebbe morderti proprio lì in mezzo ma sarà per un’altra volta, sento che ti basta sentire le mie labbra ed il mio respiro. Non muovere le mani da lì, so benissimo cosa vuoi e lo voglio anch’io ma stavolta facciamo piano…

View original post 274 altre parole

In ufficio, di sera (straordinario)

by cristinadellamore

Solo per amore

“Sono la tua segretaria, un’ochetta appena appena capace di rispondere al telefono e di stamparti le mail che tu non hai il tempo di scaricare. Ma sono, ovviamente, follemente innamorata di te, un grande manager giovane, bello e potente. Per te lavoro con altre due ragazze più o meno del mio stesso tipo, belle e stupide, ci alterniamo perché i tuoi orari sono assurdi. Stavolta mi è toccato il turno serale, ed è la prima volta, visto che sono qui da due settimane; la mia collega, quella bionda alta e magra che sembra un’indossatrice mi ha lasciato le consegne: niente telefonate, quando il caffè è pronto te lo devo portare nella tazzona americana, e basta, sei in teleconferenza con New York e non devi essere disturbato. La bionda se ne va un po’ barcollante sulle sue Louboutin, la macchina per il caffè suona, tocca a me. Prima di entrare liscio…

View original post 613 altre parole

Confessione

by cristinadellamore

Solo per amore

“Sì, te lo racconto. Era quel tizio che hai visto con la moglie che non mi assomiglia per niente. Allora aveva tanti capelli neri, la barba incolta ed una bella pancetta, ma mi piacevano da impazzire i suoi occhi verdi, e poi era gentile, non diceva parolacce, non alzava mai la voce. Mi ha invitata a studiare da lui, e mi è sembrato strano per un attimo, un venerdì pomeriggio, poi ho capito e mi sono detta sì, se è così facciamolo, ed ho messo gonna, camicetta e mezzi tacchi invece di jeans, maglietta e scarpe da ginnastica. Ed era come credevo, si è scusato con un sorriso imbarazzato quando mi ha aperto la porta, mi ha detto che era solo perché i suoi erano partiti per il week end, e io gli ho sorriso a mia volta. Cioè, non avevo idea, non sapevo come farglielo capire; e lui non…

View original post 538 altre parole

Devozione

by cristinadellamore

Solo per amore

“Stai benissimo così, lo so che ti piace farlo, a quattro zampe, la testa bassa, i capelli tirati su per mostrare il collare. E come è agile la tua lingua sui miei piedi, sento un delizioso calore, e non solo lì dove mi stai leccando. E lo so che anche tu stai provando la stessa sensazione, me ne accorgo da come muovi leggermente i fianchi e dimeni un po’ il tuo delizioso culetto. No, non intendo frustarlo, stai facendo bene, non hai bisogno di correzione o incoraggiamento, ma guai a te se ti fermi prima che te lo dica io, che devota cagnolina saresti, altrimenti? Ecco, continua così, hai trovato un punto che è direttamente collegato con il cervello e con la mia fichetta bagnata. A proposito, il mio odore si mischia il tuo, lo sento da qui, vorresti non finire mai eppure non vedi l’ora di esplodere. Ma devi…

View original post 76 altre parole

Fetish

by cristinadellamore

Solo per amore

“Mi hai lasciata qui aperta e fradicia, dove sei finita? Eccoti finalmente; che belli quegli stivali, sono nuovi? Non te li avevo mai visti, ti stanno benissimo, così neri e lucidi sulla tua pelle bianca. Bello anche il frustino, nuovo anche quello, vero? E’ proprio di pelle intrecciata, deve essere carissimo. Non hai bisogno di darmi ordini, mi inginocchio e abbasso la testa, tiro fuori la lingua e comincio a leccare. Parto dalla suola, come si deve. Grazie, Padrona, brucia un po’ la frustata sul culo, ho capito, vuoi che inghiotta il tacco a spillo, fino in fondo, così. Grazie, Padrona. No, non ho capito, allora vuoi che stia ferma ed attenda ordini. Così, gomiti e ginocchia, il culo più in alto della testa. Lo so che ti piace il mio culo, sento che lo accarezzi e cerco di non tremare, so che devo restare immobile.
Grazie, Padrona, sì, mi…

View original post 109 altre parole

Assolo

by cristinadellamore

Solo per amore

“E’ bello il regalino che mi hai fatto, posso provarlo subito? Sì, qui in poltrona, va bene, come vuoi, poi però dobbiamo pulire la pelle, ho paura. Sì, sono comoda, e adesso fammi capire come funziona; c’è un interruttore? No, si comanda da remoto, che bello, magari anche col telefonino, qui sotto wi-fi. Allora, connessione stabilita, dovrebbe essere acceso, si sta scaldando un po’. La forma è quella giusta, comincio appoggiandolo qui, e adesso avanti, molto piano per cominciare. E’ delicatissimo, è come quando mi accarezzi per svegliarmi, però scivola via, in effetti non è così che si deve usare. No, non voglio leggere le istruzioni, andiamo, almeno non adesso, che sei qui a guardarmi. Mi ecciti di più tu che stai lì, con un bicchiere in mano e una sigaretta tra le labbra, di questo coso. Però adesso è meglio che lo sposto, scivola troppo, e invece se lo…

View original post 205 altre parole

Da dietro

by cristinadellamore

Solo per amore

“Gomiti e ginocchia. E tieni giù la testa, sei solo un corpo, adesso. Più larghe le ginocchia, zitta e ferma adesso, mi servo di te e basta. Ti uso, mi piace e ti piace. Una pacca sul culo, fa un bel rumore. Un’altra, devi stare ferma, lo hai capito o no? Un’altra ancora, non smetto fin ché non resti fermi e zitta, hai una bella chiazza rossa, e adesso cominciamo. All’inizio faccio piano, non voglio danneggiare il giocattolo. E’ grosso, è duro, lo so, mi piace come ti allarghi, disciplinata e arrendevole. Lo so, stai guardando e ti piace essere a mia disposizione, potrei essere chiunque, una persona sconosciuta, chissà, se ci pensi magari ti piace di più. E tu sei solo un buco da riempire, anzi due, perché lo vedo, ti stai dilatando anche dall’altra parte. Lo vuoi anche lì, sporcacciona? Non so se te lo darò, mi piace…

View original post 187 altre parole

The Other Side Of The Fumettaio

Pensieri vaganti (ed adulti), ma dal lato "cassa" del bancone.

toffee

you believe forever

Nodi.Arsi.Sotto.La.Pelle

Essere altrove da memoria trafitta / come nube leggera di gravità arresa . / Essere pensiero bisbigliante e concavo / di pace bramosa in stallo fra le risposte. ©Runa

Racconti della Controra

Rebecca Lena Stories

Tutto sulla mia psicopatica vita almeno sine a quando ne avrò una

Parlerò di me della mia follia I miei pensieri e sogni irrealizzabili vi sfido a seguirmi

Appunti sparsi

Il disordine non esiste.

paracqua

Un buco nell'acqua, mica facile a farsi

Doduck

Lo stagismo è il primo passo per la conquista del mondo.

teetering on the brink

Frammenti di vita, d'immaginazione, e realtà

La Casa Di Marte

Il momento dove la notte è più buia... è quello più vicino all'alba.

Moll(am)y

Costringimi, ma lasciami andare. Vieni anche tu, se no faccio da sola!

Il Quadernetto

Appunti caotici, ironici, romantici.

un'italiana ad amburgo

Let your past make you better, not bitter ;)

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

Besos de Cuero

"When pain and pleasure become ecstasy." - Erotic tales of dominance, submission and transcendence.

Schiava di MasterSem

Coerenza è comportarsi come si è e non come si è deciso di essere.

Maestro e margherita

Tenebra e tenerezza

GramonHill

Cinema, racconti e altro...

mai senza make up

Be Glamour With Humour

ZonaProibita

ATTENZIONE VIETATO AI MINORI amore&trasgressione

Araba Fenice

Infilerò la penna ben dentro al vostro orgoglio, perché con questa spada vi uccido quando voglio.

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

unarossasottosopra

"... il red carpet per una curvy"

Lady Nadia

Racconti, poesie e molto altro ancora ...

Res Coquinariae

Food Bloggers

Almeno Tu

racconti e riflessioni

Firstime in Boston

Pensieri disgiunti in universi congiunti.

agores_sblog

le parole cadono come foglie

NIENTE PANICO

procedete guardinghi perché non conoscete il vero volto delle cose che vi circondano

volodirondine

...in fondo la fotografia è un modo più sbrigativo per fare una scultura!

Bruciami Dentro

Chi sono io? Sono solo una piccola donna che lotta ogni giorno contro i suoi demoni. A volte vincono loro e mi lasciano come un guscio vuoto, pronta ad essere nuovamente devastata. Altre volte invece sono io a vincere e allora vedo il sole anche se sta diluviando

Lupetta above all

...i miei pensieri...

Confessions...My life

«L'eleganza non è farsi notare, ma farsi ricordare" Giorgio Armani

New Phoenix

L'inverno sta arrivando

Chiara Saracino

Studio Storia e Critica dell'arte e dello spettacolo, laureata in Beni artistici e dello spettacolo all'Università di Parma. Sono cresciuta a Padova ma dal 2015 vivo a Parma dove la mia passione per l'arte continua e si fortifica. Sono innamoratissima di Edoardo con cui, oltre alla nostra magica relazione, condivido la mia vita e tutte le mie passioni.

My Lady Cherry

Sono sempre stata convinta che la libertà di espressione sia fonte di arricchimento, confronto e crescita personale, nel rispetto di tutti e per tutti. Spunti di riflessione e svago.

Le recensioni di Helleenne

Divoratrice di libri, amo scrivere recensioni e perdermi tra le pagine dei romanzi che leggo.

Café Days

When you're dead, you're dead. Until then, there's ice cream.

Syana from Paris

From Paris with love

Alice Jane Raynor

Presto ce ne andremo, seguendo il vento, non più vincolati da niente