Solo per amore

La vita, l'universo e tutto quanto

Mese: ottobre, 2022

La Resa delle Streghe (4)

by cristinadellamore

Domenica con l’ora solare, quindi un pomeriggio piccolo piccolo, e la temperatura che si è improvvisamente abbassata. O forse e solo una mia sensazione? Ho pubblicato il nuovo capitolo della storia fantasy della nostra amica Cristina, e stasera il tasto “ripubblica” improvvisamente funziona.

Mario Siniscalchi

Storie di Elfi e di Uomini

L’Elfa aveva a sua volta chiuso gli occhi, cercando di evocare il sapore della Bastarda Reale sovrapponendolo a quello di Lillian Fennersdottir, che pure le era gradito. Li riaprì di scatto e vide il turgido membro del giovane Barbaro quasi a contatto delle sue labbra: non ebbe bisogno di altro, e immediatamente prese a baciarlo prima, a leccarlo poi; la carezza delle labbra e della lingua strappò più di un gemito ad Arjo Fennersson, e Belladonna sentiva che il membro, così stimolato, diventava sempre più grande e più duro: spalancò dunque la bocca e lo inghiottì fino in fondo, ed il giovane Barbaro rispose con un urlo soffocato.

“Fratello, non essere ingordo”, disse Lillian Fennersdottir. “Ora che sei pronti, inginocchiati dietro di lei, prendi nuovamente il tuo piacere, questa volta nell’ano, e lasciami la bocca, che si prenda cura di me”. Ciò detto, con la forte presa della mano sulla…

View original post 295 altre parole

Lavorare stanca

by cristinadellamore

Pubblicato per la prima volta il 2 maggio 2015, la nostra amica Cristina ancora ci parla della vita quotidiana: quella di una coppia arcobaleno, in realtà, non è certamente tanto diversa da quelle di altre coppie.

Mario Siniscalchi

Da un po’ di tempo, quando esco per andare in ufficio mi sembra di essere pronta per il giro del mondo in ottanta giorni. Mi spiego: borsa a tracolla per il portatile, valigetta per documenti, e naturalmente la borsetta che, come per ogni donna che si rispetti, è pesantissima ed incasinata.

Sì, l’azienda mi ha fornito una via di mezzo tra il tablet ed il telefono, e me la trascino disciplinatamente dietro anche perché pesa pochissimo; però per certe cose mi serve un computer un po’ più grosso. Insomma, le sequenze con i pesi, in palestra, mi tornano utili.

Leggi il seguito di questo post »

Ottobrata romana

by cristinadellamore

In quest’ultima domenica di ora legale, calda quasi come in estate, ho pubblicato come al solito il nuovo capitolo della storia fantasy della nostra amica Cristina; lo trovate sul blog dedicato.

Mario Siniscalchi

La dignità e il lavoro

by cristinadellamore

Pubblicato per la prima volta il 1 maggio 2015, anche questo è un post più riflessivo e ci mostra come la nostra amica Cristina non rinunciava mai, in nessuna occasione, ad imparare qualcosa dalla sua lei – Stella. E questo non esclude che, qualche volta, fosse proprio Cristina ad insegnare.

Mario Siniscalchi

“Questa, purtroppo, è la logica conclusione di un percorso iniziato prima ancora che nascessi”.

Siamo uscite in questa mattinata di festa, e anche oggi il piccolo supermercato di una grande catena è aperto, c’è gente che entra e gente che esce con la spesa. Lei scuote la testa, mi guarda e non sorride, si vede che è una cosa che la prende parecchio.

Leggi il seguito di questo post »

La resa delle Streghe (2)

by cristinadellamore

Anche oggi, anniversario della razzia al ghetto di Roma, ho pubblicato la nuova parte della storia fantasy della nostra amica Cristina.

Mario Siniscalchi

Storie di Elfi e di Uomini

Belladonna si strinse nelle spalle con un gesto molto umano, come a dire: affidiamoci alla buona sorte, prima di girare sui tacchi. “Ho visto abbastanza”, disse, “ora farei volentieri quel bagno”.

La tenda riservata a Belladonna era ampia e ben illuminata grazie ai tagli nella pesante tela chiara che formava un grande cubo retto da tronchi tagliati di fresco che emanavano ancora un gradevole profumo di bosco. All’interno l’Elfa era attesa da due giovanissimi lancieri con i colori dell’armata degli Uomini Liberi e che ben conosceva: Lillian Fennersdottir e Arjo Fennersson, dopo aver servito Guionnen, erano stati sommariamente incorporati nella compagnia di Lana Mastdottir, sia pure all’insaputa della Barbara, e temporaneamente aggregati al battaglione di Geon. Era infatti intenzione di Belladonna rimandare al Nord i due giovanissimi schiavi, che nell’Armata avrebbero trovato quella famiglia che lei stessa aveva distrutto.

Era attesa anche da una rustica vasca scavata direttamente nel suolo…

View original post 557 altre parole

Un diluvio

by cristinadellamore

Pubblicato per la prima volta il 30 aprile 2015, anche questo in realtà è un post civile della nostra amica Cristina, che affronta il problema della prostituzione e ne discute con la sua lei – Stella.

Mario Siniscalchi

Pioveva che sembrava il monsone a Calcutta, e lei aveva usato di nuovo il tesserino del car sharing. Stavamo tornando a casa dopo una pizza con le amiche, lei guidava con sicurezza la piccola auto bianca e azzurra, anche se ogni tanto masticava un’imprecazione, quando finivamo in qualche pozzanghera.

“Un go-kart sarebbe più stabile”, ha borbottato quando oramai eravamo arrivate, ed io mi sono accorta che quella mezz’ora di guida, dal centro, la aveva provata e stancata.

Leggi il seguito di questo post »

Luna bugiarda

by cristinadellamore

Non ho idea di come andrà a finire con la luna piena di ottobre: ci sono parecchie nuvole, più tardi magari salirò sul terrazzo. In attesa, ho pubblicato sul blog dedicato il nuovo capitolo della storia fantasy della nostra amica Cristina.

Mario Siniscalchi

Confessione

by cristinadellamore

Pubblicata per la prima volta il 29 aprile 2015 ecco un’altra delle storie più esplicitamente sexy che la nostra amica Cristina ci racconta: la prima volta della sua lei – Stella.

Mario Siniscalchi

“Sì, te lo racconto. Era quel tizio che hai visto con la moglie che non mi assomiglia per niente. Allora aveva tanti capelli neri, la barba incolta ed una bella pancetta, ma mi piacevano da impazzire i suoi occhi verdi, e poi era gentile, non diceva parolacce, non alzava mai la voce. Mi ha invitata a studiare da lui, e mi è sembrato strano per un attimo, un venerdì pomeriggio, poi ho capito e mi sono detta sì, se è così facciamolo, ed ho messo gonna, camicetta e mezzi tacchi invece di jeans, maglietta e scarpe da ginnastica. Ed era come credevo, si è scusato con un sorriso imbarazzato quando mi ha aperto la porta, mi ha detto che era solo perché i suoi erano partiti per il week end, e io gli ho sorriso a mia volta. Cioè, non avevo idea, non sapevo come farglielo capire; e lui non ha capito subito, ci ha dovuto pensare un po’ su e si è sporto un po’ in avanti per darmi un bacio: appena ci siamo sfiorati le labbra io ho aperto le mie ed gli ho messo la lingua in bocca, allora mi ha abbracciata e mi ha fatto sentire che era davvero molto contento di vedermi. Mi sono allontana di un millimetro, giusto per chiedergli di portarmi a letto, e lui è diventato viola. Ha voluto spogliarmi, con le mani che gli tremavano, ed io ho spogliato lui, ed è stata la prima volta che vedevo un ragazzo nudo, e mi è sembrato che fosse enorme: ne avevo toccato un altro, al buio, e non mi ero resa conto delle dimensioni. Mi è venuta un po’ di paura, mi sono detta che dovevo buttarmi e mi sono sdraiata sul letto, un lettuccio piccolo, da ragazzino, in una stanza fin troppo ordinata. Lui si è sdraiato sopra di me ma non ha pesato addosso, si reggeva sui gomiti, ed ha ricominciato a baciarmi. Mi piaceva e non mi piaceva, nel senso che stare lì sdraiata mi metteva in imbarazzo, però non sapevo cosa fare e mi imbarazzava sentire che mi stavo bagnando tra le gambe, come quando mi toccavo pensando ad un ragazzo inesistente, creato da me per il mio piacere: magari facevo un odore che non gli piaceva. Lui ha smesso di baciarmi e si è alzato dal letto, ha frugato nella tasca dei pantaloni che erano lì per terra ed ha tirato fuori una bustina, ma prima di aprirla mi ha chiesto se davvero volevo continuare, e questo mi è davvero piaciuto, per questo l’ho davvero amato, in quel momento. Ho risposto sì, e figurati, non riusciva ad aprire la confezione e ho dovuto aiutarlo, poi ha messo il preservativo e mi è sembrato ci impiegasse un’ora, mi è tornato sopra e ha cominciato a strusciarsi contro di me, e lo sentivo che respirava forte. Gli ho messo le mani attorno alla schiena e gli ho detto avanti, fallo, sono pronta. Mi ha chiesto di avvertirmi se mi faceva male ed è entrato dentro di me. Mi guardava negli occhi, avrei voluto che mi parlasse o che mi baciasse ma sembrava fare una fatica terribile, digrignava i denti ed aveva tutti i muscoli contratti; spingeva ed io cominciavo a sentire un peso caldo, dentro però, non dove mi pesava addosso lui. Poi ho proprio sentito un rumore strano ed un piccolo dolcissimo dolore, mi è scappato un gemito e lui si è fermato ed io improvvisamente sono venuta ed è stato bellissimo, meglio di quando lo facevo da sola. Sono riuscito a dirgli di continuare, lui ha ricominciato ed io di nuovo ho sentito che stavo per venire ma un attimo prima è venuto lui, gli è scappato un urlo addirittura, e mi è rovinato addosso ed ho sentito contro di me che aveva il cuore che gli batteva fortissimo ed il fiatone, l’ho abbracciato, gli ho detto di restare fermo, mi sono mossa un poco attorno a lui che era diventato piccolo e morbido ma era ancora dentro di me e sono venuta di nuovo. E adesso che te l’ho raccontato, vuoi punirmi? Avrei dovuto aspettarti, amore”.

La danza dei mesi

by cristinadellamore

Prima domenica di ottobre; qui trovate il nuovo capitolo della storia fantasy della nostra amica Cristina, che ho pubblicato come al solito. Giornata calda, più vicina climaticamente all’estate che all’autunno, anche se stamani era piuttosto freddo. Ma io non faccio testo, erano le sette del mattino e sono uscito, come al solito, per correre.

Mario Siniscalchi

FMTECH

Dal 1992 il sito ufficiale di Marco A. Frasson

EssereDonna&Mamma

forse il segreto è non pensarci più e godermela fino in fondo

Viaggio dentro me

Qui tutti possono essere ciò che vogliono

Ibelieveinunicorns

Mi piace essere la cosa giusta nel posto sbagliato e la cosa sbagliata nel posto giusto, perché accade sempre qualcosa di interessante. Andy Warhol

toffee

you believe forever

Crèmisi Poetica

Essere altrove da memoria trafitta / come nube leggera di gravità arresa . / Essere pensiero bisbigliante e concavo / di pace bramosa in stallo fra le risposte. ©Runa

Tutto sulla mia psicopatica vita almeno sine a quando ne avrò una

Parlerò di me della mia follia I miei pensieri e sogni irrealizzabili vi sfido a seguirmi

paracqua

Un buco nell'acqua, mica facile a farsi

Doduck

Lo stagismo è il primo passo per la conquista del mondo.

La Casa Di Marte

Il momento dove la notte è più buia... è quello più vicino all'alba.

Moll(am)y

Costringimi, ma lasciami andare. Vieni anche tu, se no faccio da sola!

Il Quadernetto

Appunti caotici, ironici, romantici.

un'italiana ad amburgo

Let your past make you better, not bitter ;)

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

Besos de Cuero

"When pain and pleasure become ecstasy." - Erotic tales of dominance, submission and transcendence.

Schiava di MasterSem

Coerenza è comportarsi come si è e non come si è deciso di essere.

Maestro e margherita

Tenebra e tenerezza

Gramonhill - Il blog di Luke

Cinema, racconti e altro...

ZonaProibita

ATTENZIONE VIETATO AI MINORI amore&trasgressione

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

unarossasottosopra

"... il red carpet per una curvy"

Nadia Fagiolo

Racconti, poesie, recensioni e molto altro ancora ...

Res Coquinariae

Food Bloggers

Almeno Tu

racconti e riflessioni

Firstime in Boston

Pensieri disgiunti in universi congiunti.

Bruciami Dentro

Chi sono io? Sono solo una piccola donna che lotta ogni giorno contro i suoi demoni. A volte vincono loro e mi lasciano come un guscio vuoto, pronta ad essere nuovamente devastata. Altre volte invece sono io a vincere e allora vedo il sole anche se sta diluviando

Lupetta above all

...i miei pensieri...

Confessions...My life

«L'eleganza non è farsi notare, ma farsi ricordare" Giorgio Armani

New Phoenix

L'inverno sta arrivando

My Lady Cherry

Sono sempre stata convinta che la libertà di espressione sia fonte di arricchimento, confronto e crescita personale, nel rispetto di tutti e per tutti. Spunti di riflessione e svago.

Le recensioni di Helleenne

Divoratrice di libri, amo scrivere recensioni e perdermi tra le pagine dei romanzi che leggo.

Café Days

When you're dead, you're dead. Until then, there's ice cream.

Syana from Paris

From Paris with love

Alice Jane Raynor

Sperava presto di raccogliere il segreto per essere felici

il mio tempo sospeso

letture ed altri pensieri

Cosa vuoi Vivian? Voglio la favola

racconti d'amore, sogni e sapori

Sogno di Strega

Un pizzico di magia ogni giorno

NonInUnDemoneSolo (blog di diegofanelli)

Nonìn, tranquillo, sarai sempre un demone... (blog sottoposto a Licenza Creative Commons - vedi sezione "About")

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: