Solo per amore

La vita, l'universo e tutto quanto

Mese: novembre, 2016

Ipotesi – Terza parte

by cristinadellamore

(Era cominciata qui)

Mi piace soprattutto il “prima”, il gioco della seduzione, io che all’inizio sono un po’ sulle mie, lui che mi fa sentire il suo interesse e finalmente io che comincio ad incoraggiarla sorridendo un po’ di più, scoprendo i denti, raddrizzando le spalle per mettere in evidenza le tette e, alternativamente, chinandomi in avanti per far meglio apprezzare la scollatura. Poi, al momento giusto, poso la mano sul tavolo, ad un niente dalla sua, e mi aspetto che lui la prenda e magari la porti alle labbra. Chissà se le cose sono andate proprio così; ebbene sì, sono curiosa e decido che lo scoprirò.

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Il regalo della Regina (3)

by cristinadellamore

Storie di Elfi e di Uomini

Mastro Petar prese a spingere sempre più in fretta.

“Fate più piano, mastro Petar, altrimenti non farò in tempo a raccontarvi come è andata a finire”, lo avvertì la Strega, “o meglio fermatevi ed appoggiatevi con tutto il vostro peso sulla puttana. Vedrete, sarà lei a muoversi come deve, e intanto potrete ascoltarmi. Chiudete anche gli occhi, mastro Petar, così potrete immaginare meglio la scena”.

View original post 575 altre parole

Faccia al muro

by cristinadellamore

Solo per amore

“Stai lì e non muoverti. Allarga bene le gambe, di più, ancora di più, così. Mani dietro la nuca, gomiti aperti, su la testa. Sei stata cattiva stasera, hai civettato, hai guardato gli altri e ti sei lasciata guardare, lo sai cosa ti aspetta. Non rispondere, non parlare, non era una domanda. Non voltarti, tu non mi puoi vedere ma te lo dico io, ho messo quel giaccone di pelle che ti piace tanto, tutto borchie e chiusure lampo, ma l’ho lasciato aperto, e nient’altro; te ne accorgerai quando ti abbraccerò, alla fine. Ho anche gli stiletti, potrai leccarli, alla fine, se sarai stata brava e disciplinata. Ferma e zitta, non puoi muoverti e non puoi parlare, sto pensando a come punirti per quello che hai fatto. La cinghia di cuoio, magari, o forse la canna di bambù, o meglio ancora il frustino, adoro i segni che ti lascia sul…

View original post 142 altre parole

Reintegrazioni

by cristinadellamore

Ho rotto un piatto. Me ne vergogno, mi è scappato goffamente di mano dopo essermi chinata a svuotarne gli avanzi nel secchio dell’umido, forse era un po’ unto, neanche mi viene una imprecazione. Arrossisco e basta. Lei mi ha insegnato anche a non essere goffa, ma a quanto pare ho ancora da imparare.

Leggi il seguito di questo post »

Ipotesi – Seconda parte

by cristinadellamore

Il nostro terzetto prende quindi il vialone che rappresenta un po’ il confine del quartiere: di qui la zona storica, che i residenti un po’ blasé chiamano Pentagono, dall’altra parte le strade nuove, l’espansione successiva e le zone meno pregiate, anche se ci sono dei palazzi molto belli. Sul confine hanno appena costruito, per dire, un enorme grattacielo i cui appartamenti, si vocifera, siano andati via a diecimila euro al metro quadrato.

Leggi il seguito di questo post »

Liebster award – A volte ritornano

by cristinadellamore

liebster-img

 

Grazie a Bloody Ivy che ha mi ha nominata per un altro Liebster Award, e soprattutto grazie per aver lasciato le belle domande cui ha già risposto lei. Breve riepilogo, cominciamo con le regole:

  • Ringraziare per la nomination
  • Rispondere alle 11 domande poste dal blogger che ti ha nominato
  • Nominare a tua volta per la Liebster Award 11 bloggers con meno di 200 followers
  • Scrivere 11 domande per i bloggers che hai nominato
  • Inserire il banner del premio
  • Avvisare ciascuno della nomination ricevute

Leggi il seguito di questo post »

Ipotesi – Prima parte

by cristinadellamore

Ieri sera non abbiamo sentito la cugina ritornare. E sì che ci siamo addormentate tardissimo, sfinite dopo l’amore. Stamattina non ho avuto il coraggio di svegliarla alla solita ora per la corsa mattutina: lei mi ha suggerito semplicemente di rinviare di una mezz’ora, non di più, ma non c’è stato bisogno di aspettare tanto. Con soli dieci minuti di ritardo la cugina si è presentata a rapporto, già pronta in maglietta, calzoncini e scarpette, senza trucco ed i capelli raccolti in una coda.

Leggi il seguito di questo post »

Il regalo della Regina (2)

by cristinadellamore

Storie di Elfi e di Uomini

La Strega e l’ex speziale sostarono per un attimo davanti alla porta della cella; la Strega piantò i suoi occhi bianchi in quelli di mastro Petar e si passò lentamente la lingua sulle labbra.
“Non rimpiangete i nostri giochi, mastro Petar? E’ da tanto che non giochiamo più, e questa sarà l’ultima occasione prima che la signora Lesbith parta; sarà domani, prima dell’alba”.
“Signora, quando finalmente potrò avervi non rimpiangerò certo nient’altro”.
“La mia padrona, la Regina, vi ricompenserà certamente come meritate. Ma perché adesso non giochiamo come facevamo una volta? Guardate, mi spoglio qui, fatelo anche voi, e poi entriamo”.

View original post 647 altre parole

La fine dell’estate

by cristinadellamore

Solo per amore

“Stasera fa quasi freddo, ti riscaldo io, vedrai. Chiudi gli occhi e sdraiati qui, il pavimento non è freddo, qui non c’è i marmo. Brava, dammi le mani, non ti fa male se ti lego al termosifone, vero? Non stringo, lo sai. Tieni sempre gli occhi chiusi, c’è questo nuovo giocattolo, una sorpresa, e no, non sono solo cavigliere; non puoi chiudere le gambe, te ne sei accorta? Non barare, tieni sempre gli occhi chiusi e sarai premiata, ti do subito un bacio, e poi un altro. Sei calda e morbida, qui dove adoro baciarti, ma adesso passiamo alle cose serie. Hai sentito l’accendino? No, non ho voglia di fumare, ho acceso una candela, il gioco è così, prima un bacio, poi una goccia di cera. Non aver paura, non scotta, neanche qui, sul capezzolo eretto che mi cerca, non scotta, neanche qui alla base del collo, dove la pelle…

View original post 245 altre parole

Odori

by cristinadellamore

Stasera in casa c’è un profumo diverso dal solito. Me ne accorgo non appena mi chiudo la porta dietro le spalle, prima ancora di liberarmi della borsetta, della borsa con il computer, del giaccone tecnico e delle scarpe – questo è l’ordine che seguo sempre, lei dice che è un segno di OCD, io ho controllato su Google e le ho dato ragione.

Leggi il seguito di questo post »

The Other Side Of The Fumettaio

Pensieri vaganti (ed adulti), ma dal lato "cassa" del bancone.

toffee

you believe forever

Nodi.Arsi.Sotto.La.Pelle

Essere altrove da memoria trafitta / come nube leggera di gravità arresa . / Essere pensiero bisbigliante e concavo / di pace bramosa in stallo fra le risposte. ©Runa

Racconti della Controra

Rebecca Lena Stories

Tutto sulla mia psicopatica vita almeno sine a quando ne avrò una

Parlerò di me della mia follia I miei pensieri e sogni irrealizzabili vi sfido a seguirmi

Appunti sparsi

Il disordine non esiste.

paracqua

Un buco nell'acqua, mica facile a farsi

Doduck

Lo stagismo è il primo passo per la conquista del mondo.

teetering on the brink

Frammenti di vita, d'immaginazione, e realtà

La Casa Di Marte

Il momento dove la notte è più buia... è quello più vicino all'alba.

Moll(am)y

Costringimi, ma lasciami andare. Vieni anche tu, se no faccio da sola!

Il Quadernetto

Appunti caotici, ironici, romantici.

un'italiana ad amburgo

Let your past make you better, not bitter ;)

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

Besos de Cuero

"When pain and pleasure become ecstasy." - Erotic tales of dominance, submission and transcendence.

Schiava di MasterSem

Coerenza è comportarsi come si è e non come si è deciso di essere.

Maestro e margherita

Tenebra e tenerezza

GramonHill

Cinema, racconti e altro...

mai senza make up

Be Glamour With Humour

ZonaProibita

ATTENZIONE VIETATO AI MINORI amore&trasgressione

Araba Fenice

Infilerò la penna ben dentro al vostro orgoglio, perché con questa spada vi uccido quando voglio.

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

unarossasottosopra

"... il red carpet per una curvy"

Lady Nadia

Racconti, poesie e molto altro ancora ...

Res Coquinariae

Food Bloggers

Almeno Tu

racconti e riflessioni

Firstime in Boston

Pensieri disgiunti in universi congiunti.

agores_sblog

le parole cadono come foglie

NIENTE PANICO

procedete guardinghi perché non conoscete il vero volto delle cose che vi circondano

volodirondine

...in fondo la fotografia è un modo più sbrigativo per fare una scultura!

Bruciami Dentro

Chi sono io? Sono solo una piccola donna che lotta ogni giorno contro i suoi demoni. A volte vincono loro e mi lasciano come un guscio vuoto, pronta ad essere nuovamente devastata. Altre volte invece sono io a vincere e allora vedo il sole anche se sta diluviando

Lupetta above all

...i miei pensieri...

Confessions...My life

«L'eleganza non è farsi notare, ma farsi ricordare" Giorgio Armani

New Phoenix

L'inverno sta arrivando

Chiara Saracino

Studio Storia e Critica dell'arte e dello spettacolo, laureata in Beni artistici e dello spettacolo all'Università di Parma. Sono cresciuta a Padova ma dal 2015 vivo a Parma dove la mia passione per l'arte continua e si fortifica. Sono innamoratissima di Edoardo con cui, oltre alla nostra magica relazione, condivido la mia vita e tutte le mie passioni.

My Lady Cherry

Sono sempre stata convinta che la libertà di espressione sia fonte di arricchimento, confronto e crescita personale, nel rispetto di tutti e per tutti. Spunti di riflessione e svago.

Le recensioni di Helleenne

Divoratrice di libri, amo scrivere recensioni e perdermi tra le pagine dei romanzi che leggo.

Café Days

When you're dead, you're dead. Until then, there's ice cream.

Syana from Paris

From Paris with love

Alice Jane Raynor

Presto ce ne andremo, seguendo il vento, non più vincolati da niente