Solo per amore

La vita, l'universo e tutto quanto

Prima della battaglia (2)

by cristinadellamore

Storie di Elfi e di Uomini

In realtà la Regina Nera aveva ordinato, nell’immediatezza della notizia ed al colmo della furia, di sottoporre ad interrogatorio rigoroso tutte le persone presenti nel palazzetto occupato da Wissen; non era una cosa da prendersi alla leggera, in genere, avesse confessato o meno, alla fine dell’interrogatorio chi lo subiva non aspettava altro che gli venisse tagliata la gola per interrompere le sofferenze, cosa che i boia della Regina erano contenti di fare dietro pagamento da parte dei parenti più stretti ancora liberi ed in possesso dei propri beni. A parte la Strega sua moglie, però, nel palazzetto della Favorita vi erano solo le puttane in stato di avanzata gravidanza, che erano per di più incatenate ai letti. Quella mattina, i pochi uomini e le donne di fatica che costituivano il modesto gruppo di lavoratori a disposizione del cerusico non erano presenti: mastro Wissen aveva concesso loro una giornata di libertà…

View original post 493 altre parole

Annunci

Da dietro

by cristinadellamore

Solo per amore

“Gomiti e ginocchia. E tieni giù la testa, sei solo un corpo, adesso. Più larghe le ginocchia, zitta e ferma adesso, mi servo di te e basta. Ti uso, mi piace e ti piace. Una pacca sul culo, fa un bel rumore. Un’altra, devi stare ferma, lo hai capito o no? Un’altra ancora, non smetto fin ché non resti fermi e zitta, hai una bella chiazza rossa, e adesso cominciamo. All’inizio faccio piano, non voglio danneggiare il giocattolo. E’ grosso, è duro, lo so, mi piace come ti allarghi, disciplinata e arrendevole. Lo so, stai guardando e ti piace essere a mia disposizione, potrei essere chiunque, una persona sconosciuta, chissà, se ci pensi magari ti piace di più. E tu sei solo un buco da riempire, anzi due, perché lo vedo, ti stai dilatando anche dall’altra parte. Lo vuoi anche lì, sporcacciona? Non so se te lo darò, mi piace…

View original post 187 altre parole

Benvenuta

by cristinadellamore

Insomma, tra natale e capodanno non è che si combina molto in ufficio, ma quest’anno, per qualche motivo, non si chiude bottega. Perciò, dopo quattro giorni a casa, che si sommano ad altri quattro passati in ferie per festeggiare l’insperato successo, l’obbiettivo raggiunto e forse la promozione, la sveglia suona di nuovo prestissimo, siamo andate a correre sotto una pioggerellina fastidiosa e dopo la doccia e la prima colazione mi sono rivestita di malavoglia il più informale possibile con felpa, jeans e stivaletti borchiati e mi sono trasferita, con scarsissima buona voglia, in ufficio.

Leggi il seguito di questo post »

Una breve vacanza – Ventiquattresima parte

by cristinadellamore

(Se ve la foste persa, qui la puntata precedente)

Passo dalla penombra alla luce e strizzo per un attimo gli occhi prima di guardarmi cautamente intorno. Vediamo, sui tavoli bicchieri importanti con fondi di vini che intuisco pregiati, qualche tazzina di caffè, piattini di piccola pasticceria. I Dom hanno finito di mangiare, quindi, e sono passati ai divertimenti; accanto ad alcuni di loro ci sono i sub disciplinatamente inginocchiati, le mani dietro la nuca, il busto eretto; riconosco al volo il ragazzo che occupava la cella davanti alla mia anche se ora ha i lineamenti deformati da una mordacchia di metallo che ne divarica le mascelle, poi vedo una donna un po’ più grande di lei con addosso una tunica bianca abbondantemente macchiata di rosso che le copre a malapena il ventre, l’ampio seno un po’ cascante completamente esposto e diventato ormai livido perché le tette sono strizzate da cinghie di cuoio. Un pensiero assurdo mentre seguo lei cercando di adeguarmi al passo lungo e sciolto che sta tenendo: ho fame, ci daranno da mangiare?

Leggi il seguito di questo post »

Nel bel mezzo di un gelido inverno

by cristinadellamore

Come ogni anno, quando le giornate si fanno più corte, buie, fredde ed umide, il negozio dai prezzi inavvicinabili propone una anteprima della collezione primavera estate.

Quest’anno, la cugina ed io abbiamo fisicamente impedito a lei di muoversi per almeno dieci minuti, e siamo rimaste lì affascinate; ditemi voi se non avevamo ragione.

Leggi il seguito di questo post »

Una breve vacanza – Ventitreesima parte

by cristinadellamore

(Segue da qui)

Non solo, seguono dei tonfi molto significativi. Questo Dom sta usando un bastone per imporre la disciplina, e dopo un bel po’ di colpi disordinati sento un altro inconfondibile rumore, un corpo che cade sul pavimento, poi lo scatto della serratura. Tremo un po’, mentre a grandi passi il Dom ripercorre il corridoio, compare per un istante e poi sparisce.

Leggi il seguito di questo post »

Prima della battaglia (1)

by cristinadellamore

Storie di Elfi e di Uomini

In cima ad una collinetta, ad una giornata di marcia dalla capitale del Regno Nero, il generale Deron aveva posto il proprio comando, approfittando di una vecchia casa patrizia abbandonata da tempo. Intorno, si era accampata la sua armata, composta dalla Guardia, le forze richiamate da Castel Gelo e le riserve di Castello Tonante. Grazie ai falchi della Regina aveva abbastanza chiaro il quadro della situazione, e non ne era soddisfatto, dal momento che una armata Elfica si stava avvicinando e sembrava superiore per numero ed armamento. Nemmeno l’annunciato arrivo dell’armata di Belladonna, con i veterani temprati da una campagna al Nord ed i rinforzi del Regno dei Boschi, poteva mutare la situazione.

View original post 386 altre parole

Una tazza di caffé

by cristinadellamore

Solo per amore

Ovviamente l’impianto di climatizzazione in ufficio doveva andare in crisi in una delle poche mattinate fredde di questo dicembre, e precisamente in quella in cui mi era vestita in maniera particolarmente elegante per l’incontro con i clienti. Prima di uscire lei mi ha guardata come sa fare e mi ha dato ben più di un cenno di approvazione, quello sguardo ed il suo bacio più profondo del solito promettevano molto per la serata; però tailleur di seta, camicetta di pizzo, calze velatissime e Chanel open toe non proteggono molto dai rigori dell’inverno, soprattutto quando devi stare a lungo seduta, sorridere e pensare alla discussione in corso.

Per una volta mi sono sentita solidale con la stagista bionda che rabbrividiva nel suo tubino nero senza maniche e nelle sue decolté. Quando mi ha portato la prima tazza di caffè bollente della giornata le ho sorriso e la ho ringraziata con meno distacco…

View original post 387 altre parole

Una breve vacanza – Ventiduesima parte

by cristinadellamore

Siamo in un salone illuminato da luci basse: una bella moquette sul pavimento, pareti in pietra grezza, c’è una gradevole musica di sottofondo mentre senza darlo troppo a vedere mi guardo attorno e lei mi guida tendendo un po’ il guinzaglio. Tavolini rotondi con un solo coperto, altri camerieri addobbati come quello che ci ha accompagnati fin qui, ed un gruppetto di ospiti verso il quale le si sta dirigendo, proprio al centro del locale, che esaminano qualcosa (o qualcuno) con molto interesse, tanto da impedirmi di capire di cosa si tratti. Capisco però che è una cosa da Dom, visto che non c’è nessuno con un collare lì vicino. Dove sono i sub?

Leggi il seguito di questo post »

Pausa

by cristinadellamore

Storie di Elfi e di Uomini

Allora, gli Elfi si preparano alla battaglia e, guarda caso, hanno le stesse pulsioni degli Uomini: dicono di essere superiori, ma poi, gratta gratta, siamo molto simili, non vi pare?

View original post 90 altre parole

Racconti della Controra

Rebecca Lena Stories

Tutto sulle mie (psicopatiche) compagnie

Parlerò di me e della mie folli relazioni tra amici e compagne, vi sfido a seguirmi

Appunti sparsi

Il disordine non esiste.

paracqua

Un buco nell'acqua, mica facile a farsi

Doduck

Lo stagismo è il primo passo per la conquista del mondo.

teetering on the brink

Frammenti di vita, d'immaginazione, e realtà

La Casa Di Marte

Il momento dove la notte è più buia... è quello più vicino all'alba.

Moll(am)y

Costringimi, ma lasciami andare. Vieni anche tu, se no faccio da sola!

Il Quadernetto

Appunti caotici, ironici, romantici.

un'italiana ad amburgo

Let your past make you better, not bitter ;)

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

IL COLLEZIONISTA DI RANCORI

"Ah, davvero" dico, mettendo via l'ennesimo rancorino da covare in santa pace. Secondo Miriam era quella la mia vera passione. "C'è chi colleziona francobolli, o scatole di fiammiferi" mi ha detto una volta. "Tu collezioni rancori..." (Mordecai Richler)

Sogni & Bisogni

...senza la vita sarebbe in bianco e nero...

Alessandra V.

Diari BDSM e fantasie Cyberpunk di un'italiana in Canada

inchiostro di libidine.

L'amore è una forma di pregiudizio. Si ama quello di cui si ha bisogno, quello che ci fa star bene, quello che ci fa comodo. Come fai a dire che ami una persona, quando al mondo ci sono migliaia di persone che potresti amare di più, se solo le incontrassi? Il fatto è che non le incontri.

Besos de Cuero

"When pain and pleasure become ecstasy." - Erotic tales of dominance, submission and transcendence.

Schiava di MasterSem

Coerenza è comportarsi come si è e non come si è deciso di essere.

Maestro e margherita

Tenebra e tenerezza

Just A Game Of Roles

É solo un gioco di ruoli?

Umano In The Dark

L'altra faccia

GramonHill

Cinema, racconti e altro...

mai senza make up

Be Glamour With Humour

ZonaProibita

ATTENZIONE VIETATO AI MINORI amore&trasgressione

Araba Fenice

Infilerò la penna ben dentro al vostro orgoglio, perché con questa spada vi uccido quando voglio.

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

unarossasottosopra

"... il red carpet per una curvy"

Lady Nadia

Racconti, poesie e molto altro ancora ...

UmanoAlieno 2.0

Perchè si, ovvio!

Res Coquinariae

Food Bloggers

Almeno Tu

racconti e riflessioni

NIENTE PANICO

procedete guardinghi perché non conoscete il vero volto delle cose che vi circondano

volodirondine

...in fondo la fotografia è un modo più sbrigativo per fare una scultura!

Bruciami Dentro

Chi sono io? Sono solo una piccola donna che lotta ogni giorno contro i suoi demoni. A volte vincono loro e mi lasciano come un guscio vuoto, pronta ad essere nuovamente devastata. Altre volte invece sono io a vincere e allora vedo il sole anche se sta diluviando

Lupetta above all

...i miei pensieri...

Cammello Blu

Le cose che non capisco

Confessions...My life

«L'eleganza non è farsi notare, ma farsi ricordare" Giorgio Armani

New Phoenix

L'inverno sta arrivando

chiarasaracino's Blog

essere distanti

My Lady Cherry

Sono sempre stata convinta che la libertà di espressione sia fonte di arricchimento, confronto e crescita personale, nel rispetto di tutti e per tutti. Spunti di riflessione e svago.

Le recensioni di Helleenne

Divoratrice di libri, amo scrivere recensioni e perdermi tra le pagine dei romanzi che leggo.