Solo per amore

La vita, l'universo e tutto quanto

Sedili avvolgenti

by cristinadellamore

La nostra amica Cristina qui ci lascia con il dubbio: cioè, sa perché lei piange, ma in realtà non ce lo dice. Non importa, importa che voleva consolarla.

Mario Siniscalchi

Solo per amore

Eravamo, per una volta in macchina. Notte tiepida, tornavamo verso la città un po’ svuotata dal mese di agosto.

Lei guidava, poi ha accostato in fretta, lì dove la stretta provinciale un po’ si allargava e dove, di giorno, quando passavamo in moto, vedevamo sempre una bruna formosa e seminuda che si offriva agli automobilisti.

L’ho guardata alla luce del cruscotto e mi sono accorta che stava piangendo.

Sapevo perché, la tensione di una giornata strana, e sapevo anche cosa fare. Ho slacciato la cintura di sicurezza, ho evitato la leva del cambio e le ho posato il capo in grembo. Attraverso il lino dei pantaloni ho sentito il suo calore ed il suo odore ed ho follemente tirato fuori la lingua.

E lei ha smesso di piangere, mi ha preso per i capelli e mi ha detto: “Mi piacerebbe ma in macchina è scomodissimo. Adesso sto bene, possiamo arrivare…

View original post 7 altre parole

Annunci

Attorno a noi, il mondo

by cristinadellamore

La nostra amica Cristina ci racconta qui che non ci si può dimenticare di quello he ci circonda, anche quando si è felicemente, totalmente innamorate. Può sembrare una banalità, ma non lo è.

Mario Siniscalchi

Solo per amore

L’altro giorno leggevo un pensoso editoriale sulla crisi economica, scorrendolo lentamente sul computer. Cattive notizie, insomma; ero così concentrata che non mi sono accorta che lei era arrivata alle mie spalle  e quando ho sentito la sua mano leggera sui capelli ho sobbalzato, di sorpresa prima che di gioia.

“Non hai bisogno di leggerle, queste cose”, mi ha detto, “ti basta guardarti intorno”.

E’ vero. A pochi metri da casa nostra, lungo l’arteria commerciale del quartiere, i negozi chiudono e prima che i locali vengano di nuovo occupati passa tantissimo tempo. Che fine hanno fatto i dipendenti – non i padroni che hanno probabilmente messo da parte abbastanza per una o due generazioni evadendo le tasse a man salva?

E’ vero. Qualche giorno fa una signora anziana, decorosamente vestita, mi si è parata davanti e sottovoce mi ha chiesto un euro; si vergognava di avere bisogno.

E’ vero. Anche in…

View original post 95 altre parole

La notte che bruciammo il rosso

by cristinadellamore

La nostra amica Cristina ci regala qui un’altra avventura quotidiana ed un’altra piccola scheggia di vita. Poi ne parlerà ancora, della difficioltà di essere donne in un mondo di uomini.

Mario Siniscalchi

Solo per amore

Non è un paese per donne, dice sempre lei. Purtroppo ha ragione.

Una volta tornavamo da una serata con amici, pizza e cinema di venerdì sera, poi baci e abbracci, e via sulla moto per tornare a casa dal centro.

Non era tardissimo e non percorrevamo neanche una strada buia in un quartiere malfamato, ma una arteria di comunicazione trafficata ed illuminata. A distanza regolare, e approfittando delle pensiline delle fermate degli autobus, ragazze bionde e brune aspettavano i clienti, ed io mi strinsi più forte a lei, che avevo sentito irrigidirsi.

Ci fermammo ad un semaforo rosso, ed io la sentii fremere di impazienza. Poi sentii il fischio dei freni ed una orribile musica con una eccessiva qualità del suono: un’utilitaria si era fermata accanto a noi, con quattro ragazzoni a bordo.

Uno di loro abbassò il finestrino, la musica esplose ancora più forte ed io contrassi i muscoli delle…

View original post 148 altre parole

Lo spezzatino

by cristinadellamore

Bozzetto d’amore e di vita domestica. Alla faccia, direbbe la nostra amica Cristina, di chi non pensa che due persone che si amano possono essere una famiglia.

Mario Siniscalchi

Solo per amore

Ci sono giorni nei quali va davvero tutto storto. Vi è sicuramente capitato, tipo non sentite la sveglia, scivolate sotto la doccia e sbattete il ginocchio, è finito il caffè ed il giorno prima non ve ne siete accorte, il paio di calze nuove che più che smagliarsi si disintegra mentre cercate di infilarlo, il telefonino che ha la batteria scarica ed aspettate una chiamata importante.

Già una sola di queste disavventure basta a rovinare la giornata, figuratevi inanellarle in rapida successione più o meno tutte.

In realtà la giornata storta era cominciata la mattina precedente: lei era partita e sarebbe rimasta fuori per lavoro, ed io mi ero aggirata senza uno scopo, una volta tornata a casa, fino ad accovacciarmi in un angolo del divano con un suo foulard tra le mani; c’era ancora una traccia del suo profumo, in qualche modo mi sembrava di abbracciare lei, e avevo dormito…

View original post 281 altre parole

Un anniversario

by cristinadellamore

Piccoli ricordi da una grande storia d’amore. Per chi come me è abbondantemente negli -anta è chiaro che stanno parlando della strage della stazione di Bologna.

Mario Siniscalchi

Solo per amore

Stamattina, dopo la corsa e la doccia, non abbiamo comprato il giornale, lei non ha voluto e per tutta la giornata è stata triste e quasi assente, mi rispondeva più o meno a tono ma io capivo che pensava ad altro.

Alla fine mi sono inginocchiata ai suoi piedi e le ho chiesto di parlarmene: so che le piace, quando faccio la cagnolina affettuosa.

E allora lei, accarezzandomi i capelli, ha finalmente tirato fuori il rospo.

“Sai”, mi ha detto, “noi non eravamo ancora nate, ma trentaquattro anni fa ci fu un attentato alla stazione di Bologna, morirono ottanta e più persone, ma questa cosa ha colpito molto più vicino. Mamma era passata di lì, in treno, poche ore prima, stava andando a trovare papà che faceva il militare in Friuli, ed io mi sono sempre chiesta cosa sarebbe successo se avesse preso il treno dopo, cioè se papà si sarebbe…

View original post 70 altre parole

Da qualche parte

by cristinadellamore

Più di cinque anni fa, la nostra amica Cristina raccontava a modo suo i piaceri dell’attività fisica.

Mario Siniscalchi

Solo per amore

Quando corriamo, la mattina presto, siamo in genere le sole per strada, nel quartiere elegante dove abitiamo. D’inverno è spesso ancora buio, fa freddo, e ci copriamo con le tute più pesanti cui a volte aggiungiamo anche un vecchio maglione.

Questa però è la stagione migliore. C’è già il sole, l’aria non è rovente e se siamo fortunate c’è anche una qualche brezzolina. Quindi calzoncini, reggiseno sportivo e basta. Lei mi dice di starle davanti, ed io lo so perché, vuole ammirare il mio culo del quale non ha mai abbastanza, ma anch’io voglio guardare lei, e allora facciamo a turno, perché adoro vedere la sua figura sottile che fila via quasi senza peso.

C’è molto verde, alberi, aiuole, ed anche un parco con tante siepi. Ed ogni volta mi riprometto che sì, un giorno lo farò. Quando sarò davanti farò finta di inciampare, cadrò e quando lei si chinerà…

View original post 41 altre parole

Fuori stagione

by cristinadellamore

Poche parole, stavolta, dalla nostra amica Cristina, che ci aiutano a ricordare la forza e la purezza dell’amore che la legava alla sua lei – Stella.
Le ricordiamo assieme, così.

Mario Siniscalchi

Solo per amore

Stamattina ci siamo svegliate intirizzite per il frescolino inatteso e rintronate dal rimbombo della pioggia sui vetri. Dopo il caldo della domenica, il tempo nella notte era cambiato. Nessuna ragione per prendersela, lei mi ha abbracciata più forte e mi ha assicurato che mi avrebbe subito riscaldata. E l’ha fatto: lo so che non mi mente mai.

View original post

Quel 16 agosto

by cristinadellamore

Oggi è trascorso un mese da quando la nostra amica Cristina e la sua lei – Stella – ci hanno lasciato, e siamo un po’ più soli.

Voglio qui ringraziare gli amici del blog del Gruppo Espresso Ragù di Capra, primo fra tutti il blogmaster Gianfrancesco Turano, che hanno avuto parole bellissime per ricordare Cristina, e tutti quelli che hanno lasciato un commento, un cenno, un piccolo segno di apprezzamento.

Stasera farò una piccola libagione, per ricordare due grandi anime che, ne sono sicuro, sono ancora assieme e sono, in qualche modo, ancora e sempre felici: per l’eternità.

Mario Siniscalchi

Toy Store

by cristinadellamore

La reciproca cura era uno dei otivi conduttori nei post della nostra amica Cristina. Come in questo, che risale a più di cinque anni fa.
Vi informo che sembra che il recupero dei dati persi dovrebbe cocludersi per la fine di questo mese. Non vedo l’ora di scoprire quali sorprese avesse in serbo per noi. Non smetto di pensare a Cristina ed alla sua lei, ovviamente.

Mario SIniscalchi

Solo per amore

Poi ci siamo finalmente andate, un pomeriggio, al sexy shop.

Lei è passata a prendermi alle cinque, dopo il lavoro,  abbiamo attraversato il Tevere prima di inoltrarci in vicoli e vicoletti, sulla moto da lei condotta con la consueta perizia, e ci siamo fermate in una piazzetta all’imbocco di Corso Vittorio.

Il sexy shop di Parigi era grande il triplo, questo scontava una mancanza di spazio che rendeva difficile farsi un’idea di quello che era in mostra, ma l’angolo dei giocattoli che più ci interessavano, un po’ nascosto da tutto il resto, mi è sembrato più che fornito.

Sotto l’occhio gentile di una bella ragazza  bruna un po’ più grande di me lei ha scelto tutto quello che ci serviva: collare, polsini e cavigliere di pelle nera, una gag-ball di plastica rossa ed un sottile frustino dall’aspetto cattivo.

Me lo ha porto invitandomi a sentire come mi stava in mano e mi…

View original post 40 altre parole

Stregate dalla luna

by cristinadellamore

Dal primo anno del suo blog, la nostra amica Cristina ci regala un nuovo momento di piccola e grande intimità. Ci manca, sempre

Mario SIniscalchi

Solo per amore

Abbiamo chiesto alla ginecologa se era possibile sincronizzare i nostri cicli. Ci ha risposto che sì, si poteva fare, ma lo sconsigliava perché c’era da pasticciare un po’ con gli estrogeni, e per il momento ne abbiamo fatto a meno.

Lei ha anche questa fortuna: è regolarissima, non prova alcun fastidio e addirittura diventa più calda e sexy. Io invece ho sempre qualche crampo ed un po’ mi vergogno, mi sembra di avere un cattivo odore e di sporcare le mutandine, per quante precauzioni possa prendere.

E allora l’ultima volta che mi sono venute lei ha detto che dovevamo risolvere anche questo problema, mi ha fatta rilassare con tante carezze e quando ha giudicato che ero pronta si è spogliata in fretta ed ha affondato il capo tra le mie cosce. Per un attimo ho cercato di respingerla, ho provato a stringere le gambe, poi mi sono arresa e la…

View original post 62 altre parole

EssereDonna&Mamma

forse il segreto è non pensarci più e godermela fino in fondo

Daniele Peluso

Benvenuti nel mio Albergo d’Anima. Fotografia amatoriale, scrittura amatoriale, minimalismo, voli pindarici, nebbie ed utopie.

Viaggio dentro me

Qui tutti possono essere ciò che vogliono

Ibelieveinunicorns

Mi piace essere la cosa giusta nel posto sbagliato e la cosa sbagliata nel posto giusto, perché accade sempre qualcosa di interessante. Andy Warhol

The Other Side Of The Fumettaio

Pensieri vaganti (ed adulti), ma dal lato "cassa" del bancone.

toffee

you believe forever

Nodi.Arsi.Sotto.La.Pelle

Essere altrove da memoria trafitta / come nube leggera di gravità arresa . / Essere pensiero bisbigliante e concavo / di pace bramosa in stallo fra le risposte. ©Runa

Racconti della Controra

Rebecca Lena Stories

Tutto sulla mia psicopatica vita almeno sine a quando ne avrò una

Parlerò di me della mia follia I miei pensieri e sogni irrealizzabili vi sfido a seguirmi

Appunti sparsi

Il disordine non esiste.

paracqua

Un buco nell'acqua, mica facile a farsi

Doduck

Lo stagismo è il primo passo per la conquista del mondo.

teetering on the brink

Frammenti di vita, d'immaginazione, e realtà

La Casa Di Marte

Il momento dove la notte è più buia... è quello più vicino all'alba.

Moll(am)y

Costringimi, ma lasciami andare. Vieni anche tu, se no faccio da sola!

Il Quadernetto

Appunti caotici, ironici, romantici.

un'italiana ad amburgo

Let your past make you better, not bitter ;)

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

Besos de Cuero

"When pain and pleasure become ecstasy." - Erotic tales of dominance, submission and transcendence.

Schiava di MasterSem

Coerenza è comportarsi come si è e non come si è deciso di essere.

Maestro e margherita

Tenebra e tenerezza

GramonHill

Cinema, racconti e altro...

ZonaProibita

ATTENZIONE VIETATO AI MINORI amore&trasgressione

Araba Fenice

Infilerò la penna ben dentro al vostro orgoglio, perché con questa spada vi uccido quando voglio.

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

unarossasottosopra

"... il red carpet per una curvy"

Lady Nadia

Racconti, poesie e molto altro ancora ...

Res Coquinariae

Food Bloggers

Almeno Tu

racconti e riflessioni

Firstime in Boston

Pensieri disgiunti in universi congiunti.

NIENTE PANICO

procedete guardinghi perché non conoscete il vero volto delle cose che vi circondano

volodirondine

...in fondo la fotografia è un modo più sbrigativo per fare una scultura!

Bruciami Dentro

Chi sono io? Sono solo una piccola donna che lotta ogni giorno contro i suoi demoni. A volte vincono loro e mi lasciano come un guscio vuoto, pronta ad essere nuovamente devastata. Altre volte invece sono io a vincere e allora vedo il sole anche se sta diluviando

Lupetta above all

...i miei pensieri...

Confessions...My life

«L'eleganza non è farsi notare, ma farsi ricordare" Giorgio Armani

New Phoenix

L'inverno sta arrivando

Chiara Saracino

Studio Storia e Critica dell'arte e dello spettacolo, laureata in Beni artistici e dello spettacolo all'Università di Parma. Sono cresciuta a Padova ma dal 2015 vivo a Parma dove la mia passione per l'arte continua e si fortifica. Sono innamoratissima di Edoardo con cui, oltre alla nostra magica relazione, condivido la mia vita e tutte le mie passioni.

My Lady Cherry

Sono sempre stata convinta che la libertà di espressione sia fonte di arricchimento, confronto e crescita personale, nel rispetto di tutti e per tutti. Spunti di riflessione e svago.

Le recensioni di Helleenne

Divoratrice di libri, amo scrivere recensioni e perdermi tra le pagine dei romanzi che leggo.

Café Days

When you're dead, you're dead. Until then, there's ice cream.