Solo per amore

La vita, l'universo e tutto quanto

Sotterfugi

by cristinadellamore

Lei mi prende gentilmente per i capelli e mi attira a sé, sotto il piumone, nel nostro letto, mentre fuori fa freddo. Qui invece è caldo, e posso riempirmi le narici dell’odore di lei, la bocca del sapore della pelle e della carne di lei, e non ho nessuna voglia di smettere. Mentre lo faccio, quasi inconsapevolmente, ed anche se lei non può vedermi, assumo la corretta posizione della sottomessa alzando un po’ il culo ed incrociando i polsi dietro la schiena.

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Unzioni estreme

by cristinadellamore

“Aspetta, amore, ti aiuto io”. Lei mi parla da dietro la porta del bagno, io ho appena tolto l’asciugamano e sto contemplando, un po’ perplessa, l’elegante flacone della crema che ho comprato d’impulso, quando stamattina sono andata a prendere un caffè tra una riunione e l’altra e sono passata davanti alla profumeria che, sotto l’ufficio, costituisce una delle più serie tentazioni (l’altra è una pasticceria che in questo periodo espone dolci di carnevale e montagne di cioccolatini delle migliori o più sconosciute marche), colpita dall’offerta e dall’elegante confezione. Ma certo, e grazie, rispondo, accomodati pure.

Leggi il seguito di questo post »

Unioni e riunioni – Prima parte

by cristinadellamore

Ormai facciamo due riunioni a settimana, ed io le concludo sempre allo stesso modo, con un sorriso che scopre i denti superiori e l’incitamento, adesso andiamo fuori a vendere. Insomma, faccio del mio meglio ma non basta: c’è sempre quella frattura nel team, i membri storici e quelli più recenti, e c’è sempre qualcosa di inespresso.

Leggi il seguito di questo post »

Guinzagli – Terza parte

by cristinadellamore

(Questa è l’ultima parte, quella precedente è qui)

“Così va meglio, amore. Ho una cosa per te, resta ferma come sei”. E sì, me ne accorgo, mi mette il collare, ben stretto, ed accidenti quanto mi piace, e quanto mi piace quando mi ordina di aprire la bocca e la usa per farmi reggere l’estremità del guinzaglio. Lei ha le mani libere, si stringe a me, sento sulla pelle il cuoio un po’ ruvido del giaccone che indossa, fa qualcosa e libera anche me, senza togliermi la benda. L’ordine è sempre quello di restare immobile, obbedisco al meglio che posso, anche quando lei infila una gamba tra le mie e comincia a sfregare la coscia coperta dalla tela jeans consumata e meravigliosamente morbida proprio dove mi fa più effetto.

Leggi il seguito di questo post »

la battaglia: pomeriggio (5)

by cristinadellamore

Storie di Elfi e di Uomini

Belladonna raccolse, chinandosi con qualche difficoltà, Sorriso Solitario, e si avvicinò all’Elfo inginocchiato; gli parlò in alto elfico, tenendo la punta del lungo pugnale appoggiato al collo del nemico: “Non ti farò la grazia di ucciderti, o almeno non subito, ma sei stato un valido avversario e ti farò soffrire il meno possibile se ti comporterai da bravo prigioniero. Sdraiati faccia a terra, adesso”. Contemporaneamente l’Elfa dette un colpetto col pugnale, quanto bastava per pungere la pelle del ferito ma senza versare altro sangue. Obbedito che l’Elfo ferito ebbe, Belladonna stracciò un lembo della tunica e ne legò i polsi del prigioniero dietro la schiena, rapida come il lampo, intimandogli nel contempo: “Resta qui. Tornerò ad occuparmi di te non appena mi sarà possibile”. Il prigioniero rispose con un lamento ed una richiesta di essere ucciso in fretta, che non ebbe risposta: l’Elfa mezzo correndo e mezzo zoppicando, si era…

View original post 424 altre parole

Riso

by cristinadellamore

Solo per amore

Carnevale quest’anno lo passiamo da sole, ha detto lei trovandomi d’accordo; non mi sono divertita molto l’anno scorso e non ho voglia di ripetere quella serata, e le nostre amiche che due anni fa avevano organizzato un martedì grasso perfetto questa volta non fanno niente e si coccolano l’erede.

View original post 662 altre parole

Guinzagli – Seconda parte

by cristinadellamore

(Pss, la prima parte è qui)

“Braccia dietro la schiena, amore, attorno alla colonna”. Eseguo e lei sparisce dalla mia vista dopo avermi sfiorato le labbra con un bacio che mi accende ancora di più, me la ritrovo alle spalle, mi prende le mani e mi lega i polsi con qualcosa di morbido, e intanto mi passa delicatamente la punta della lingua sul lobo dell’orecchio, sfiorando l’orecchino che mi ha regalato lei: mi si piegano le ginocchia.

Leggi il seguito di questo post »

Piccoli dolori, piccole soddisfazioni

by cristinadellamore

Oggi a piedi, col mal di schiena che preannuncia il ciclo da qualche tempo, in cambio del mal di pancia e dei crampi che mi venivano fino a qualche mese fa. Ringraziamo dunque per le piccole cose, penso per darmi coraggio mentre affronto l’arietta mattutina protetta dal piumino d’oca che mi ha regalato lei qualche tempo fa, dalla sciarpona a scacchi che era del padre di lei e dal berretto a tronco di cono cui era affezionatissima la madre e che lei ha deciso sta meglio a me.

Leggi il seguito di questo post »

Guinzagli – Prima parte

by cristinadellamore

Stamattina faceva davvero freddo, sia quando siamo uscite a correre sia, mezz’ora dopo, quando abbiamo accompagnato la cugina alla fermata della metro e le abbiamo augurato un buon fine settimana col professore. Poi l’aria si è fatta più tiepida e ci siamo riscaldate facendo le consuete commissioni del sabato. Nella spesa manca il menu di stasera; faccio finta di niente e già immagino che lei vorrà portarmi fuori, oppure ha ricevuto un invito e vuole farmi una sorpresa. Chiacchiero del più e del meno anche mentre mandiamo giù il risotto leggero con le verdure che costituisce il nostro igienico pranzo ed ogni volta che guardo lei riconosco il noto scintillio nello sguardo: è chiaro che ha qualcosa in serbo per me, lo capisco dalla piega delle labbra sottili che accenna un sorriso.

Leggi il seguito di questo post »

Disintermediazione – Quarta parte

by cristinadellamore

(Questa è l’ultima parte, segue da qui)

Faccio finta di niente e me la porto appresso saltando i due bar che di solito frequentiamo e privilegiando la pizzeria a taglio: ho voglia di premiarmi e perché no, anche di sorprendere questa ragazza che continua a guardarmi e sceglie la pizza bianca, appena una striscia sottile per dimostrarmi che tiene alla linea, e allora vada per la pizza con salsiccia e broccoli, me la merito. Ci sistemiamo in un angolo, ad un tavolino in precario equilibrio, e mangiamo in silenzio; o meglio, la riccia non parla ma mi guarda con quegli occhi verdi sempre più inquietanti, a rischio di non farmi apprezzare questa piccola trasgressione alimentare.

Leggi il seguito di questo post »

Ibelieveinunicorns

Mi piace essere la cosa giusta nel posto sbagliato e la cosa sbagliata nel posto giusto, perché accade sempre qualcosa di interessante. Andy Warhol

The Other Side Of The Fumettaio

Pensieri vaganti (ed adulti), ma dal lato "cassa" del bancone.

toffee

you believe forever

Nodi.Arsi.Sotto.La.Pelle

Essere altrove da memoria trafitta / come nube leggera di gravità arresa . / Essere pensiero bisbigliante e concavo / di pace bramosa in stallo fra le risposte. ©Runa

Racconti della Controra

Rebecca Lena Stories

Tutto sulla mia psicopatica vita almeno sine a quando ne avrò una

Parlerò di me della mia follia I miei pensieri e sogni irrealizzabili vi sfido a seguirmi

Appunti sparsi

Il disordine non esiste.

paracqua

Un buco nell'acqua, mica facile a farsi

Doduck

Lo stagismo è il primo passo per la conquista del mondo.

teetering on the brink

Frammenti di vita, d'immaginazione, e realtà

La Casa Di Marte

Il momento dove la notte è più buia... è quello più vicino all'alba.

Moll(am)y

Costringimi, ma lasciami andare. Vieni anche tu, se no faccio da sola!

Il Quadernetto

Appunti caotici, ironici, romantici.

un'italiana ad amburgo

Let your past make you better, not bitter ;)

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

Besos de Cuero

"When pain and pleasure become ecstasy." - Erotic tales of dominance, submission and transcendence.

Schiava di MasterSem

Coerenza è comportarsi come si è e non come si è deciso di essere.

Maestro e margherita

Tenebra e tenerezza

GramonHill

Cinema, racconti e altro...

mai senza make up

Be Glamour With Humour

ZonaProibita

ATTENZIONE VIETATO AI MINORI amore&trasgressione

Araba Fenice

Infilerò la penna ben dentro al vostro orgoglio, perché con questa spada vi uccido quando voglio.

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

unarossasottosopra

"... il red carpet per una curvy"

Lady Nadia

Racconti, poesie e molto altro ancora ...

Res Coquinariae

Food Bloggers

Almeno Tu

racconti e riflessioni

Firstime in Boston

Pensieri disgiunti in universi congiunti.

agores_sblog

le parole cadono come foglie

NIENTE PANICO

procedete guardinghi perché non conoscete il vero volto delle cose che vi circondano

volodirondine

...in fondo la fotografia è un modo più sbrigativo per fare una scultura!

Bruciami Dentro

Chi sono io? Sono solo una piccola donna che lotta ogni giorno contro i suoi demoni. A volte vincono loro e mi lasciano come un guscio vuoto, pronta ad essere nuovamente devastata. Altre volte invece sono io a vincere e allora vedo il sole anche se sta diluviando

Lupetta above all

...i miei pensieri...

Confessions...My life

«L'eleganza non è farsi notare, ma farsi ricordare" Giorgio Armani

New Phoenix

L'inverno sta arrivando

Chiara Saracino

Studio Storia e Critica dell'arte e dello spettacolo, laureata in Beni artistici e dello spettacolo all'Università di Parma. Sono cresciuta a Padova ma dal 2015 vivo a Parma dove la mia passione per l'arte continua e si fortifica. Sono innamoratissima di Edoardo con cui, oltre alla nostra magica relazione, condivido la mia vita e tutte le mie passioni.

My Lady Cherry

Sono sempre stata convinta che la libertà di espressione sia fonte di arricchimento, confronto e crescita personale, nel rispetto di tutti e per tutti. Spunti di riflessione e svago.

Le recensioni di Helleenne

Divoratrice di libri, amo scrivere recensioni e perdermi tra le pagine dei romanzi che leggo.

Café Days

When you're dead, you're dead. Until then, there's ice cream.

Syana from Paris

From Paris with love