Solo per amore

La vita, l'universo e tutto quanto

Tag: seno

Carnivora

by cristinadellamore

Prendersi cura fa parte dell’amore: la nostra amica Cristina lo sa benissimo, e la sua lei – Stella – lo sa fare nel migliore dei modi. Pubblicato per la prima volta il 16 marzo 2015.

Mario Siniscalchi

“Sei un po’ dimagrita, amore”, mi aveva detto lei. Era a letto ed io mi stavo spogliando per raggiungerla, e mi aveva guardato non solo con amore, ma con attenzione, l’occhiata della mamma premurosa, insomma.

Sì, era vero: non c’è una bilancia a casa, ma me ne ero accorta perché i jeans che a lei piacevano tanto mi entravano più facilmente e potevo anche tenere le mutandine quando li indossavo.

Era anche vero che lei, dopo essere dimagrita tantissimo, ormai da qualche mese aveva finalmente ripreso qualche etto, forse grazie al nuovo lavoro che sì, non le piaceva ma non la coinvolgeva tanto come il precedente: quando la abbracciavo sentivo un po’ più di carne, il suo seno, finalmente, traboccava un po’ dalla mia manina quando lo stringevo per portarmi i capezzoli alle labbra.

Leggi il seguito di questo post »

Nel bel mezzo della notte

by cristinadellamore

Pubblicato per la prima volta il 13 marzo 2015, un brevissimo post che celebra tutta l’intimità della nostra amica Cristina con la sua lei – Stella.

Mario Siniscalchi

Mi sono svegliata alle quattro del mattino. Non era un incubo, ma un confuso sogno con molto rosso, non avrei saputo dire se sangue o fuoco. Mi ero addormentata tra le sue braccia, come al solito, e mi sono ritrovata rincantucciata nell’angolo più lontano del nostro lettone, un po’ sudata sotto il piumino d’oca.

Nel buio, ho richiuso gli occhi e teso le orecchie: volevo sentire il suono rassicurante del suo respiro, e invece è stata la sua voce che mi ha fatto sobbalzare.

Leggi il seguito di questo post »

Al calduccio

by cristinadellamore

Condividere i momenti in cui ci si abbandona al sonno e si rinuncia al controllo: la nostra amica Cristina ce lo racconta con la delicatezza che la contraddistingue. Pubblicato per la prima volta il 21 febbraio 2015.

Mario Siniscalchi

Stanotte lei ha fatto una cosa che in genere non fa; dopo avermi baciata per augurarmi sogni d’oro, ha posato il capo sui miei seni e si è addormentata in un attimo.

Io ho sistemato il lembo del piumone in maniera tale che non le desse fastidio e sono rimasta sveglia, nell’oscurità temperata dall’illuminazione stradale che trapelava dagli avvolgibili semiaperti.

Guardavo lei, ma più che guardarla la sentivo contro di me, e le accarezzavo gentilmente i sottili capelli scuri che aveva raccolto con un elastico prima di venire a letto in una piccola coda.

Leggi il seguito di questo post »

Preparativi

by cristinadellamore

Pubblicato per la prima volta il 30 dicembre 2014: la nostra amica Cristina ci racconta sempre storie gentili e divertenti. Sono storie d’amore, di un grande amore.

Mario Siniscalchi

Per il capodanno lei ha organizzato qualcosa, ma non so cosa. Doveva essere una sorpresa, ma ha dovuto dirmi il minimo indispensabile, tipo che ho bisogno di un vestito nuovo, e anche lei.

“Ma deve fare parte della sorpresa, quindi usciamo, ma ognuna per conto suo”, e non ha aggiunto altro, non mi ha detto se doveva essere elegante, sportivo o cosa, e mi ha lasciata lì sulla porta di cosa dopo avermi baciata: lo sa che quando mi bacia io non riesco a pensare a niente, figuriamoci farle qualche domanda.

Poca gente per strada, negozi vuoti. Faccio una prima passeggiata occhieggiando le vetrine, tanto per orientarmi. Questa è una stagione nella quale di solito non compro mai niente, aspetto i saldi, ed è un’esperienza singolare. Sono inesorabilmente attratta verso il negozio più caro, mi innamoro di un abitino nero semplicissimo e quando leggo la targhetta del prezzo è come se il mio cuore venisse spezzato: niente da fare, grazie, anche se credo che mi starebbe benissimo.

Batto in ritirata, e mi trovo davanti ad un’altra vetrina: i prezzi sono molto più abbordabili, ma non c’è nulla che mi colpisca. Sì, invece, ecco quello che cercavo; praticamente è una tuta ma meccanico, senza maniche, cade ampia attorno al vitino di vespa del manichino, fermata da una catenella e i pantaloni sembrano abbastanza aderenti da dover fare a meno di indossare le mutandine. E’ anche nera, non ho bisogno di comprare scarpe e borsetta.

Leggi il seguito di questo post »

Nelle fauci del lupo – Prima parte

by cristinadellamore

Palazzo uffici allo sprofondo, appuntamento a tarda ora e meno male che ormai c’è luce fino a tardi perché su queste stradette girare di notte con lo scooter è una bella scommessa con in palio l’osso del collo. Nel piazzale sistemo lo scooter che ha ansimato un po’ nel posto riservato ai visitatori e mi controllo nello specchietto: il trucco ha resistito, il caschetto blu è ordinato e sotto il giubbotto tecnico la giacca del tailleur non è troppo stazzonata. Andiamo ad affrontare questa azienda dalla pessima fama che ha trovato il mio curriculum interessante. Mi avvio con passo deciso ed un attimo prima di varcare la soglia invio un messaggio a lei, scherzoso ma non troppo: la avverto che sto per cominciare il colloquio e le chiedo di venirmi a salvare con la SWAT se non mi faccio viva entro domani mattina.

Leggi il seguito di questo post »

Ad occhi spalancati – Ottava parte

by cristinadellamore

(Qui la parte precedente)

Dunque, dice che mi sta seguendo da un po’, ha capito che sono in cerca di qualcosa di specifico e speciale e che finalmente l’ho trovato. Insomma, modestia a parte, sarebbe lui. E adesso, aggiunge, cerchiamo un posticino più riparato e divertiamoci. Mi tiene sempre per la mano, con delicatezza; dunque, non è che questo tizio mi fa paura, anche se in un ambiente come questo non posso utilizzare la mia difesa preferita che poi sarebbe la ginocchiata nelle palle, ottima per far calare la libido ai maschietti sovraeccitati. No, il guaio è che potrebbe arrivare lei, vedermi così vicina ad un altro ed equivocare, e la cosa mi preoccupa terribilmente, a dirla tutta mi viene da piangere.

Leggi il seguito di questo post »

Cavalieri e principesse (in pericolo) – Quinta parte

by cristinadellamore

(Qui la parte precedente)

La direttrice accetta le mie scuse con un sorriso e mi spiega che sul retro del pianterreno ci sono i locali di servizio, compresi quelli riservati al personale, nel seminterrato altri spazi per ora inutilizzati oltre alla caldaia del riscaldamento, le camere ai due piani superiori e nelle costruzioni adiacenti, insomma si tratta di gestire uno spazio fin troppo vasto che richiede anche tanto personale. Lo spunto è interessante e riesco a concentrarmi di nuovo sul lavoro. Insomma, come sbarcano il lunario questi qui, che mi sembrano desolatamente vuoti?

Leggi il seguito di questo post »

Autoscatti

by cristinadellamore

Domenica mattina, arietta frizzante e cielo sereno, insomma non fosse per la sveglia alle sette sarebbe la giornata perfetta. Ma neanche oggi lei si è lasciata commuovere, quindi su le felpe pesanti, scarpette ben allacciate e via, si corre per un’ora intanto che il sole si alza e la luce diventa sempre più forte, tanto che durante gli ultimi giri rimpiangiamo di non aver messo gli occhiali da sole. Cosa strana, l’aria non si riscalda, insomma possiamo ufficialmente dire che è arrivato l’inverno.

Leggi il seguito di questo post »

Specialisti

by cristinadellamore

Non è giusto. Sono io quella che ha subito un’aggressione, quella cui mancano dei pezzi dentro, quella che ogni sei mesi deve rifare le analisi (solo di ticket un centinaio di euro, figuriamoci) ed andare dai medici sperando di sentirsi dire che tutto è a posto. E invece oggi è lei dallo specialista in una materia minacciosa che comincia con la lettera “O”, che presenta un inquietante faldone di incomprensibili analisi e che, alla fine, si sdraia sul lettino mentre io le tengo la mano: gelida quella di lei, bollente e sudata la mia.

Leggi il seguito di questo post »

Passato

by cristinadellamore

Buio, traffico, pioggerellina sottile ed insistente, insomma situazione estrema per il ritorno a casa dopo l’ultimo incontro della giornata con un cliente a casa del diavolo, e meno male che la vendita e’ andata in porto. Ci si vede poco e mi rendo conto che dovrei proprio cambiare la visiera del casco, e’ un po’ graffiata e non riesco più a pulirla come si deve.

Leggi il seguito di questo post »

EssereDonna&Mamma

forse il segreto è non pensarci più e godermela fino in fondo

Viaggio dentro me

Qui tutti possono essere ciò che vogliono

Ibelieveinunicorns

Mi piace essere la cosa giusta nel posto sbagliato e la cosa sbagliata nel posto giusto, perché accade sempre qualcosa di interessante. Andy Warhol

toffee

you believe forever

Crèmisi Poetica

Essere altrove da memoria trafitta / come nube leggera di gravità arresa . / Essere pensiero bisbigliante e concavo / di pace bramosa in stallo fra le risposte. ©Runa

Tutto sulla mia psicopatica vita almeno sine a quando ne avrò una

Parlerò di me della mia follia I miei pensieri e sogni irrealizzabili vi sfido a seguirmi

Appunti sparsi

Il disordine non esiste.

paracqua

Un buco nell'acqua, mica facile a farsi

Doduck

Lo stagismo è il primo passo per la conquista del mondo.

La Casa Di Marte

Il momento dove la notte è più buia... è quello più vicino all'alba.

Moll(am)y

Costringimi, ma lasciami andare. Vieni anche tu, se no faccio da sola!

Il Quadernetto

Appunti caotici, ironici, romantici.

un'italiana ad amburgo

Let your past make you better, not bitter ;)

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

Schiava di MasterSem

Coerenza è comportarsi come si è e non come si è deciso di essere.

Maestro e margherita

Tenebra e tenerezza

Gramonhill - Il blog di Luke

Cinema, racconti e altro...

ZonaProibita

ATTENZIONE VIETATO AI MINORI amore&trasgressione

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

unarossasottosopra

"... il red carpet per una curvy"

Nadia Fagiolo

Racconti, poesie, recensioni e molto altro ancora ...

Res Coquinariae

Food Bloggers

Almeno Tu

racconti e riflessioni

Firstime in Boston

Pensieri disgiunti in universi congiunti.

Bruciami Dentro

Chi sono io? Sono solo una piccola donna che lotta ogni giorno contro i suoi demoni. A volte vincono loro e mi lasciano come un guscio vuoto, pronta ad essere nuovamente devastata. Altre volte invece sono io a vincere e allora vedo il sole anche se sta diluviando

Lupetta above all

...i miei pensieri...

Confessions...My life

«L'eleganza non è farsi notare, ma farsi ricordare" Giorgio Armani

New Phoenix

L'inverno sta arrivando

My Lady Cherry

Sono sempre stata convinta che la libertà di espressione sia fonte di arricchimento, confronto e crescita personale, nel rispetto di tutti e per tutti. Spunti di riflessione e svago.

Le recensioni di Helleenne

Divoratrice di libri, amo scrivere recensioni e perdermi tra le pagine dei romanzi che leggo.

Café Days

When you're dead, you're dead. Until then, there's ice cream.

Syana from Paris

From Paris with love

Alice Jane Raynor

Sperava presto di raccogliere il segreto per essere felici

il mio tempo sospeso

letture ed altri pensieri

Cosa vuoi Vivian? Voglio la favola

racconti d'amore, sogni e sapori

Sogno di Strega

Un pizzico di magia ogni giorno

NonInUnDemoneSolo (blog di diegofanelli)

Nonìn, tranquillo, sarai sempre un demone... (blog sottoposto a Licenza Creative Commons - vedi sezione "About")

I libri sono gioielli preziosi

Non esiste bene più prezioso della cultura

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: