Solo per amore

La vita, l'universo e tutto quanto

Tag: sangue

Sangue del mio sangue

by cristinadellamore

La nostra amica Cristina ci ha già raccontato di questa idiosincrasia, dovuta chissà a cosa, e dell’amore della sua lei – Stella – per il quale ha cercato di superarla. Anche questa brevissima storia, pubblicata per la prima volta il 23 febbraio 2015, fa parte del viaggio della protagonista fino al termine della notte.

Mario Siniscalchi

Mi sono svegliata nel bozzolo caldo del piumone ma ero sola.

Lei mi aveva abbracciata, la sera prima, ma adesso era sull’orlo del letto, il più lontano possibile, ed era sveglia come me: vedevo nella penombra il bianco dei suoi occhi e le iridi scure che brillavano. Aveva le labbra semiaperte sui denti bianchi e respirava un po’ più forte del solito.

Leggi il seguito di questo post »

Nella norma

by cristinadellamore

Con questo post, pubblicato per la prima volta il 3 febbraio 2015, comincia il racconto del viaggio della nostra amica Cristina e della sua lei – Stella – alla ricerca di un figlio. Leggendolo, e già sapendo quello che è accaduto dopo, la mia tristezza aumenta.

Mario Siniscalchi

Il batuffolo d’ovatta, poi l’ago acuminato nella morbida pelle all’interno del gomito a cercare la vena che scorre sottopelle, il sangue rosso, scuro, denso che riempie le fialette. Lo stiamo facendo assieme, ed ho la conferma che se c’è una cosa di cui lei ha paura sono proprio gli aghi.

Cerotto, altrimenti la manica della camicia bianca di cotone si potrebbe macchiare e sarebbe un peccato, un bacio ed un caffè: da pallida che era, lei riprende colore, tanto da raccontare ancora un pezzetto della sua vita prima che ci fossi io, quella vita di cui sono gelosa.

“Mi viene da papà, credo. Anche a lui facevano paura gli aghi, e considera che ai suoi tempi, quando era un bambino, molte medicine che adesso si prendono in pillole, erano somministrate sotto forma di iniezione”.

Non ci ho mai pensato. Io sono stata una bambina sanissima, ed a maggior ragione il mio lungo ricovero in ospedale prima, in clinica poi, aveva aggiunto angoscia al dolore ed alla vergogna dell’aggressione. Per fortuna, quando sono uscita dalla clinica ho trovato lei ad aspettarmi, a porgermi una mano, ad offrirmi una spalla su cui piangere ed un letto in cui riscaldarmi al suo tepore.

Devo essere impallidita io, al ricordo, ed è lei a baciare me ed a offrirmi mezzo cornetto.

“Papà diceva sempre che grazie a questa sua paura si era tenuto alla larga dall’eroina: quando era ragazzo era una specie di malattia sociale, quasi ogni mattina leggeva sul giornale il nome di un amico o di un conoscente trovato fulminato, con l’ago ancora in vena”.

E adesso, si parla tanto di cocaina e di droghe sintetiche, ma l’eroina credo che esista sempre, magari ci si muore di meno. Mi piacerebbe informarmi, chi lo sa.

Leggi il seguito di questo post »

Casalinghe

by cristinadellamore

“Continua così, amore, olio di gomito”. Lei mi incita con un sorriso che, scopro, raddoppia le mie energie. Ho tra le mani un pentolino che ha diritto al posto d’onore nella nostra cucina, acciaio con i manici di ottone scintillante e c’è anche il coperchio uguale. Solo che adesso non scintilla più tanto nonostante il passaggio in lavapiatti e dobbiamo rifinirlo a mano; mi sono offerta volontaria e non me ne pento.

Leggi il seguito di questo post »

NERO (Una storia suggerita da lei, completamente di fantasia) – Dodicesima parte

by cristinadellamore

Mai capitato prima, mi merito di farmi staccare la testa dal collo, penso, e intanto rompo il contatto e metto un minimo di distanza. Ma la cameriera sembra non abbia nessuna voglia di battersi, non mi incalza adesso che sono disarmata, arretra a sua volta e adesso c’è tutta la larghezza della stanza a dividerci. Si è messa in guardia ma non è più così elegante: col braccio protegge il fianco ferito, cola altro sangue e deve far male, è un po’ troppo curva e attorno alla bocca ha un cerchio bianco per la tensione e la paura.

Leggi il seguito di questo post »

NERO (Una storia suggerita da lei, completamente di fantasia) – Undicesima parte

by cristinadellamore

La cameriera ha ancora gli occhi sbarrati e in più un cerchio bianco attorno alla bocca, mentre tutto il resto, dal collo in giù, è rosso acceso; però obbedisce, è il bello di avere letteralmente il coltello dalla parte del manico. Resto sola, e meno male: prima ancora di rivestirmi frugo nella borsetta, prendo il telefono e scatto un bel primo piano del balordo, che si veda bene la gola tagliata da un orecchio all’altro. Sapete, il Capo è un gran malfidato, ed anche un po’ tirchio, trova ogni scusa per risparmiare e deve essere tutto documentato altrimenti il bonifico non arriva. Per un istante penso quasi seriamente di tagliargli anche l’uccello ed offrirlo alla cameriera, poi mi torna in mente lo sguardo terrorizzato, capisco che è meglio, magari, un mazzo di fiori, e lascio perdere.

Leggi il seguito di questo post »

NERO (Una storia suggerita da lei, completamente di fantasia) – Decima parte

by cristinadellamore

Le cose vanno per le lunghe, mi comincia a far male il culo, penso che dovrò metterci un po’ di crema prima possibile; pensa qualcosa del genere la cameriera che si sposta quasi impercettibilmente, di quel tanto o poco che basta per sfiorarmi dalle spalle ai fianchi. Sento la sua carne calda, sento il suo corpo che trema ogni volta che viene sculacciata ed i baci mi piacciono ancora di più, smetto di pensare alla difficoltà di mettermi a sedere quando sarà finita e mi concentro su quello che faccio, non su quello che subisco.

Leggi il seguito di questo post »

NERO (Una storia suggerita da lei, completamente di fantasia) – Sesta parte

by cristinadellamore

Da dietro, mi dice il bersaglio, pago il doppio. Niente da fare, devo poter controllare la situazione; lo fronteggio e gli dico di togliermi le mutandine. Abbocca.

Perfetto. Ginocchiata in faccia, il sangue che schizza da tutte le parti (capite adesso perché prediligo il nero? Il sangue non si nota), e completo il movimento afferrando il coltello dallo stivale. Glielo piazzo alla gola e improvvisamente questo qui non ha più voglia di incularmi, ma che strano. Gli viene voglia di parlare, invece, e in due minuti, più in fretta di una sveltina, so tutto quello che devo sapere. Augurandomi che nessuno debba pisciare lo lascio abbracciato alla tazza del cesso e lo chiudo dentro, per garantirmi quei dieci minuti di cui ho bisogno. L’alternativa sarebbe stata ammazzarlo, ma non è il caso: in fondo è solo un piccolo malavitoso di mezza tacca coinvolto in un gioco di cui non conosce le regole e neanche gli altri giocatori.

Leggi il seguito di questo post »

Farfalle

by cristinadellamore

Lei mi ha piantato le unghie nella schiena e mi ha morso mentre la baciavo. E’ stato bellissimo, e sono rimasta su di lei, schiacciandola con tutto il mio peso sul materasso; sentivo la sua lingua sulle mie labbra, a leccare via le gocce di sangue.

Leggi il seguito di questo post »

Intolleranza

by cristinadellamore

Siamo di nuovo una accanto all’altra, stavolta semisdraiate sulle poltrone in questo ambulatorio, un ago in vena, il sangue che scende nelle sacche di plastica. Donazione al Centro Trasfusionale dell’antico ospedale sul lungotevere.

Come sempre quando ha a che fare con gli aghi, lei è pallida e tirata, e forse è ancora più bella: invece di inginocchiarmi ed adorarla, ho voglia di prenderla tra le braccia, farle posare il capo sul mio seno e confortarla.

Leggi il seguito di questo post »

Sangue del mio sangue

by cristinadellamore

Mi sono svegliata nel bozzolo caldo del piumone ma ero sola.

Lei mi aveva abbracciata, la sera prima, ma adesso era sull’orlo del letto, il più lontano possibile, ed era sveglia come me: vedevo nella penombra il bianco dei suoi occhi e le iridi scure che brillavano. Aveva le labbra semiaperte sui denti bianchi e respirava un po’ più forte del solito.

Leggi il seguito di questo post »

FMTECH

Dal 1992 il sito ufficiale di Marco A. Frasson

EssereDonna&Mamma

forse il segreto è non pensarci più e godermela fino in fondo

Viaggio dentro me

Qui tutti possono essere ciò che vogliono

Ibelieveinunicorns

Mi piace essere la cosa giusta nel posto sbagliato e la cosa sbagliata nel posto giusto, perché accade sempre qualcosa di interessante. Andy Warhol

toffee

you believe forever

Crèmisi Poetica

Essere altrove da memoria trafitta / come nube leggera di gravità arresa . / Essere pensiero bisbigliante e concavo / di pace bramosa in stallo fra le risposte. ©Runa

Tutto sulla mia psicopatica vita almeno sine a quando ne avrò una

Parlerò di me della mia follia I miei pensieri e sogni irrealizzabili vi sfido a seguirmi

paracqua

Un buco nell'acqua, mica facile a farsi

Doduck

Lo stagismo è il primo passo per la conquista del mondo.

La Casa Di Marte

Il momento dove la notte è più buia... è quello più vicino all'alba.

Moll(am)y

Costringimi, ma lasciami andare. Vieni anche tu, se no faccio da sola!

Il Quadernetto

Appunti caotici, ironici, romantici.

un'italiana ad amburgo

Let your past make you better, not bitter ;)

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

Besos de Cuero

"When pain and pleasure become ecstasy." - Erotic tales of dominance, submission and transcendence.

Schiava di MasterSem

Coerenza è comportarsi come si è e non come si è deciso di essere.

Maestro e margherita

Tenebra e tenerezza

Gramonhill - Il blog di Luke

Cinema, racconti e altro...

ZonaProibita

ATTENZIONE VIETATO AI MINORI amore&trasgressione

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

unarossasottosopra

"... il red carpet per una curvy"

Nadia Fagiolo

Racconti, poesie, recensioni e molto altro ancora ...

Res Coquinariae

Food Bloggers

Almeno Tu

racconti e riflessioni

Firstime in Boston

Pensieri disgiunti in universi congiunti.

Bruciami Dentro

Chi sono io? Sono solo una piccola donna che lotta ogni giorno contro i suoi demoni. A volte vincono loro e mi lasciano come un guscio vuoto, pronta ad essere nuovamente devastata. Altre volte invece sono io a vincere e allora vedo il sole anche se sta diluviando

Lupetta above all

...i miei pensieri...

Confessions...My life

«L'eleganza non è farsi notare, ma farsi ricordare" Giorgio Armani

New Phoenix

L'inverno sta arrivando

My Lady Cherry

Sono sempre stata convinta che la libertà di espressione sia fonte di arricchimento, confronto e crescita personale, nel rispetto di tutti e per tutti. Spunti di riflessione e svago.

Le recensioni di Helleenne

Divoratrice di libri, amo scrivere recensioni e perdermi tra le pagine dei romanzi che leggo.

Café Days

When you're dead, you're dead. Until then, there's ice cream.

Syana from Paris

From Paris with love

Alice Jane Raynor

Sperava presto di raccogliere il segreto per essere felici

il mio tempo sospeso

letture ed altri pensieri

Cosa vuoi Vivian? Voglio la favola

racconti d'amore, sogni e sapori

Sogno di Strega

Un pizzico di magia ogni giorno

NonInUnDemoneSolo (blog di diegofanelli)

Nonìn, tranquillo, sarai sempre un demone... (blog sottoposto a Licenza Creative Commons - vedi sezione "About")

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: