Solo per amore

La vita, l'universo e tutto quanto

Tag: profumo

Il fungo dell’amore

by cristinadellamore

Purtroppo non riesco a far ricomparire il tasto del reblogging. Copio e incollo il post pubblicato il 12 dicembre del 2014, un bozzetto delicatissimo, come tutti gli altri, in realtà. Ci regalava storie bellissime, la nostra amica Cristina.

Mario Siniscalchi

Sarebbe più una giornata da polenta, col vento freddo che muove i rami degli alberi davanti alle nostre finestre, ma non ho nessuna voglia di star lì a mescolare per venti minuti e più la farina precotta, quindi faccio una cosa diversa, approfittando di una giornata libera non prevista, e so che a lei piacerà: quando tornerà a casa, stanca e infreddolita, troverà un gradevole tepore ed il profumo dei funghi nell’aria, la vedrò sorridere, sentirò il sapore del suo bacio ed il tepore del suo abbraccio.

Una bella busta di porcini surgelati, per semplificare le cose, due spicchi d’aglio ed una noce di burro, tanto per cominciare; l’aglio rosola nel burro che si fonde e lo tolgo quando diventa scuro, aggiungo i funghi ancora surgelati ed il mezzo dado; non c’è bisogno di acqua, i funghi in qualche modo sudano.

Fiamma viva per venti minuti, dicono le istruzioni sulla confezione, e intanto passo le fettine di carne, pallidissima vitella, nella farina: non sono battute e non le batto, il nostro macellaio si fa pagare a peso d’oro, non a caso lo chiamiamo “Gioielliere”, e quello vende vale ogni centesimo di quello che costa.


Ci siamo, faccio rosolare rapidamente le fettine, le bagno con uno spruzzo di marsala e abbasso la fiamma dopo che l’alcol è evaporato per aggiungere una bustina di panna. Ora non resta che far rapprendere l’intingolo, ma non troppo, perché magari lei vorrà bagnarci un po’ di pane.

Lo scopo è raggiunto, il profumo è come deve essere, e infatti lei è stata felicissima di trovare questo piatto, pronto per essere mangiato. Tanto felice che ha preteso di imboccarmi proprio come farebbero gli uccelli: passando prima dalla sua bocca, la scaloppina ai funghi è addirittura diventata più buona.

Cavalieri e principesse (in pericolo) – Quarta parte

by cristinadellamore

(Psss, la parte precedente è qui)

E no, non è in uniforme, è solo una giovane donna molto elegante ed è la nuova direttrice; bene, io mi sento un po’ a disagio visto che sono vestita un po’ come la parente povera, comunque questa qui, che ad occhio avrà l’età di lei, è molto gentile, mi offre un ottimo caffè e mi spiega che sì, l’attività si è ampliata anche se oggi non sembra ed hanno deciso di ripensare tutto il sistema informatico. Mi scaldo bevendo l’ottimo caffè e mi asciugo nell’ambiente tiepido e profumato, è una enorme cucina nella quale servono anche la prima colazione, come mi ha detto la direttrice, e intanto cerco di non sembrare troppo avida: gestionale, contabilità, sito web, supporto e-commerce, con questi facciamo il budget di un paio di mesi, se va tutto liscio. E deve andare liscio, decido, dimentico quello che ho appena visto e quello che significa, in fondo questa bella signora non ha nulla a che vedere con quello che capita lì fuori, non è vero?

Leggi il seguito di questo post »

Ἑαυτὸν τιμωρούμενος, ovvero la punitrice di sé stessa

by cristinadellamore

Stasera faccio tardi, e sì che avevo promesso di non esagerare; tanto tardi che devo mandare un messaggio a lei, per tranquillizzarla ed invitarla a non cambiare la routine. Scrivo di andare a correre senza di me, solo lei e la cugina, ed io mi farò trovare a casa. O almeno lo spero, perché oltre ad un mare di lavoro amministrativo ed a qualche problema personale dei colleghi del team che, guarda caso, chiedono il mio aiuto per risolverlo, c’è anche traffico, fa freddo e minaccia pioggia. Devo fare ammenda, ovviamente, e ci penso con un angolino del cervello per tutto il tempo in cui cerco di districarmi dal traffico e rabbrividisco per le raffiche di vento gelato che trovano improbabili varchi attraverso il mio giaccone tecnico ed i pantaloni impermeabili; ho anche i piedini gelati, per sbrigarmi non ho messo i copriscarpe e le mie decolté si rivelano inadeguate alla bisogna.

Leggi il seguito di questo post »

Tentativi

by cristinadellamore

Sono alle prese con la registrazione dell’ultimo contatto e cerco di inghiottire l’incazzatura dovuta alla mancata conclusione quando prende a vibrare il mio telefonino personale: lo ho dimenticato acceso quando sono rientrata in ufficio e già questo mi garantirebbe un provvedimento disciplinare. Non rispondo, vedo che è la cugina e la richiamo con quello aziendale digitando il codice delle chiamate personali e così mi beccherò solo l’addebito della chiamata.

Leggi il seguito di questo post »

Evidenze

by cristinadellamore

In questa Roma semivuota è facile dimenticare perché non siamo in ferie. Oggi poi il cielo è coperto, nuvoloni scuri minacciosi, aria ferma e pesante. Mi ritrovo in un angolo del centro, prima che arrivino i turisti, jeans, maglietta e scarpe da ginnastica; appuntamento prestissimo, orario quasi da ufficio, lei è rimasta a casa ed io devo effettuare una specie di sopralluogo in una residenza per malati oncologici.

Leggi il seguito di questo post »

Testimonianze

by cristinadellamore

Conferenza di produzione, il che significa ascoltare i nerd che fanno finta di spiegare cosa si sono inventati di nuovo. Fanno finta, perché non si capisce niente.

Leggi il seguito di questo post »

Possibilità – Prima parte

by cristinadellamore

Io non volevo andarci, in realtà non avrei neanche risposto alla telefonata, ma poi lei mi ha convinto, e ho accettato l’appuntamento con i cacciatori di teste, dopo il primo colloquio siamo al secondo, ci sarà anche qualcuno della società committente.

Appuntamento nel tardo pomeriggio, e questo ovviamente è un problema, soprattutto se durante l’orario di lavoro ho avuto tre appuntamenti di cui uno a casa del diavolo, e anche se adesso mi muovo con la moto la fatica si sente. A proposito, e sia detto tra parentesi, oggi se ne è andato mezzo serbatoio, devo proprio trovare il modo di farmi rimborsare la benzina.

Leggi il seguito di questo post »

Divertimenti – Prima parte

by cristinadellamore

“Sbrigati, per favore”.

Lei ha addosso soltanto l’asciugamano col quale si sta tamponando la corta zazzera castana ed un piccolo orologio d’oro dall’aspetto costoso.

Lei conosce il potere che ha su di me, in aggiunta all’amore ed alla devozione, quando la vedo così: desiderio di inginocchiarmi ed adorarla, gioia di essere sua ed avere l’onore di toccare quel corpo e di sentirlo vibrare per il piacere che prende da me, paura di perderla; anzi, questa paura è ormai quasi sparita, ricompare solo quando la notte è più buia e passa quando lei, nel buio della notte, mi abbraccia e mi tiene stretta.

So che ci mette sempre poco a vestirsi. Se voglio, posso fare in fretta anch’io, ma il bello è che non so cosa indossare.

Leggi il seguito di questo post »

Diversa stagione

by cristinadellamore

E’ rinfrescato. Al mattino presto e alla sera, anzi, fa quasi freddo.

Meglio così. Andiamo a correre che c’è ancora luce, poco prima del tramonto, ed abbiamo tirato fuori dal fondo dei cassetti le magliette con le maniche lunghe, un po’ stinte e slabbrate dai lavaggi. Per reazione, sudiamo di più, e sono felice del caschetto che lavo e asciugo in fretta; lei mi aiuta perché con la zazzeretta “alla tifo” (lei dice che era un termine che usava la nonna) fa ancora prima di me.

Leggi il seguito di questo post »

Il fungo dell’amore

by cristinadellamore

Sarebbe più una giornata da polenta, col vento freddo che muove i rami degli alberi davanti alle nostre finestre, ma non ho nessuna voglia di star lì a mescolare per venti minuti e più la farina precotta, quindi faccio una cosa diversa, approfittando di una giornata libera non prevista, e so che a lei piacerà: quando tornerà a casa, stanca e infreddolita, troverà un gradevole tepore ed il profumo dei funghi nell’aria, la vedrò sorridere, sentirò il sapore del suo bacio ed il tepore del suo abbraccio.

Una bella busta di porcini surgelati, per semplificare le cose, due spicchi d’aglio ed una noce di burro, tanto per cominciare; l’aglio rosola nel burro che si fonde e lo tolgo quando diventa scuro, aggiungo i funghi ancora surgelati ed il mezzo dado; non c’è bisogno di acqua, i funghi in qualche modo sudano.

Fiamma viva per venti minuti, dicono le istruzioni sulla confezione, e intanto passo le fettine di carne, pallidissima vitella, nella farina: non sono battute e non le batto, il nostro macellaio si fa pagare a peso d’oro, non a caso lo chiamiamo “Gioielliere”, e quello vende vale ogni centesimo di quello che costa.

Leggi il seguito di questo post »

EssereDonna&Mamma

forse il segreto è non pensarci più e godermela fino in fondo

Viaggio dentro me

Qui tutti possono essere ciò che vogliono

Ibelieveinunicorns

Mi piace essere la cosa giusta nel posto sbagliato e la cosa sbagliata nel posto giusto, perché accade sempre qualcosa di interessante. Andy Warhol

toffee

you believe forever

Crèmisi Poetica

Essere altrove da memoria trafitta / come nube leggera di gravità arresa . / Essere pensiero bisbigliante e concavo / di pace bramosa in stallo fra le risposte. ©Runa

Tutto sulla mia psicopatica vita almeno sine a quando ne avrò una

Parlerò di me della mia follia I miei pensieri e sogni irrealizzabili vi sfido a seguirmi

Appunti sparsi

Il disordine non esiste.

paracqua

Un buco nell'acqua, mica facile a farsi

Doduck

Lo stagismo è il primo passo per la conquista del mondo.

La Casa Di Marte

Il momento dove la notte è più buia... è quello più vicino all'alba.

Moll(am)y

Costringimi, ma lasciami andare. Vieni anche tu, se no faccio da sola!

Il Quadernetto

Appunti caotici, ironici, romantici.

un'italiana ad amburgo

Let your past make you better, not bitter ;)

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

Schiava di MasterSem

Coerenza è comportarsi come si è e non come si è deciso di essere.

Maestro e margherita

Tenebra e tenerezza

Gramonhill - Il blog di Luke

Cinema, racconti e altro...

ZonaProibita

ATTENZIONE VIETATO AI MINORI amore&trasgressione

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

unarossasottosopra

"... il red carpet per una curvy"

Nadia Fagiolo

Racconti, poesie, recensioni e molto altro ancora ...

Res Coquinariae

Food Bloggers

Almeno Tu

racconti e riflessioni

Firstime in Boston

Pensieri disgiunti in universi congiunti.

Bruciami Dentro

Chi sono io? Sono solo una piccola donna che lotta ogni giorno contro i suoi demoni. A volte vincono loro e mi lasciano come un guscio vuoto, pronta ad essere nuovamente devastata. Altre volte invece sono io a vincere e allora vedo il sole anche se sta diluviando

Lupetta above all

...i miei pensieri...

Confessions...My life

«L'eleganza non è farsi notare, ma farsi ricordare" Giorgio Armani

New Phoenix

L'inverno sta arrivando

My Lady Cherry

Sono sempre stata convinta che la libertà di espressione sia fonte di arricchimento, confronto e crescita personale, nel rispetto di tutti e per tutti. Spunti di riflessione e svago.

Le recensioni di Helleenne

Divoratrice di libri, amo scrivere recensioni e perdermi tra le pagine dei romanzi che leggo.

Café Days

When you're dead, you're dead. Until then, there's ice cream.

Syana from Paris

From Paris with love

Alice Jane Raynor

Sperava presto di raccogliere il segreto per essere felici

il mio tempo sospeso

letture ed altri pensieri

Cosa vuoi Vivian? Voglio la favola

racconti d'amore, sogni e sapori

Sogno di Strega

Un pizzico di magia ogni giorno

NonInUnDemoneSolo (blog di diegofanelli)

Nonìn, tranquillo, sarai sempre un demone... (blog sottoposto a Licenza Creative Commons - vedi sezione "About")

I libri sono gioielli preziosi

Non esiste bene più prezioso della cultura

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: