Solo per amore

La vita, l'universo e tutto quanto

Tag: piedini

Un tranquillo week end di emozioni – Parte quattordicesima

by cristinadellamore

(La parte precedente è qui)

Così stimolata e motivata affronto il pellegrinaggio con il sorriso sulle labbra e trovo anche gradevole l’erba umida e fresca sotto la pianta dei miei piedini nudi mentre ci addentriamo in un altro lato della proprietà e marciamo a coppie seguendo la padrona di casa e la sua fidanzata bionda che hanno aggiunto alle tuniche colorati delle coroncine di fiori, boccioli di rose rosse per la padrona in nero, azzurrissimi fiordalisi per la bionda. Con aria indifferente resto indietro rispetto a lei finché non mi trovo accanto alla rossa che arranca un po’: non deve essere abituata come me all’attività fisica, e probabilmente va fiera del suo corpo un po’ rotondetto dalle curve pronunciate; è alta almeno cinque centimetri più di me e questo certamente la aiuta. Allora, di cosa dobbiamo parlare?

Leggi il seguito di questo post »

E giustizia per tutte – Prima parte

by cristinadellamore

“Stasera non ti sei comportata bene, amore”. Lei si è appena chiusa la porta alle spalle e mi fissa con occhio severo; per una pizza d’inizio estate con un gruppo un po’ più allargato di amici ha indossato una camicia di seta bianca chiusa fino alla gola ed una gonna nera, dritta e stretta fin sotto il ginocchio: le sta benissimo anche se è fin troppo elegante. Ha scelto lei quello che dovevo indossare, camicetta di cotone un po’ troppo aderente sulle tette e gonnellina blu a portafoglio, il tutto completato dai mocassini bassi che mi regalò proprio lei tantissimi anni fa, e insomma, siamo davvero una bella coppia da cartone animato porno giapponese. Sì, avevo capito che voleva giocare, e allora a cena mi sono comportata proprio come una ragazzina maleducata, ruttando dopo la birra, pulendomi la bocca col dorso delle mani e civettando con i camerieri. Quindi chino il capo e mi metto quasi sull’attenti.

Leggi il seguito di questo post »

Dopo tutto, prima del resto

by cristinadellamore

“Rilassati, amore, faccio io”. Ma certo. Lei mi accarezza con la voce prima che con le dita, ed io sono già abbastanza rilassata e tranquilla, legata a spreadeagle sul nostro lettone, dopo il piacere che lei ha preso e dato. Tengo gli occhi semichiusi e le labbra semiaperte e cerco di controllare il respiro un po’ affannoso ed il battito del mio cuore che ancora pompa così forte da rimbombarmi nelle orecchie.

Leggi il seguito di questo post »

Esercizi di stile

by cristinadellamore

“Bravissima amore, sono fiera di te”. E anche io sono fiera di rendere lei fiera. Ma non posso distrarmi, dal momento che sono nuda, faccia al muro, sulla punta dei piedi, le gambe ben aperte, le mani dietro la nuca ed i gomiti larghi. Fisso la parete ad un dito dalla punta del naso e mi concentro sulla piccola imperfezione della tintura: mi viene in mente che dovremmo davvero dare una rinfrescata a casa nostra, ne abbiamo già parlato e lei si è detta d’accordo. Poi smetto di pensarci e mi dedico a sentire il mio stesso corpo e decido che va tutto bene.

Leggi il seguito di questo post »

Segreti e segretarie – Prima parte

by cristinadellamore

“Sai amore, mi è venuto in mente che tu non hai mai visto il mio ufficio”. Lei lascia cadere la frase mentre mi asciuga i piedini, elegantemente accovacciata davanti a me, dopo la doccia e prima della colazione. Io in realtà sto pensando a tutt’altro, ovvero a come convincere lei a togliere l’accappatoio e tornare a letto per una sveltina, e adesso che ci penso mi rendo conto che neanche lei ha mai visto il mio; non che ci sia molto da vedere, e con l’aria che tira è meglio che stia alla larga, ma certo mi piacerebbe vedere dove lavora. Conosco le socie dello studio, non dovrebbe esserci problema.

Leggi il seguito di questo post »

Maglioni ed altri strumenti

by cristinadellamore

“Questa è una serata da maglione, amore”. Lei lo ha deciso dopo aver messo il naso fuori dalla finestra, ed ha dato il buon esempio, visto che ha indossato un pesante cardigan color sabbia sulla camicia bianca di taglio maschile ed una lunga gonna blu di lana; purtroppo ha coperto i piedini con grossi calzettoni blu ed io continuo a pensare a come sarebbe bello sfilarglieli lentamente e leccare devotamente le dita che so essere perfette e profumate e dolcemente saporite. Mi balocco con questa idea ed ho tutta la serata per pensarci, visto che alla scrivania c’è anche la cugina, che ha scelto il maglione rosso che le sta tanto bene ed ha preso in prestito un paio di pantaloni di velluto a coste, completando il tutto con gli scarponcini scamosciati che sì, sarebbero estivi, ma vanno benissimo per completare l’insieme, e fra le due sembra di essere in un film ambientato in qualche elegante palazzo nella campagna britannica. Io ho un po’ protestato prima di rinunciare alla felpa un po’ logora cui sono affezionata, visto che nei primi tempi era l’unico capo di abbigliamento che lei mi concedeva, ed ho concluso la protesta indossando un pesante maglione bianco a coste e le calze a righe orizzontali da uomo comprate nel negozio specializzato, che costano uno sproposito e mi arrivano ben sopra il ginocchio. Tra l’orlo delle calze ed il bordo del maglione solo il mio nuovo perizoma nero, comprato ai saldi, addirittura più ridotto di quelli che indossa lei, anche se mi gelo un po’ il culo nonostante il parquet sul quale sono accovacciata, ai piedi di lei. Per fortuna nell’angolo cottura sobbolle lentamente emanando un profumino stuzzicante la pentola di coccio della nonna di lei con il minestrone che mangeremo tra un po’, e sarà sempre troppo tardi: ho anche fame, giornata faticosa e corsa più che impegnativa.

Leggi il seguito di questo post »

Tempo e previsioni

by cristinadellamore

Freddo, nuvole basse e nere e pioggia per una domenica di gennaio. Già quando siamo uscite a correre pioveva e ci siamo inzuppate come non ci capitava da tempo, e non è bastata la doccia bollente per riscaldarmi, ci è voluto l’impegno di lei che mi ha strofinata a lungo con l’asciugamano e non solo.

Leggi il seguito di questo post »

Ἑαυτὸν τιμωρούμενος, ovvero la punitrice di sé stessa

by cristinadellamore

Stasera faccio tardi, e sì che avevo promesso di non esagerare; tanto tardi che devo mandare un messaggio a lei, per tranquillizzarla ed invitarla a non cambiare la routine. Scrivo di andare a correre senza di me, solo lei e la cugina, ed io mi farò trovare a casa. O almeno lo spero, perché oltre ad un mare di lavoro amministrativo ed a qualche problema personale dei colleghi del team che, guarda caso, chiedono il mio aiuto per risolverlo, c’è anche traffico, fa freddo e minaccia pioggia. Devo fare ammenda, ovviamente, e ci penso con un angolino del cervello per tutto il tempo in cui cerco di districarmi dal traffico e rabbrividisco per le raffiche di vento gelato che trovano improbabili varchi attraverso il mio giaccone tecnico ed i pantaloni impermeabili; ho anche i piedini gelati, per sbrigarmi non ho messo i copriscarpe e le mie decolté si rivelano inadeguate alla bisogna.

Leggi il seguito di questo post »

Esperienze

by cristinadellamore

“Sei sicura, amore?”. La voce di lei mi arriva un po’ ovattata, ma c’è un’ottima ragione. Ho addosso un orribile cappuccio da slave, che mi copre il capo fino al mento, mi impedisce di vedere e di parlare, e mi lascia respirare con un po’ di fatica attraverso due forellini più o meno all’altezza delle narici; ho anche un ampio camicione che mi arriva fino ai piedi e mi sta largo, un po’ come una tenda, per nascondere tutto il resto del mio corpo, ho i polsi ammanettati dietro la schiena ed i ceppi alle caviglie, neanche mezzo metro di catena. In piedi in un angolo del nostro soggiorno studio, non sono più io e faccio parte dell’arredamento. Come posso, faccio segno di sì.

Leggi il seguito di questo post »

Compagnia

by cristinadellamore

Ho riconquistato il mio posto sul venerabile parquet ai piedi di lei; ho indossato, come lei mi ha chiesto, la felpa più grossa ed informe che abbiamo in casa, del papà di lei che all’epoca era ingrassato un po’ ed il reggiseno a balconcino, ed infine uno dei perizoma che lei indossa sotto i pantaloni dei tailleur, e devo dire che a parte qualche minuto di fastidio per il filo interdentale che affonda tra le natiche mi sta decisamente bene, devo prendere in considerazione l’idea di usarli anche io al posto delle culottes. Lei si è accomodata in poltrona ed ha appoggiato le gambe ad un bracciolo, così ho potuto verificare che dopo la corsa e la doccia non ha messo altro che una felpa molto più aderente e sottile.

Leggi il seguito di questo post »

EssereDonna&Mamma

forse il segreto è non pensarci più e godermela fino in fondo

Daniele Peluso

Fotografia, scrittura, minimalismo, voli pindarici, nebbie ed utopie.

Viaggio dentro me

Qui tutti possono essere ciò che vogliono

Ibelieveinunicorns

Mi piace essere la cosa giusta nel posto sbagliato e la cosa sbagliata nel posto giusto, perché accade sempre qualcosa di interessante. Andy Warhol

toffee

you believe forever

Crèmisi Poetica

Essere altrove da memoria trafitta / come nube leggera di gravità arresa . / Essere pensiero bisbigliante e concavo / di pace bramosa in stallo fra le risposte. ©Runa

Tutto sulla mia psicopatica vita almeno sine a quando ne avrò una

Parlerò di me della mia follia I miei pensieri e sogni irrealizzabili vi sfido a seguirmi

Appunti sparsi

Il disordine non esiste.

paracqua

Un buco nell'acqua, mica facile a farsi

Doduck

Lo stagismo è il primo passo per la conquista del mondo.

La Casa Di Marte

Il momento dove la notte è più buia... è quello più vicino all'alba.

Moll(am)y

Costringimi, ma lasciami andare. Vieni anche tu, se no faccio da sola!

Il Quadernetto

Appunti caotici, ironici, romantici.

un'italiana ad amburgo

Let your past make you better, not bitter ;)

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

Schiava di MasterSem

Coerenza è comportarsi come si è e non come si è deciso di essere.

Maestro e margherita

Tenebra e tenerezza

Gramonhill - Il blog di Luke

Cinema, racconti e altro...

ZonaProibita

ATTENZIONE VIETATO AI MINORI amore&trasgressione

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

unarossasottosopra

"... il red carpet per una curvy"

Nadia Fagiolo

Racconti, poesie, recensioni e molto altro ancora ...

Res Coquinariae

Food Bloggers

Almeno Tu

racconti e riflessioni

Firstime in Boston

Pensieri disgiunti in universi congiunti.

NIENTE PANICO

procedete guardinghi perché non conoscete il vero volto delle cose che vi circondano

Bruciami Dentro

Chi sono io? Sono solo una piccola donna che lotta ogni giorno contro i suoi demoni. A volte vincono loro e mi lasciano come un guscio vuoto, pronta ad essere nuovamente devastata. Altre volte invece sono io a vincere e allora vedo il sole anche se sta diluviando

Lupetta above all

...i miei pensieri...

Confessions...My life

«L'eleganza non è farsi notare, ma farsi ricordare" Giorgio Armani

New Phoenix

L'inverno sta arrivando

My Lady Cherry

Sono sempre stata convinta che la libertà di espressione sia fonte di arricchimento, confronto e crescita personale, nel rispetto di tutti e per tutti. Spunti di riflessione e svago.

Le recensioni di Helleenne

Divoratrice di libri, amo scrivere recensioni e perdermi tra le pagine dei romanzi che leggo.

Café Days

When you're dead, you're dead. Until then, there's ice cream.

Syana from Paris

From Paris with love

Alice Jane Raynor

Sperava presto di raccogliere il segreto per essere felici

il mio tempo sospeso

letture ed altri pensieri

Cosa vuoi Vivian? Voglio la favola

racconti d'amore, sogni e sapori

Sogno di Strega

Un pizzico di magia ogni giorno

NonInUnDemoneSolo (blog di diegofanelli)

Nonìn, tranquillo, sarai sempre un demone... (blog sottoposto a Licenza Creative Commons - vedi sezione "About")

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: