Solo per amore

La vita, l'universo e tutto quanto

Tag: pancino

Dopo tutto, prima del resto

by cristinadellamore

“Rilassati, amore, faccio io”. Ma certo. Lei mi accarezza con la voce prima che con le dita, ed io sono già abbastanza rilassata e tranquilla, legata a spreadeagle sul nostro lettone, dopo il piacere che lei ha preso e dato. Tengo gli occhi semichiusi e le labbra semiaperte e cerco di controllare il respiro un po’ affannoso ed il battito del mio cuore che ancora pompa così forte da rimbombarmi nelle orecchie.

Leggi il seguito di questo post »

Inaugurazione

by cristinadellamore

“Tranquilla, amore, ti tengo io”. Non c’è bisogno di dirlo e lei lo sa. Sono bendata, i polsi ammanettati dietro la schiena, ceppi alle caviglie uniti da mezzo metro di catena e lei mi tiene per un braccio quindi mi sento sicura come non mai, mentre scendiamo le ripide scale che portano all’ingresso del palazzetto, alla cantina e finalmente al sotterraneo. Stiamo andando lì, lei ci e’ andata appena siamo arrivate e mi ha proibito di seguirla.

Leggi il seguito di questo post »

Questa volta

by cristinadellamore

Mi risveglio di soprassalto, zuppa di sudore nonostante il condizionatore che ronza in un angolo, la maglietta XXL che ieri sera, chissà perché, ho tenuto addosso arrotolata fin quasi alle ascelle. Un sogno, ovviamente, in questa notte estiva, e qualcuno lo chiamerebbe un sogno premonitore.

Leggi il seguito di questo post »

Letture

by cristinadellamore

Stasera lei ha ancora da lavorare ed io sono andata a letto per prima, così stanca da non riuscire a dormire. E sì che domani mattina la sveglia suona prima del solito, abbiamo una riunione importante e sono senza scooter, lasciato dal meccanico per pagare il dazio alle buche sull’asfalto, quindi viaggio con i mezzi pubblici dalla durata imprevedibile.

Leggi il seguito di questo post »

Una breve vacanza – Sesta parte

by cristinadellamore

È mattina e lei mi sveglia con tanti baci dove mi piace di più; ha ancora qualche segno sul culo, indossa ancora il collare perché ieri sera ci siamo addormentate quasi di colpo dopo aver provato tutto il piacere del mondo, in ogni angolo della nostra ampia stanza e non solo. Mi lamento quando lei si stacca da me, ma non faccio in tempo a prenderla per la nuca, schizza in piedi e mi incita: “Sveglia, dormigliona. Abbiamo la spa prenotata tra dieci minuti, faremo colazione lì, e non solo”.

Leggi il seguito di questo post »

Temporale

by cristinadellamore

Stamattina siamo uscite a correre e ci ha prese la pioggia, per la prima volta dopo tanto tempo; non ci siamo fermate, anzi, e alla fine lei ha consultato il telefonino ed ha concluso che era un bel po’ che non andavamo così bene. Facile, non faceva più quel caldo che anche alle otto del mattino ti taglia le gambe e mozza il respiro.

Leggi il seguito di questo post »

NERO (Una storia suggerita da lei, completamente di fantasia) – Ottava parte

by cristinadellamore

Il balordo trova al primo colpo casa sua, o almeno così mi sembra, e ci invita a scendere, rinunciando con un certo rimpianto alle nostre carezze, soprattutto a quelle della cameriera che sono via via diventate più mirate, ed hanno avuto effetto, perché lo vedo camminare un po’ curvo lungo il vialetto (sì, perché queste casette, al contrario di quelle dei film americani, non hanno il garage, e così tutti si arrangiano parcheggiando sul giardino spelacchiato, che fa molto bidonville, peccato. Leggi il seguito di questo post »

Contraddizioni – Seconda parte

by cristinadellamore

(Qui la prima parte)

Per tutto quello che ho appena detto, e considerato che siamo inquadrati nel contratto del commercio, noi non abbiamo gli ammortizzatori sociali. O meglio, non avevamo la cassa integrazione, non ho idea di come funzioni ora, mi devo informare, e accidenti a me per non averci pensato prima. Io sono un costo, e metaforicamente lui impugna già una scimitarra.

Leggi il seguito di questo post »

Odori

by cristinadellamore

Stasera in casa c’è un profumo diverso dal solito. Me ne accorgo non appena mi chiudo la porta dietro le spalle, prima ancora di liberarmi della borsetta, della borsa con il computer, del giaccone tecnico e delle scarpe – questo è l’ordine che seguo sempre, lei dice che è un segno di OCD, io ho controllato su Google e le ho dato ragione.

Leggi il seguito di questo post »

Sottintesi

by cristinadellamore

“E’ tanto che non ti legavo, ne sentivo il bisogno, e vederti così mi piace sempre di più. Puoi muoverti un po’, come se volessi liberarti, e vedo che c’è un po’ di paura nei tuoi occhi. Hai ragione, stasera sentirai tutto il dolore che voglio infliggerti, ho qui i cubetti di ghiaccio e la candela. Ti piace, ne ho scelto una nera, così la cera fusa spiccherà di più sulla tua pelle, ma adesso apri la bocca. Non vuoi? Ti stringo il naso con due dita, devi farlo, e voilà, ti infilo in bocca le mutandine, e devi tenerle, ho visto che hai buttato le calze smagliate e ne ho presa una, va benissimo per imbavagliarti. E’ inutile che ti agiti, anzi, è utilissimo, mi piace di più: senti, come sono eccitata, annusa, me sono messa due dita dentro e sono fradice e profumate. Ma sei eccitata anche tu, non è vero? Sento il tuo odore, non ho bisogno di toccarti. No, non ti bendo, guardami, scelgo il cubetto di ghiaccio più grosso, è freddo e ruvido, cosa pensi che ne farò? Comincio dai capezzoli, ma prima li lecco un po’, così. Ti piace, ti rilassi, ed ecco il gelo. Mi piace quando tremi così, è giusto e bello. L’altro, stesso trattamento. Volevi dire qualcosa? Non importa, vuoi dirmi che brucia? Il freddo può bruciare, come il caldo. Lo so cosa stai pensando, la farò, ma prima la candela. La fiamma è bella, non è vero? Guardala, muovi pure la testa, non voglio ipnotizzarti ma mi piace il colore dei tuoi occhi davanti a questa luce, Ci siamo, non puoi stringere i denti, ma non puoi neanche gridare, puoi solo subire. Scotta? Può essere anche più caldo di così, basta che mi avvicino un po’ di più. Respira, mi fermo un po’, c’è ancora tanto ghiaccio e la candela è nuova, abbiamo tutta la notte. Hai mai visto come si fa a fissare una candela su un piattino? Ci vuole un po’ di cera e poi si appoggia e si spinge, prima che la cera si raffreddi. Così, ti sta benissimo, in mezzo ai seni, e così ho le mani libere, per metterti un cubetto di ghiaccio proprio qui, sul pancino, non muoverti troppo altrimenti la candela cade e ti bruci, non potrei sopportarlo. Respira, ti concedo qualche minuto di tregua, e intanto senti come sono calda, lo senti come mi sfrego qui, contrai i muscoli e lasciati usare, altrimenti anche qui sulla coscia dove la pelle è più sottile sentirai il fuoco ed il gelo. Bene, non ne posso più nemmeno io, ci siamo quasi. Sei stata brava, resisti ancora un po’ ed avrai il tuo premio, rilassati, ci siamo quasi. Sei bollente anche qui, ho voglia di vedere l’effetto che fa un altro cubetto di ghiaccio. Non devi fare così, quasi facevi cadere la candela, stai attenta. E adesso che stai piangendo ti lecco le lacrime una ad una e ti ripeto che ti amo. Sei pronta, e allora vieni per me, io posso aspettare e anche se non puoi dirlo guardami negli occhi e vieni per il nostro amore”.

EssereDonna&Mamma

forse il segreto è non pensarci più e godermela fino in fondo

Daniele Peluso

Fotografia, scrittura, minimalismo, voli pindarici, nebbie ed utopie.

Viaggio dentro me

Qui tutti possono essere ciò che vogliono

Ibelieveinunicorns

Mi piace essere la cosa giusta nel posto sbagliato e la cosa sbagliata nel posto giusto, perché accade sempre qualcosa di interessante. Andy Warhol

toffee

you believe forever

Crèmisi Poetica

Essere altrove da memoria trafitta / come nube leggera di gravità arresa . / Essere pensiero bisbigliante e concavo / di pace bramosa in stallo fra le risposte. ©Runa

Tutto sulla mia psicopatica vita almeno sine a quando ne avrò una

Parlerò di me della mia follia I miei pensieri e sogni irrealizzabili vi sfido a seguirmi

Appunti sparsi

Il disordine non esiste.

paracqua

Un buco nell'acqua, mica facile a farsi

Doduck

Lo stagismo è il primo passo per la conquista del mondo.

La Casa Di Marte

Il momento dove la notte è più buia... è quello più vicino all'alba.

Moll(am)y

Costringimi, ma lasciami andare. Vieni anche tu, se no faccio da sola!

Il Quadernetto

Appunti caotici, ironici, romantici.

un'italiana ad amburgo

Let your past make you better, not bitter ;)

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

Schiava di MasterSem

Coerenza è comportarsi come si è e non come si è deciso di essere.

Maestro e margherita

Tenebra e tenerezza

Gramonhill - Il blog di Luke

Cinema, racconti e altro...

ZonaProibita

ATTENZIONE VIETATO AI MINORI amore&trasgressione

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

unarossasottosopra

"... il red carpet per una curvy"

Nadia Fagiolo

Racconti, poesie, recensioni e molto altro ancora ...

Res Coquinariae

Food Bloggers

Almeno Tu

racconti e riflessioni

Firstime in Boston

Pensieri disgiunti in universi congiunti.

NIENTE PANICO

procedete guardinghi perché non conoscete il vero volto delle cose che vi circondano

Bruciami Dentro

Chi sono io? Sono solo una piccola donna che lotta ogni giorno contro i suoi demoni. A volte vincono loro e mi lasciano come un guscio vuoto, pronta ad essere nuovamente devastata. Altre volte invece sono io a vincere e allora vedo il sole anche se sta diluviando

Lupetta above all

...i miei pensieri...

Confessions...My life

«L'eleganza non è farsi notare, ma farsi ricordare" Giorgio Armani

New Phoenix

L'inverno sta arrivando

My Lady Cherry

Sono sempre stata convinta che la libertà di espressione sia fonte di arricchimento, confronto e crescita personale, nel rispetto di tutti e per tutti. Spunti di riflessione e svago.

Le recensioni di Helleenne

Divoratrice di libri, amo scrivere recensioni e perdermi tra le pagine dei romanzi che leggo.

Café Days

When you're dead, you're dead. Until then, there's ice cream.

Syana from Paris

From Paris with love

Alice Jane Raynor

Sperava presto di raccogliere il segreto per essere felici

il mio tempo sospeso

letture ed altri pensieri

Cosa vuoi Vivian? Voglio la favola

racconti d'amore, sogni e sapori

Sogno di Strega

Un pizzico di magia ogni giorno

NonInUnDemoneSolo (blog di diegofanelli)

Nonìn, tranquillo, sarai sempre un demone... (blog sottoposto a Licenza Creative Commons - vedi sezione "About")

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: