Guinzagli – Terza parte

by cristinadellamore

(Questa è l’ultima parte, quella precedente è qui)

“Così va meglio, amore. Ho una cosa per te, resta ferma come sei”. E sì, me ne accorgo, mi mette il collare, ben stretto, ed accidenti quanto mi piace, e quanto mi piace quando mi ordina di aprire la bocca e la usa per farmi reggere l’estremità del guinzaglio. Lei ha le mani libere, si stringe a me, sento sulla pelle il cuoio un po’ ruvido del giaccone che indossa, fa qualcosa e libera anche me, senza togliermi la benda. L’ordine è sempre quello di restare immobile, obbedisco al meglio che posso, anche quando lei infila una gamba tra le mie e comincia a sfregare la coscia coperta dalla tela jeans consumata e meravigliosamente morbida proprio dove mi fa più effetto.

Leggi il seguito di questo post »