Un tranquillo week end di emozioni – Parte seconda

by cristinadellamore

(Psss, la parte precedente è qui)

Dunque, siamo dalle parti del lago di Nemi, e la padrona di casa parla, appunto, del rex Nemorensis, e ci mette dentro qualche altra frase in latino. Io faccio segno di sì come tutte le amiche, tanto so benissimo che lei me lo spiegherà per filo e per segno; poi parla del culto di Diana Aricina e questo lo capisco anche io, deve aver a che fare con Ariccia. Insomma, faremo una serie di riti ed invocazioni per ottenere l’arrivo della primavera e favorire la fertilità. E qui la padrona di casa fa un sorriso ambiguo ed io non posso fare a meno di chiedermi se stia parlando della fertilità dei campi o di quella delle donne. Preferisco non approfondire. Mi sono distratta per un attimo e la spiegazione è finita. Lei mi passa un braccio attorno alla vita, il solito gesto per farsi sentire vicina e darmi conforto, ed anche questa volte raggiunge lo scopo, mi rilasso e mi dispongo ad ascoltare molto e parlare poco. Immagino ci saranno molte domande.

Leggi il seguito di questo post »