Solo per amore

La vita, l'universo e tutto quanto

Tag: labbra

Al calduccio

by cristinadellamore

Condividere i momenti in cui ci si abbandona al sonno e si rinuncia al controllo: la nostra amica Cristina ce lo racconta con la delicatezza che la contraddistingue. Pubblicato per la prima volta il 21 febbraio 2015.

Mario Siniscalchi

Stanotte lei ha fatto una cosa che in genere non fa; dopo avermi baciata per augurarmi sogni d’oro, ha posato il capo sui miei seni e si è addormentata in un attimo.

Io ho sistemato il lembo del piumone in maniera tale che non le desse fastidio e sono rimasta sveglia, nell’oscurità temperata dall’illuminazione stradale che trapelava dagli avvolgibili semiaperti.

Guardavo lei, ma più che guardarla la sentivo contro di me, e le accarezzavo gentilmente i sottili capelli scuri che aveva raccolto con un elastico prima di venire a letto in una piccola coda.

Leggi il seguito di questo post »

Nella norma

by cristinadellamore

Con questo post, pubblicato per la prima volta il 3 febbraio 2015, comincia il racconto del viaggio della nostra amica Cristina e della sua lei – Stella – alla ricerca di un figlio. Leggendolo, e già sapendo quello che è accaduto dopo, la mia tristezza aumenta.

Mario Siniscalchi

Il batuffolo d’ovatta, poi l’ago acuminato nella morbida pelle all’interno del gomito a cercare la vena che scorre sottopelle, il sangue rosso, scuro, denso che riempie le fialette. Lo stiamo facendo assieme, ed ho la conferma che se c’è una cosa di cui lei ha paura sono proprio gli aghi.

Cerotto, altrimenti la manica della camicia bianca di cotone si potrebbe macchiare e sarebbe un peccato, un bacio ed un caffè: da pallida che era, lei riprende colore, tanto da raccontare ancora un pezzetto della sua vita prima che ci fossi io, quella vita di cui sono gelosa.

“Mi viene da papà, credo. Anche a lui facevano paura gli aghi, e considera che ai suoi tempi, quando era un bambino, molte medicine che adesso si prendono in pillole, erano somministrate sotto forma di iniezione”.

Non ci ho mai pensato. Io sono stata una bambina sanissima, ed a maggior ragione il mio lungo ricovero in ospedale prima, in clinica poi, aveva aggiunto angoscia al dolore ed alla vergogna dell’aggressione. Per fortuna, quando sono uscita dalla clinica ho trovato lei ad aspettarmi, a porgermi una mano, ad offrirmi una spalla su cui piangere ed un letto in cui riscaldarmi al suo tepore.

Devo essere impallidita io, al ricordo, ed è lei a baciare me ed a offrirmi mezzo cornetto.

“Papà diceva sempre che grazie a questa sua paura si era tenuto alla larga dall’eroina: quando era ragazzo era una specie di malattia sociale, quasi ogni mattina leggeva sul giornale il nome di un amico o di un conoscente trovato fulminato, con l’ago ancora in vena”.

E adesso, si parla tanto di cocaina e di droghe sintetiche, ma l’eroina credo che esista sempre, magari ci si muore di meno. Mi piacerebbe informarmi, chi lo sa.

Leggi il seguito di questo post »

Ad occhi spalancati – Quarta parte

by cristinadellamore

(Qui la parte precedente)

“Maschere e mantelli servono a renderci irriconoscibili, amore, quindi credo che l’idea sia che ogni ospite possa e debba andare alla ventura. Potrebbe essere un bel gioco”. Lei ha appena cominciato a muovere l’altra mano in esplorazione ed ha trovato un capezzolo rigonfio, e comincia a stringerlo gentilmente attraverso il tessuto causandomi un dolcissimo dolore: in questi casi io pendo dalle labbra sottili di lei e se anche mi dicesse di buttarmi dalla finestra lo farei senza discutere, figuriamoci. Dunque, stringendo ed accarezzando, facendomi dolcemente impazzire, lei mi spiega il gioco.

Leggi il seguito di questo post »

Piccoli dolori, piccole soddisfazioni

by cristinadellamore

Oggi a piedi, col mal di schiena che preannuncia il ciclo da qualche tempo, in cambio del mal di pancia e dei crampi che mi venivano fino a qualche mese fa. Ringraziamo dunque per le piccole cose, penso per darmi coraggio mentre affronto l’arietta mattutina protetta dal piumino d’oca che mi ha regalato lei qualche tempo fa, dalla sciarpona a scacchi che era del padre di lei e dal berretto a tronco di cono cui era affezionatissima la madre e che lei ha deciso sta meglio a me.

Leggi il seguito di questo post »

Dipendenze ed indipendenza – Seconda parte

by cristinadellamore

(Questa è l’ultima parte, segue da qui)

Facciamo la spesa, anche se non ce ne sarebbe bisogno, ma la vetrina del piccolo supermercato dai grandi prezzi espone un’affascinante collezione di formaggi e decidiamo che sì, se non è stasera sarà per domani, ne prendiamo un bel po’ e facciamo una cena assolutamente non dietetica, e poi passiamo anche all’enoteca e lei insiste per comprare due bottiglie del bianco profumatissimo che tanto mi piace e che, dice, con questi formaggi andrà benissimo. Magari stasera no, con questa pioggia e l’umidità che ti entra nelle ossa, se non combiniamo di andare a prendere la cugina in centro e di mangiare qualcosa lì prepareremo al volo un po’ di pastasciutta, penso, e lei annuisce come se mi avesse sentito.

Leggi il seguito di questo post »

Emozioni

by cristinadellamore

Mi sono svegliata qualche minuto prima del solito, e nella mezza luce di un’alba tardiva a causa dell’ora legale mi sono voltata nel lettone, piano, per non dare fastidio a lei che ho sentito respirare accanto a me. Mi sono voltata per ammirare il suo profilo e per proteggere il suo riposo.

Leggi il seguito di questo post »

Tavolate

by cristinadellamore

In macchina verso il centro, e lei ha scelto di riprendere una di quelle piccoline del car sharing. Già, perché stiamo andando a cena dal professore che ha finalmente deciso di ricambiare il nostro invito dell’estate scorsa, la cugina è già lì e dobbiamo entrare in una zona a traffico limitato, quindi la scelta è obbligata se non vogliamo usare la moto. E noi non lo vogliamo, ci siamo messe abbastanza eleganti e lei è ancora più bella e desiderabile del solito nel suo abito lungo ed aderente, le spalle scoperte ora protette da un bolerino di pelliccia. Nel piccolo portabagagli abbiamo due buone bottiglie, e insomma, ci siamo gettate alle spalle le perplessità che nutrivamo davanti a questo strano rapporto e parcheggiamo puntuali in un angolo di Roma bellissimo, tra il Tevere e Campo de’ Fiori.

Leggi il seguito di questo post »

Promesse

by cristinadellamore

Lei mi lascia respirare, finalmente, dopo avermi abbracciata e baciata. Ha le labbra gelate, stasera fa freddo, e lei è scesa a buttare la spazzatura, e ci ha messo forse un po’ troppo tempo, tanto da farmi preoccupare. Non voglio lasciarla andare, la stringo di nuovo e di nuovo la bacio, finché non piega le ginocchia e sulle mie labbra sussurra “Ti amo”.

Leggi il seguito di questo post »

Una breve vacanza – Nona parte

by cristinadellamore

(Qui la puntata precedente)

Sento il respiro di lei caldo e profumato, e poi la carezza del cuoio. Mi mette il collare, lo stringe, lo sposta un po’ per controllare il gioco che ha con la mia pelle, mi tocca sopra e sotto quella meravigliosa striscia di cuoio nero alta tre dita, rinforzata da tanti bulloni di ottone che lucidiamo con cura, sente i miei brividi ed ha una risatina di apprezzamento.

Leggi il seguito di questo post »

Nuove sorprese

by cristinadellamore

Mi sveglio un po’ a disagio. Come sempre mi sono addormentata supina, con un braccio attorno alle spalle di lei che appoggia il capo sul mio seno (“Molto meglio di un cuscino di piume, amore, mi sostiene e mi fa anche passare i doloretti alla cervicale”, dice sempre lei prima di addormentarsi e dopo aver dato il bacio della buonanotte ai miei capezzoli), come sempre mi sono risvegliata nella stessa posizione, col calore del respiro di lei a tenermi compagnia.

Leggi il seguito di questo post »

EssereDonna&Mamma

forse il segreto è non pensarci più e godermela fino in fondo

Daniele Peluso

Fotografia, scrittura, minimalismo, voli pindarici, nebbie ed utopie.

Viaggio dentro me

Qui tutti possono essere ciò che vogliono

Ibelieveinunicorns

Mi piace essere la cosa giusta nel posto sbagliato e la cosa sbagliata nel posto giusto, perché accade sempre qualcosa di interessante. Andy Warhol

toffee

you believe forever

Crèmisi Poetica

Essere altrove da memoria trafitta / come nube leggera di gravità arresa . / Essere pensiero bisbigliante e concavo / di pace bramosa in stallo fra le risposte. ©Runa

Tutto sulla mia psicopatica vita almeno sine a quando ne avrò una

Parlerò di me della mia follia I miei pensieri e sogni irrealizzabili vi sfido a seguirmi

Appunti sparsi

Il disordine non esiste.

paracqua

Un buco nell'acqua, mica facile a farsi

Doduck

Lo stagismo è il primo passo per la conquista del mondo.

La Casa Di Marte

Il momento dove la notte è più buia... è quello più vicino all'alba.

Moll(am)y

Costringimi, ma lasciami andare. Vieni anche tu, se no faccio da sola!

Il Quadernetto

Appunti caotici, ironici, romantici.

un'italiana ad amburgo

Let your past make you better, not bitter ;)

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

Schiava di MasterSem

Coerenza è comportarsi come si è e non come si è deciso di essere.

Maestro e margherita

Tenebra e tenerezza

Gramonhill - Il blog di Luke

Cinema, racconti e altro...

ZonaProibita

ATTENZIONE VIETATO AI MINORI amore&trasgressione

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

unarossasottosopra

"... il red carpet per una curvy"

Nadia Fagiolo

Racconti, poesie, recensioni e molto altro ancora ...

Res Coquinariae

Food Bloggers

Almeno Tu

racconti e riflessioni

Firstime in Boston

Pensieri disgiunti in universi congiunti.

NIENTE PANICO

procedete guardinghi perché non conoscete il vero volto delle cose che vi circondano

Bruciami Dentro

Chi sono io? Sono solo una piccola donna che lotta ogni giorno contro i suoi demoni. A volte vincono loro e mi lasciano come un guscio vuoto, pronta ad essere nuovamente devastata. Altre volte invece sono io a vincere e allora vedo il sole anche se sta diluviando

Lupetta above all

...i miei pensieri...

Confessions...My life

«L'eleganza non è farsi notare, ma farsi ricordare" Giorgio Armani

New Phoenix

L'inverno sta arrivando

My Lady Cherry

Sono sempre stata convinta che la libertà di espressione sia fonte di arricchimento, confronto e crescita personale, nel rispetto di tutti e per tutti. Spunti di riflessione e svago.

Le recensioni di Helleenne

Divoratrice di libri, amo scrivere recensioni e perdermi tra le pagine dei romanzi che leggo.

Café Days

When you're dead, you're dead. Until then, there's ice cream.

Syana from Paris

From Paris with love

Alice Jane Raynor

Sperava presto di raccogliere il segreto per essere felici

il mio tempo sospeso

letture ed altri pensieri

Cosa vuoi Vivian? Voglio la favola

racconti d'amore, sogni e sapori

Sogno di Strega

Un pizzico di magia ogni giorno

NonInUnDemoneSolo (blog di diegofanelli)

Nonìn, tranquillo, sarai sempre un demone... (blog sottoposto a Licenza Creative Commons - vedi sezione "About")

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: