Solo per amore

La vita, l'universo e tutto quanto

Tag: gonna

Nelle fauci del lupo – Parte seconda

by cristinadellamore

(Qui la parte precedente)

I saluti sono subito un problema, mi presento rivolgendomi a quello seduto, ne ho in cambio una risposta borbottata e l’invito ad accomodarmi; la poltroncina è bassa e traballante, resisto alla tentazione di tirare giù la gonna e mi limito a serrare caviglie e ginocchia, conscia di fornire un discreto spettacolo a chi abbia voglia di guardare. E tutti i miei interlocutori sembra abbiano voglia, si presentano uno ad uno senza guardarmi in faccia, e sarebbe divertente se non fosse imbarazzante perché uno mi guarda le gambe, gli altri due hanno gli occhi fissi sulle tette. Non c’è forse un accenno di sorriso sui visi di questi tre, come se fosse un gioco? In questa azienda sono famosi per i comportamenti arroganti e sessisti: potrebbe essere almeno in parte una leggenda metropolitana e questi uomini, sicuramente i capi, forse trovano divertente alimentarla.

Leggi il seguito di questo post »

Disintermediazione – Terza parte

by cristinadellamore

(Segue da qui)

Il nerd conclude le sue incomprensibili spiegazioni e mi invita a prendere il caffè dopo aver chiuso il suo portatile con un gesto elegante e definitivo, ed io mi accorgo che è passata quasi un’ora, e le due amministrative continuano a parlare, impossibile che stiano ancora discutendo di lavoro; comunque dico che va bene e seguo il nerd in corridoio, rendendomi conto che si è autoproclamato guardia del corpo: peserà venti chili in meno del commerciale energumeno e se non fosse una cosa terribilmente seria mi verrebbe da ridere. Ma davvero quel tizio sarebbe capace, per dire, di prendermi a schiaffi? Preferisco dirmi che non è possibile, e lo dico anche al nerd mentre ci scottiamo con il caffè bollente ed orribile della macchinetta; il nerd si stringe nelle spalle e dice che in questo mondo una cosa è impossibile finché non arriva qualcuno e la fa, che poi sarebbe quasi una citazione di Einstein, e insomma, non è che mi aiuta a non preoccuparmi.

Leggi il seguito di questo post »

Soldi e denari – Prima parte

by cristinadellamore

L’appuntamento è ad un’ora improponibile ma il cliente ha sempre ragione, quindi mi trovo puntualissima, nel buio di questo tardo autunno particolarmente bagnato ma non freddissimo, nel cuore dell’ansa barocca, come è diventato di moda chiamarla, insomma tra piazza Navona, Campo de’ Fiori ed il lungotevere; una stradina tranquilla, il selciato con i sanpietrini un po’ sporco come dovunque a Roma, e tanti palazzi importanti. In particolare, quello davanti al cui portone sbarrato mi trovo un po’ come una questuante, con la particolarità che sulla parete non c’è la placca moderna del citofono.

Leggi il seguito di questo post »

Luci e città (o forse il contrario) – Ventiduesima parte

by cristinadellamore

(La parte precedente è qui)

Lei mi aveva anche fatto trovare della biancheria nuova, il reggiseno a balconcino che ancora porto, un perizoma coordinato e le calze autoreggenti con la riga dietro, che avevo faticato ad indossare: quella benedetta riga non ne voleva sapere di restare dritta. E insomma, quel ristorante con una certa pretesa, alle spalle di via Veneto, ottima cena e compagnia un po’ rumorosa, lei era seduta accanto a me su una panchetta imbottita e quasi alla fine, al momento dei dolci, del liquorino e del caffè, lei che aveva tenuto per tutto il tempo una mano sulla mia coscia, molto in alto, si era chinata verso di me, aveva stretto la presa e mi aveva parlato all’orecchio.

Leggi il seguito di questo post »

Sconti

by cristinadellamore

Insomma, giornata improvvisamente calda, viaggio con la vespetta in prestito più complicato del solito per traffico e buche, e poi, appena uscita da una riunione, trovo una inattesa chiamata del meccanico. Buone notizie, mi dice quando richiamo, e quindi faccio un po’ l’equilibrista con l’agenda e mi presento puntuale davanti alla piccola officina.

Leggi il seguito di questo post »

Scivoloni

by cristinadellamore

Sarà che non me la ricordo più, una primavera così, ma rimango ogni giorno sorpresa per la variabilità del tempo. Insomma, sento le previsioni la sera prima alle otto, controllo sul telefonino il meteo ogni paio di ore, ma anche oggi, intorno all’ora di pranzo, sono rimasta bloccata da un improvviso scroscio di pioggia; il tempo di accostare con lo scooter in cerca di riparo e mi sono trovata bagnata come un pulcino. Per fortuna è durato poco, e sono ripartita addirittura col sole, per presentarmi all’appuntamento con un cliente giusto in tempo.

Leggi il seguito di questo post »

Telefoni – Dodicesima parte

by cristinadellamore

E’ venerdì, quindi baccalà. Non è una porzione enorme, per fortuna, ci sono più patate che pesce, e poi pomodorini, pinoli e uvetta. Molto gradevole, forse un po’ salato, e la cugina lo nota: su questo è addirittura più attenta di noi, ci tiene alla sua invidiabile forma fisica. Lei mangia e mi guarda fisso negli occhi: ancora, vuole che faccia qualcosa. Ci penso un po’, facendo finta di assaporare molto lentamente ogni boccone e finalmente capisco.

Leggi il seguito di questo post »

Telefoni – Ottava parte

by cristinadellamore

Anche perché trovo un messaggio del collega commerciale che è già diventato mio collaboratore anche se ancora non lo sa. Devono averlo convocato, comunque, perché mi scrive che dovremo fare una riunione oggi pomeriggio, lui rientra alle cinque, ci possiamo incontrare a quell’ora, e dal tono mi rendo conto che se si aspetta qualcosa è di prendere magari il mio posto nel team, non certamente di dover lavorare per me.

Leggi il seguito di questo post »

NERO (Una storia suggerita da lei, completamente di fantasia) – Tredicesima parte

by cristinadellamore

Vai avanti, mi incita la cameriera, e si lecca di nuovo le labbra prima di aggiungere che mi farà venire e contemporaneamente morire, e sono sicura che non scherza, e che probabilmente si è già trovata in situazioni come queste. Sta a me far sì che per lei questa sia l’ultima volta, penso. Gli occhi negli occhi, lascio cadere la breve gonna e ne ho in cambio un luccichio divertito. Faccio un altro passo di lato e mi allontano dal cerchio di stoffa che potrebbe intralciarmi. La cameriera annuisce e mi dice che sono una professionista ma non sono abbastanza brava, un’esperta non avrebbe sbagliato la coltellata, e prima di uccidermi mi spezzerà le dita, legge del contrappasso, e adesso devo togliermi il resto, e sbrigarmi.

Leggi il seguito di questo post »

Iniziazione – Quarta parte

by cristinadellamore

(Segue da qui)

La cugina, me ne accorgo anche nella mezza luce del locale, è arrossita, e le dona. Non sto a chiedermi perché, in realtà non importa. Importa che attorno al nostro tavolo, dopo che la biondina ci ha lasciate con un sorriso simpatico e due parole di saluto, cominciano a muoversi gli avvoltoi, in giri sempre più stretti: per adesso sono le gambe della cugina ad essere il richiamo, conosco l’effetto della striscia di pelle bianca tra calze ed orlo della gonna. La cugina cerca inutilmente di coprirsi. Lei continua ad accarezzarmi, si china e mi sussurra qualcosa all’orecchio.

Leggi il seguito di questo post »

EssereDonna&Mamma

forse il segreto è non pensarci più e godermela fino in fondo

Daniele Peluso

Fotografia, scrittura, minimalismo, voli pindarici, nebbie ed utopie.

Viaggio dentro me

Qui tutti possono essere ciò che vogliono

Ibelieveinunicorns

Mi piace essere la cosa giusta nel posto sbagliato e la cosa sbagliata nel posto giusto, perché accade sempre qualcosa di interessante. Andy Warhol

toffee

you believe forever

Crèmisi Poetica

Essere altrove da memoria trafitta / come nube leggera di gravità arresa . / Essere pensiero bisbigliante e concavo / di pace bramosa in stallo fra le risposte. ©Runa

Tutto sulla mia psicopatica vita almeno sine a quando ne avrò una

Parlerò di me della mia follia I miei pensieri e sogni irrealizzabili vi sfido a seguirmi

Appunti sparsi

Il disordine non esiste.

paracqua

Un buco nell'acqua, mica facile a farsi

Doduck

Lo stagismo è il primo passo per la conquista del mondo.

La Casa Di Marte

Il momento dove la notte è più buia... è quello più vicino all'alba.

Moll(am)y

Costringimi, ma lasciami andare. Vieni anche tu, se no faccio da sola!

Il Quadernetto

Appunti caotici, ironici, romantici.

un'italiana ad amburgo

Let your past make you better, not bitter ;)

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

Schiava di MasterSem

Coerenza è comportarsi come si è e non come si è deciso di essere.

Maestro e margherita

Tenebra e tenerezza

Gramonhill - Il blog di Luke

Cinema, racconti e altro...

ZonaProibita

ATTENZIONE VIETATO AI MINORI amore&trasgressione

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

unarossasottosopra

"... il red carpet per una curvy"

Nadia Fagiolo

Racconti, poesie, recensioni e molto altro ancora ...

Res Coquinariae

Food Bloggers

Almeno Tu

racconti e riflessioni

Firstime in Boston

Pensieri disgiunti in universi congiunti.

NIENTE PANICO

procedete guardinghi perché non conoscete il vero volto delle cose che vi circondano

Bruciami Dentro

Chi sono io? Sono solo una piccola donna che lotta ogni giorno contro i suoi demoni. A volte vincono loro e mi lasciano come un guscio vuoto, pronta ad essere nuovamente devastata. Altre volte invece sono io a vincere e allora vedo il sole anche se sta diluviando

Lupetta above all

...i miei pensieri...

Confessions...My life

«L'eleganza non è farsi notare, ma farsi ricordare" Giorgio Armani

New Phoenix

L'inverno sta arrivando

My Lady Cherry

Sono sempre stata convinta che la libertà di espressione sia fonte di arricchimento, confronto e crescita personale, nel rispetto di tutti e per tutti. Spunti di riflessione e svago.

Le recensioni di Helleenne

Divoratrice di libri, amo scrivere recensioni e perdermi tra le pagine dei romanzi che leggo.

Café Days

When you're dead, you're dead. Until then, there's ice cream.

Syana from Paris

From Paris with love

Alice Jane Raynor

Sperava presto di raccogliere il segreto per essere felici

il mio tempo sospeso

letture ed altri pensieri

Cosa vuoi Vivian? Voglio la favola

racconti d'amore, sogni e sapori

Sogno di Strega

Un pizzico di magia ogni giorno

NonInUnDemoneSolo (blog di diegofanelli)

Nonìn, tranquillo, sarai sempre un demone... (blog sottoposto a Licenza Creative Commons - vedi sezione "About")

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: