Solo per amore

La vita, l'universo e tutto quanto

Tag: fianchi

Nelle fauci del lupo – Parte seconda

by cristinadellamore

(Qui la parte precedente)

I saluti sono subito un problema, mi presento rivolgendomi a quello seduto, ne ho in cambio una risposta borbottata e l’invito ad accomodarmi; la poltroncina è bassa e traballante, resisto alla tentazione di tirare giù la gonna e mi limito a serrare caviglie e ginocchia, conscia di fornire un discreto spettacolo a chi abbia voglia di guardare. E tutti i miei interlocutori sembra abbiano voglia, si presentano uno ad uno senza guardarmi in faccia, e sarebbe divertente se non fosse imbarazzante perché uno mi guarda le gambe, gli altri due hanno gli occhi fissi sulle tette. Non c’è forse un accenno di sorriso sui visi di questi tre, come se fosse un gioco? In questa azienda sono famosi per i comportamenti arroganti e sessisti: potrebbe essere almeno in parte una leggenda metropolitana e questi uomini, sicuramente i capi, forse trovano divertente alimentarla.

Leggi il seguito di questo post »

Pixel – Prima parte

by cristinadellamore

Lei sta considerando qualcosa che non vedo, deve essere piccola, la tiene nel palmo della mano e deve essere anche qualcosa di sgradevole. Mi avvicino lasciando sul fuoco la casseruola nella quale cuociono i carciofi per stasera e finalmente lei alza gli occhi, che sono palesemente velati: adesso vedo anche che regge tra le dita una vecchia pennetta USB; lei ha un’espressione disgustata, come se fosse qualcosa di sporco.

Leggi il seguito di questo post »

Cavalcate e cavalcature

by cristinadellamore

Lei stasera mi vuole così, a quattro zampe su gomiti e ginocchia, il culo più alto delle spalle, la testa bassa; così lei potrà sovrastarmi, dominarmi, farmi mille cose meravigliose. La aspetto e già l’attesa è un doloroso piacere, tanto che affondo il capo nel cuscino e mordo un lembo del lenzuolo per dominarmi. Poi qualcosa nella nostra camera da letto cambia e mi rendo conto che lei è qui, dietro di me. Non mi tocca, si limita a guardarmi, sento il profumo del corpo di lei ed il rumore del respiro, che sta accelerando all’unisono col mio perché anche per lei l’attesa del piacere è già una parte non piccola del piacere.

Leggi il seguito di questo post »

Autoscatti

by cristinadellamore

Domenica mattina, arietta frizzante e cielo sereno, insomma non fosse per la sveglia alle sette sarebbe la giornata perfetta. Ma neanche oggi lei si è lasciata commuovere, quindi su le felpe pesanti, scarpette ben allacciate e via, si corre per un’ora intanto che il sole si alza e la luce diventa sempre più forte, tanto che durante gli ultimi giri rimpiangiamo di non aver messo gli occhiali da sole. Cosa strana, l’aria non si riscalda, insomma possiamo ufficialmente dire che è arrivato l’inverno.

Leggi il seguito di questo post »

Luci e città (o forse il contrario) – Sedicesima parte

by cristinadellamore

(Pss, la puntata precedente è qui)

“Hai scelto il classico, amore, congratulazioni. Però prendiamo anche un altro profumo, e non importa se è da uomo, sono certa che ti starà benissimo”, e lei accompagna la frase con un’altra carezza, più precisa e decisa, a cercare la curva dei miei fianchi. Mi accorgo che ha le mani libere: non ha comprato niente? Peccato. Tenendomi per la vita mi guida alla cassa, dove è pronto un pacco abbastanza grande ed elegantissimo, e vedo che ne stanno preparando un altro, più piccolo, per i profumi. Sono incuriosita ma mi mordo la lingua: se lei non me ne parla avrà un ottimo motivo per farlo.

Leggi il seguito di questo post »

Cene e lavoro – Quarta parte

by cristinadellamore

(Qui la parte precedente)

Mi alzo dopo aver chiesto permesso e faccio svolazzare la gonnellina corta, a beneficio di lei, come a beneficio di lei accentuo un po’ il movimento dei fianchi: sono sicura che lei, stasera, mi punirà per questa piccola esibizione; io chiederò perdono e spiegherò che l’ho fatto per ammorbidire le interlocutrici, un po’ come facevo ai primi tempi del mio lavoro, quando portavo il caffè alle riunioni importanti e mi mettevo in mostra davanti ai clienti per distrarli e facilitare le trattative. Mentre aspetto che il caffè sia pronto nella vecchia moka da quattro tazze dei genitori di lei, oggetto di design se mai ce ne è stato uno, tipico degli anni ’80, pregusto le frustate sulle tette o, meglio ancora, sulla piante dei piedini e quasi rovino la mia opera distraendomi ed infilando una mano sotto le mutandine che sì, cominciano ad essere umide, anzi proprio bagnate. Spengo il fuoco appena in tempo, prima che il caffè prenda a bollire e si rovini definitivamente, e meno male, una punizione per una stupidaggine del genere proprio non la vorrei.

Leggi il seguito di questo post »

Ritratti

by cristinadellamore

Qualche sera fa lei mi ha colta di sorpresa. Stavo entrando nella nostra camera da letto, l’unica cosa che avevo addosso era l’asciugamano con il quale stavo strizzando il caschetto blu – troppo caldo per usare l’asciugacapelli. Con un angolo del cervello stavo pensando che avrei dovuto fare un salto dal parrucchiere, prima delle vacanze, per sistemare lunghezza e colore, con tutto il resto stavo pensando a lei ed a quello che mi avrebbe fatto di lì a pochi minuti. E improvvisamente mi sono trovata abbagliata: lei mi aveva scattato una foto col telefonino.

Leggi il seguito di questo post »

Una breve vacanza – Undicesima parte

by cristinadellamore

La prima parte della punizione è l’attesa della punizione e lei la fa durare a lungo. Attraversiamo lentamente tutta la sala da pranzo, lei mi sta mezzo passo indietro e di lato per tenere una mano sulla mia spalla, molto in alto, e mi sussurra: “Guardati attorno, amore, e dimmi cosa noti”.

Già, cosa noto? Ieri sera ero troppo presa da lei per accorgermi dell’esistenza di altri. Richiamata all’ordine, col calore della mano di lei già addosso e col desiderio che mi riempie fino a traboccare, mi sforzo e per prima cosa noto che ci sono solo dieci tavoli, il che dovrebbe corrispondere a dieci stanze. Poi mi rendo conto che gli altri ospiti non formano coppie clandestine, o almeno non completamente. Sembrano, a occhio, bene assortite, di età più o meno equivalente, vestite con una certa sportiva eleganza adatta all’occasione, gli uomini in maglioni dai riflessi costosi e pantaloni alla moda, le donne con abiti da mattina, tutte in gonna, più o meno corta.

Leggi il seguito di questo post »

Ottobrate

by cristinadellamore

Ieri sera c’è stata un po’ di pioggia, senza lampi, tuoni e vento. Neanche qualche scroscio dell’acqua contro i vetri, non me ne sarei accorta se non mi fossi affacciata alla finestra, richiamata dal rumore di una festa a due passi da noi, voci giovani che si chiamavano l’un l’altra, senza distinguere le parole.

Quando siamo andate a letto, stanchissime per la settimana trascorsa, già non pioveva più; già mezza addormentata, lei mi ha dato un bacio quasi casto e mi ha detto: “Chissà se per domani il tempo migliora, non ho voglia di correre sotto la pioggia”.

Leggi il seguito di questo post »

Controllo

by cristinadellamore

Lei mi tiene stretta, io affondo il capo nell’incavo tra la spalla de il collo di lei e lascio che le lacrime scorrano, e le bagno la pelle e la camicia da notte di cotone pesante, quella che abbiamo comprato al mercatino, un po’ ingiallita, e che abbiamo lavato con la massima cura, stirato e inamidato, e ieri sera lei la ha indossata per giocare alla mogliettina pudica.

Leggi il seguito di questo post »

EssereDonna&Mamma

forse il segreto è non pensarci più e godermela fino in fondo

Daniele Peluso

Fotografia, scrittura, minimalismo, voli pindarici, nebbie ed utopie.

Viaggio dentro me

Qui tutti possono essere ciò che vogliono

Ibelieveinunicorns

Mi piace essere la cosa giusta nel posto sbagliato e la cosa sbagliata nel posto giusto, perché accade sempre qualcosa di interessante. Andy Warhol

toffee

you believe forever

Crèmisi Poetica

Essere altrove da memoria trafitta / come nube leggera di gravità arresa . / Essere pensiero bisbigliante e concavo / di pace bramosa in stallo fra le risposte. ©Runa

Tutto sulla mia psicopatica vita almeno sine a quando ne avrò una

Parlerò di me della mia follia I miei pensieri e sogni irrealizzabili vi sfido a seguirmi

Appunti sparsi

Il disordine non esiste.

paracqua

Un buco nell'acqua, mica facile a farsi

Doduck

Lo stagismo è il primo passo per la conquista del mondo.

La Casa Di Marte

Il momento dove la notte è più buia... è quello più vicino all'alba.

Moll(am)y

Costringimi, ma lasciami andare. Vieni anche tu, se no faccio da sola!

Il Quadernetto

Appunti caotici, ironici, romantici.

un'italiana ad amburgo

Let your past make you better, not bitter ;)

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

Schiava di MasterSem

Coerenza è comportarsi come si è e non come si è deciso di essere.

Maestro e margherita

Tenebra e tenerezza

Gramonhill - Il blog di Luke

Cinema, racconti e altro...

ZonaProibita

ATTENZIONE VIETATO AI MINORI amore&trasgressione

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

unarossasottosopra

"... il red carpet per una curvy"

Nadia Fagiolo

Racconti, poesie, recensioni e molto altro ancora ...

Res Coquinariae

Food Bloggers

Almeno Tu

racconti e riflessioni

Firstime in Boston

Pensieri disgiunti in universi congiunti.

NIENTE PANICO

procedete guardinghi perché non conoscete il vero volto delle cose che vi circondano

Bruciami Dentro

Chi sono io? Sono solo una piccola donna che lotta ogni giorno contro i suoi demoni. A volte vincono loro e mi lasciano come un guscio vuoto, pronta ad essere nuovamente devastata. Altre volte invece sono io a vincere e allora vedo il sole anche se sta diluviando

Lupetta above all

...i miei pensieri...

Confessions...My life

«L'eleganza non è farsi notare, ma farsi ricordare" Giorgio Armani

New Phoenix

L'inverno sta arrivando

My Lady Cherry

Sono sempre stata convinta che la libertà di espressione sia fonte di arricchimento, confronto e crescita personale, nel rispetto di tutti e per tutti. Spunti di riflessione e svago.

Le recensioni di Helleenne

Divoratrice di libri, amo scrivere recensioni e perdermi tra le pagine dei romanzi che leggo.

Café Days

When you're dead, you're dead. Until then, there's ice cream.

Syana from Paris

From Paris with love

Alice Jane Raynor

Sperava presto di raccogliere il segreto per essere felici

il mio tempo sospeso

letture ed altri pensieri

Cosa vuoi Vivian? Voglio la favola

racconti d'amore, sogni e sapori

Sogno di Strega

Un pizzico di magia ogni giorno

NonInUnDemoneSolo (blog di diegofanelli)

Nonìn, tranquillo, sarai sempre un demone... (blog sottoposto a Licenza Creative Commons - vedi sezione "About")

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: