Solo per amore

La vita, l'universo e tutto quanto

Tag: doccia

In forma

by cristinadellamore

Forse un po’ di esibizionismo, certamente tanta complicità e, naturalmente, amore assoluto in questa microstoria che la nostra amica Cristina ha pubblicato per la prima volta il 19 febbraio 2015.

Mario Siniscalchi.

Allora, questo inverno è una cosa seria.

Con pioggia e freddo non ci va molto di correre all’aperto, come abbiamo sempre fatto, e abbiamo scelto una palestra molto vicina per la nostra oretta quotidiana di attività fisica.

Niente di particolare: nonostante le offerte più o meno strepitose abbiamo sdegnosamente respinto la proposta di iscriverci a pilates o a zumba, o qualche altra diavoleria. Un quarto d’ora di tappeto tanto per scaldarci, poi panca con particolare attenzione agli addominali, qualcosa per la schiena e concludiamo con un altro po’ di tappeto come defatigante.

Ovviamente non siamo sole, e la cosa un po’ mi preoccupa. Maschi palestrati e donne che cercano di evitare una crisi di nervi ci ronzano attorno e, voi lo sapete, io soffro di gelosia cronica e non riesco sempre a concentrarmi su quello che sto facendo.

Leggi il seguito di questo post »

Tornando a casa

by cristinadellamore

La nostra amica Cristina continua a raccontarci del suo viaggio di lavoro a Milano. No, in realtà ci racconta di come si è concluso, e di come ha ritrovato la sua lei – Stella. Pubblicato per la prima volta il 23 gennaio 2015.

Mario Siniscalchi

Non intendo paragonarmi a Jane Fonda, non c’è partita.

Ma dopo due notti da sola e due giornate piene e faticosissime, il Frecciarossa per Roma mi sembra vada anche troppo piano, il tassì mi sembra sempre bloccato nel traffico e mi dico che avrei dovuto prendere la metro, anche l’ascensore non arriva mai.

Per fortuna infilo la porta e dietro c’è lei, che mi sorride come sa, mi abbraccia e mi bacia, mi stringe forte, mi prende il trolley e praticamente lo lancia in un angolo; così ho le mani libere e posso ricambiare il suo abbraccio. Puzzo di sudore, di ferrovia, di polvere e di benzina, ho i capelli in disordine ed il trucco che cola da tutte le parti e tra le sue braccia mi sento bellissima.

E’ bellissima anche lei, ha indossato per me un leggerissimo abito da cocktail che la fascia morbidamente e mette in evidenza i suoi piccoli seni alti con i capezzoli eretti, la sua vita sottile ed i suoi fianchi snelli ed eleganti, e non si frappone tra il suo corpo ed il mio.

Abbracciate, piroettiamo fino al divanetto, mi lascio cadere trascinandola sopra di me, la stringo e lei si libera sorridendo.

“Stai buona lì, prima la doccia, poi l’aperitivo, poi la cena. Poi, se sarai brava, anche il resto”, mi intima, e così come sono, mezza seduta mezza sdraiata, comincia a spogliarmi.

Leggi il seguito di questo post »

Visibilità

by cristinadellamore

Non piove più, dopo una settimana climaticamente orribile, e fa anche meno freddo. Via le giacche più o meno impermeabili, la cugina ci ha fatto la sorpresa ed ha comprato, spero in saldo, i giubbotti gialli che dovrebbero renderci visibili anche agli automobilisti più distratti nella penombra del tardo pomeriggio invernale. E dico penombra perché l’illuminazione stradale è come sempre deficitaria, con un lampione spento su tre, più o meno, anche in questa zona di gran lusso, la piccola enclave attorno alla basilica del quartiere dove le case costano diecimila euro al metro quadro e sono da centocinquanta metri quadrati come minimo; tanto è vero che molte sono diventate uffici o studi professionali, me ne sono accorta dalle targhe che mi passano e ripassano sotto gli occhi mentre inanelliamo i nostri giri, ognuno da più di un chilometro. A proposito, sarebbe una buona idea fare una piccola indagine e vedere se qualcuno di questi è nostro cliente o, meglio ancora, può diventarlo. Devo ricordarmelo, penso mentre cerco di sistemare il cappuccio della felpa in maniera che non mi dia noia.

Leggi il seguito di questo post »

Soldi e denari – Seconda parte

by cristinadellamore

(Psss, la prima parte è qui)

Mi limito ad una normale stretta di mano ed a chiamarlo ingegnere, ho controllato anche questo; probabilmente ci ho azzeccato visto che non mi caccia via di casa e, al contrario, mi fa strada attraverso una sequela di saloni elegantissimi fino ad una stanza molto piccola arredata in stile moderno, insomma sembra l’unico posto previsto per viverci davvero. Ci accomodiamo ed il cliente, educatissimo, mi sposta addirittura la sedia, solo che io non me lo aspetto e quasi finisco col culo per terra, insomma piccolo incidente che liquido con una risatina non troppo da stupida, o almeno lo spero, e parto finalmente con la dimostrazione.

Leggi il seguito di questo post »

Luci e città (o forse il contrario) – Ventitreesima parte

by cristinadellamore

(Qui la parte precedente)

“Amore, ti sei riposata?”, mi chiede lei che ha rispettato i miei pochi secondi di concentrazione. Certo, ma non è nemmeno questione di riposo. Vorrei tornare in albergo ma per fare l’amore, o anche andare ancora in giro, mano nella mano, e dire a le, ad ogni passo, che la amo e la desidero e che voglio passare il resto della mia vita con lei; insomma, qualsiasi cosa purché possa stare vicina a lei come lo sono adesso. Faccio segno di sì e annego negli occhi castani di lei che mi dedicano il meraviglioso sguardo che conosco così bene, quello di un’affamata che stia contemplando il buffet di un pranzo di gala. E no, non mi sento un oggetto in questi casi, ne sono felice.

Leggi il seguito di questo post »

Dita

by cristinadellamore

Tanto per ricordarci che è ottobre ieri sera ci siamo addormentate mentre fuori pioveva e si sentivano in lontananza rombare i tuoni, e stamattina era buio, fresco e umido. Abbiamo tirato fuori dal cassetto le felpe con le maniche lunghe e siamo uscite a correre ugualmente; dopo un po’ e’ ricominciato a piovere e quando finalmente lei ha deciso che poteva bastare eravamo bagnate fradice ed io cominciavo a sentire anche freddo.

Leggi il seguito di questo post »

Masquerade

by cristinadellamore

Ancora una volta arrivo tardissimo a casa, ma non trovo lei ad aspettarmi. Lo sapevo, riunione ad oltranza per chiudere un accordo miliardario in euro, con relativa fattura proporzionata: anche lei ha un po’ preso la fissa del budget, da quando è diventata socia dello studio.

Leggi il seguito di questo post »

Notifiche

by cristinadellamore

Torno a casa e mi trovo in piena emergenza. Lei e la cugina discutono, davanti ad una busta verde dalla quale sporge un pacchetto di fogli dall’aspetto ufficiale: non devono essere buone notizie. Lei si interrompe per venire ad abbracciarmi, è una cosa cui non rinuncia mai, mi aiuta a liberarmi di borsa e giaccone, poi mi bacia e chiede scusa alla cugina, la conversazione proseguirà a tavola.

Leggi il seguito di questo post »

NERO (Una storia suggerita da lei, completamente di fantasia) – Undicesima parte

by cristinadellamore

La cameriera ha ancora gli occhi sbarrati e in più un cerchio bianco attorno alla bocca, mentre tutto il resto, dal collo in giù, è rosso acceso; però obbedisce, è il bello di avere letteralmente il coltello dalla parte del manico. Resto sola, e meno male: prima ancora di rivestirmi frugo nella borsetta, prendo il telefono e scatto un bel primo piano del balordo, che si veda bene la gola tagliata da un orecchio all’altro. Sapete, il Capo è un gran malfidato, ed anche un po’ tirchio, trova ogni scusa per risparmiare e deve essere tutto documentato altrimenti il bonifico non arriva. Per un istante penso quasi seriamente di tagliargli anche l’uccello ed offrirlo alla cameriera, poi mi torna in mente lo sguardo terrorizzato, capisco che è meglio, magari, un mazzo di fiori, e lascio perdere.

Leggi il seguito di questo post »

Viaggi – Settima parte

by cristinadellamore

“Via, è il momento di sciacquarsi, amore”, dice finalmente lei, gira di nuovo il rubinetto e sotto lo scroscio cambia la presa, mi accarezza tra le gambe con la coscia e mi strappa più di un gemito, mi fa mancare il fiato e piegare le ginocchia: è acciaio rivestito di seta, muscoli duri e pelle dolcemente morbida, le sensazioni che mi dà sono meravigliose ed ogni volta diverse. Per fortuna lei mi tiene saldamente e mi impedisce di cadere.

Leggi il seguito di questo post »

EssereDonna&Mamma

forse il segreto è non pensarci più e godermela fino in fondo

Daniele Peluso

Fotografia, scrittura, minimalismo, voli pindarici, nebbie ed utopie.

Viaggio dentro me

Qui tutti possono essere ciò che vogliono

Ibelieveinunicorns

Mi piace essere la cosa giusta nel posto sbagliato e la cosa sbagliata nel posto giusto, perché accade sempre qualcosa di interessante. Andy Warhol

toffee

you believe forever

Crèmisi Poetica

Essere altrove da memoria trafitta / come nube leggera di gravità arresa . / Essere pensiero bisbigliante e concavo / di pace bramosa in stallo fra le risposte. ©Runa

Tutto sulla mia psicopatica vita almeno sine a quando ne avrò una

Parlerò di me della mia follia I miei pensieri e sogni irrealizzabili vi sfido a seguirmi

Appunti sparsi

Il disordine non esiste.

paracqua

Un buco nell'acqua, mica facile a farsi

Doduck

Lo stagismo è il primo passo per la conquista del mondo.

La Casa Di Marte

Il momento dove la notte è più buia... è quello più vicino all'alba.

Moll(am)y

Costringimi, ma lasciami andare. Vieni anche tu, se no faccio da sola!

Il Quadernetto

Appunti caotici, ironici, romantici.

un'italiana ad amburgo

Let your past make you better, not bitter ;)

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

Schiava di MasterSem

Coerenza è comportarsi come si è e non come si è deciso di essere.

Maestro e margherita

Tenebra e tenerezza

Gramonhill - Il blog di Luke

Cinema, racconti e altro...

ZonaProibita

ATTENZIONE VIETATO AI MINORI amore&trasgressione

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

unarossasottosopra

"... il red carpet per una curvy"

Nadia Fagiolo

Racconti, poesie, recensioni e molto altro ancora ...

Res Coquinariae

Food Bloggers

Almeno Tu

racconti e riflessioni

Firstime in Boston

Pensieri disgiunti in universi congiunti.

NIENTE PANICO

procedete guardinghi perché non conoscete il vero volto delle cose che vi circondano

Bruciami Dentro

Chi sono io? Sono solo una piccola donna che lotta ogni giorno contro i suoi demoni. A volte vincono loro e mi lasciano come un guscio vuoto, pronta ad essere nuovamente devastata. Altre volte invece sono io a vincere e allora vedo il sole anche se sta diluviando

Lupetta above all

...i miei pensieri...

Confessions...My life

«L'eleganza non è farsi notare, ma farsi ricordare" Giorgio Armani

New Phoenix

L'inverno sta arrivando

My Lady Cherry

Sono sempre stata convinta che la libertà di espressione sia fonte di arricchimento, confronto e crescita personale, nel rispetto di tutti e per tutti. Spunti di riflessione e svago.

Le recensioni di Helleenne

Divoratrice di libri, amo scrivere recensioni e perdermi tra le pagine dei romanzi che leggo.

Café Days

When you're dead, you're dead. Until then, there's ice cream.

Syana from Paris

From Paris with love

Alice Jane Raynor

Sperava presto di raccogliere il segreto per essere felici

il mio tempo sospeso

letture ed altri pensieri

Cosa vuoi Vivian? Voglio la favola

racconti d'amore, sogni e sapori

Sogno di Strega

Un pizzico di magia ogni giorno

NonInUnDemoneSolo (blog di diegofanelli)

Nonìn, tranquillo, sarai sempre un demone... (blog sottoposto a Licenza Creative Commons - vedi sezione "About")

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: