Solo per amore

La vita, l'universo e tutto quanto

Tag: culetto

Deformazioni – Parte seconda

by cristinadellamore

(Qui la parte precedente)

Ecco, pensando a lei sto cominciando finalmente a schiarirmi le idee e riesco ad infilare un paio di domande sensate sulle tecniche di vendita e sul customer care. La donna sorride un po’ di più, quasi scopre i denti, sembra contenta che mi sia finalmente risvegliata, e ci addentriamo nei misteri più o meno gloriosi di un call center esterno che si occupa di assistenza di primo livello e poi trasferisce le richieste alla produzione ed ai commerciali. Interessante, insomma il commerciale deve fare anche da interprete per i nerd, e poi da parafulmine per l’azienda, grazie all’ormai consolidato principio secondo il quale il cliente è tuo e te lo devi gestire tu.

Leggi il seguito di questo post »

Un tranquillo week end di emozioni – Parte tredicesima

by cristinadellamore

(Segue da qui)

“Non essere timida, amore. Serviti, ho paura che oggi non si mangerà altro”. Lei dà il buon esempio e si riempie un piatto di uova strapazzate e pancetta, riempie anche il mio, poi caffè e succo di arancia. Per qualche ragione le amiche danno un’occhiata alla nostra scelta e ci imitano. Cioè, non è vero, la ragione la conosco, lei è nata per essere una leader, da lei promana una forza tranquilla ed una sicurezza di sé che invita chiunque sia nelle vicinanze ad abbassare gli occhi e dire Sì Signora. Mi siedo e mi rendo conto che ho dimenticato di prendere un po’ di pane, poi vedo due belle fette accanto al mio piatto: ovviamente ci ha pensato lei, non avrei dovuto preoccuparmi. E mentre mangiamo la padrona di casa ci spiega che oggi, subito, faremo una specie di pellegrinaggio attraverso tutta la tenuta, seguendo un percorso scelto con particolare attenzione ed accuratamente tracciato, che simulerà le migrazioni di quei popoli che questi rituali ci hanno tramandato. Poi resteremo in meditazione e finalmente, al tramonto, accenderemo il nuovo fuoco dell’estate e celebreremo le nozze con la natura. Quando la spiegazione è finita riesco a non ridere solo perché lei mi tiene la mano e mi imbocca addirittura per costringermi a bere un po’ di questo caffè che purtroppo è orribile.

Leggi il seguito di questo post »

Un tranquillo week end di emozioni – Parte dodicesima

by cristinadellamore

(Psss, la parte precedente è qui)

“Sveglia, amore”. Apro gli occhi e mi trovo le labbra di lei a portata di bacio: come resistere alla tentazione? Lei mi accontenta, ricambia e finalmente si stacca da me col fiato un po’ corto. Mi accorgo che è già lavata, vestita e pettinata e sembra un’educanda ottocentesca con una tunica bianca incrostata di pizzo, maniche corte ed una piccola scollatura. Lei si accorge a sua volta del mio sguardo e fa una piroetta da ragazzina per farsi ammirare: come tutto quello che indossa le sta benissimo e la gonna ondeggia e si alza abbastanza da concedermi un bello spettacolo. Vorrei dirle di lasciar perdere e raggiungermi a letto ma lei, sempre sorridendo, ha un gesto dei suoi; è il gentile ma fermo ordine di alzarmi e andare in bagno, prepararmi, vestirmi e raggiungere lei, il tutto con un piccolo cenno della mano cui non posso resistere. Resisto invece alla tentazione di mettermi in ginocchio e baciare quella mano con la quale mi ha dato l’ordine: anni fa lo facevo e mi rendeva felice, poi lei mi ha pregato di rinunciare a quest’atto di omaggio che un po’ mi manca.

Leggi il seguito di questo post »

E giustizia per tutte – Seconda parte

by cristinadellamore

(Segue da qui)

“Mi piace quando sei obbediente, amore. Vieni qui, adesso”. Lei si accomoda sullo sgabello e mi fa il grande onore di alzare la gonna: posso sdraiarmi direttamente sulla pelle vellutata delle lunghe cosce tornite di lei e, attraverso la camicetta sottile, sentirne il tepore. I capelli mi cadono sul viso, dopo che lei ha rialzato la mia gonna esponendo il mio culetto incrocio con un certo sforzo i polsi dietro la schiena. Per qualche istante sono solo un grumo di carne e nervi che freme nell’attesa, ho davanti agli occhi la caviglia sottile di lei e mi sforzo per non cercare di baciarla.

Leggi il seguito di questo post »

Un tranquillo week end di emozioni – Parte ottava

by cristinadellamore

(Segue da qui)

“Lo stesso che hai in mente tu, amore, ed ho in mente anche io”. E così rallentiamo il passo ed alla prima occasione lei lascia il sentiero, supera una siepe e ci ritroviamo in una specie di alcova, un bellissimo tappeto d’erba, e addirittura una piccola fonte che chiocciola in una vasca palesemente antica, ricoperta di muschio. Potremmo essere sole sulla faccia della terra, silenzio e buio tutto attorno; lei pianta la torcia per terra e, le mani finalmente libere, mi abbraccia. Cerca le mie labbra con le sue, le forza gentilmente con la lingua e mi assapora, e intanto mi accarezza la schiena fino a trovare il mio culetto che riempie i jeans. Ricambio il bacio e mi inarco per sentire meglio la presa di lei sulle natiche, e pensando a quello che le dita sottili, forti e delicate di lei sanno fare sul mio corpo già pregusto quello che accadrà, e per restare in piedi mi appoggio contro il corpo snello di lei ed a mia volta ne stringo i fianchi in un abbraccio.

Leggi il seguito di questo post »

Nelle fauci del lupo – Prima parte

by cristinadellamore

Palazzo uffici allo sprofondo, appuntamento a tarda ora e meno male che ormai c’è luce fino a tardi perché su queste stradette girare di notte con lo scooter è una bella scommessa con in palio l’osso del collo. Nel piazzale sistemo lo scooter che ha ansimato un po’ nel posto riservato ai visitatori e mi controllo nello specchietto: il trucco ha resistito, il caschetto blu è ordinato e sotto il giubbotto tecnico la giacca del tailleur non è troppo stazzonata. Andiamo ad affrontare questa azienda dalla pessima fama che ha trovato il mio curriculum interessante. Mi avvio con passo deciso ed un attimo prima di varcare la soglia invio un messaggio a lei, scherzoso ma non troppo: la avverto che sto per cominciare il colloquio e le chiedo di venirmi a salvare con la SWAT se non mi faccio viva entro domani mattina.

Leggi il seguito di questo post »

Pixel – Prima parte

by cristinadellamore

Lei sta considerando qualcosa che non vedo, deve essere piccola, la tiene nel palmo della mano e deve essere anche qualcosa di sgradevole. Mi avvicino lasciando sul fuoco la casseruola nella quale cuociono i carciofi per stasera e finalmente lei alza gli occhi, che sono palesemente velati: adesso vedo anche che regge tra le dita una vecchia pennetta USB; lei ha un’espressione disgustata, come se fosse qualcosa di sporco.

Leggi il seguito di questo post »

Aftercare

by cristinadellamore

“Non devi avere paura, amore”. Certo che no, soprattutto adesso che ho il capo sul grembo di lei e sento le carezze gentili sulla schiena e sul culetto che ha segnato con forza, determinazione ed amore con il frustino nuovo di cuoio sottile e un po’ più rigido del vecchio. Ho le narici piene dell’odore di lei che ha preso il piacere dal mio corpo, la mente libera come sempre quando sono incatenata e penso a tutti i modi in cui, ancora, posso dimostrare la mia devozione per lei, che è mia moglie, amante, amica, compagna e Padrona e Signora assoluta del mio corpo e della mia anima.

Leggi il seguito di questo post »

Esercizi di stile

by cristinadellamore

“Bravissima amore, sono fiera di te”. E anche io sono fiera di rendere lei fiera. Ma non posso distrarmi, dal momento che sono nuda, faccia al muro, sulla punta dei piedi, le gambe ben aperte, le mani dietro la nuca ed i gomiti larghi. Fisso la parete ad un dito dalla punta del naso e mi concentro sulla piccola imperfezione della tintura: mi viene in mente che dovremmo davvero dare una rinfrescata a casa nostra, ne abbiamo già parlato e lei si è detta d’accordo. Poi smetto di pensarci e mi dedico a sentire il mio stesso corpo e decido che va tutto bene.

Leggi il seguito di questo post »

La cena per farci conoscere – Prima parte

by cristinadellamore

Mani estranee mi stringono alla vita mentre porto lo scooter nel traffico del tardo venerdì pomeriggio, a spron battuto verso casa; l’amministrativa riccia non batte ciglio mentre sfioro le vetture in colonna alla solita strettoia del ponte che sbuca dietro casa nostra, sono certa che sta pensando a quello che la aspetta quando avremo raggiunto casa. Perché sì, ci siamo, dopo aver dato buca una volta, stasera viene a cena da noi, e probabilmente si aspetta di dover pagare il suo debito con me: un po’ l’ho fatto apposta, a lasciarla nell’equivoco, e un po’ mi dispiace; poi ci ripenso e mentre imbocco un po’ allegramente le ultime curve mi dico che questa ragazza se lo merita.  Leggi il seguito di questo post »

EssereDonna&Mamma

forse il segreto è non pensarci più e godermela fino in fondo

Viaggio dentro me

Qui tutti possono essere ciò che vogliono

Ibelieveinunicorns

Mi piace essere la cosa giusta nel posto sbagliato e la cosa sbagliata nel posto giusto, perché accade sempre qualcosa di interessante. Andy Warhol

toffee

you believe forever

Crèmisi Poetica

Essere altrove da memoria trafitta / come nube leggera di gravità arresa . / Essere pensiero bisbigliante e concavo / di pace bramosa in stallo fra le risposte. ©Runa

Tutto sulla mia psicopatica vita almeno sine a quando ne avrò una

Parlerò di me della mia follia I miei pensieri e sogni irrealizzabili vi sfido a seguirmi

Appunti sparsi

Il disordine non esiste.

paracqua

Un buco nell'acqua, mica facile a farsi

Doduck

Lo stagismo è il primo passo per la conquista del mondo.

La Casa Di Marte

Il momento dove la notte è più buia... è quello più vicino all'alba.

Moll(am)y

Costringimi, ma lasciami andare. Vieni anche tu, se no faccio da sola!

Il Quadernetto

Appunti caotici, ironici, romantici.

un'italiana ad amburgo

Let your past make you better, not bitter ;)

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

Schiava di MasterSem

Coerenza è comportarsi come si è e non come si è deciso di essere.

Maestro e margherita

Tenebra e tenerezza

Gramonhill - Il blog di Luke

Cinema, racconti e altro...

ZonaProibita

ATTENZIONE VIETATO AI MINORI amore&trasgressione

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

unarossasottosopra

"... il red carpet per una curvy"

Nadia Fagiolo

Racconti, poesie, recensioni e molto altro ancora ...

Res Coquinariae

Food Bloggers

Almeno Tu

racconti e riflessioni

Firstime in Boston

Pensieri disgiunti in universi congiunti.

Bruciami Dentro

Chi sono io? Sono solo una piccola donna che lotta ogni giorno contro i suoi demoni. A volte vincono loro e mi lasciano come un guscio vuoto, pronta ad essere nuovamente devastata. Altre volte invece sono io a vincere e allora vedo il sole anche se sta diluviando

Lupetta above all

...i miei pensieri...

Confessions...My life

«L'eleganza non è farsi notare, ma farsi ricordare" Giorgio Armani

New Phoenix

L'inverno sta arrivando

My Lady Cherry

Sono sempre stata convinta che la libertà di espressione sia fonte di arricchimento, confronto e crescita personale, nel rispetto di tutti e per tutti. Spunti di riflessione e svago.

Le recensioni di Helleenne

Divoratrice di libri, amo scrivere recensioni e perdermi tra le pagine dei romanzi che leggo.

Café Days

When you're dead, you're dead. Until then, there's ice cream.

Syana from Paris

From Paris with love

Alice Jane Raynor

Sperava presto di raccogliere il segreto per essere felici

il mio tempo sospeso

letture ed altri pensieri

Cosa vuoi Vivian? Voglio la favola

racconti d'amore, sogni e sapori

Sogno di Strega

Un pizzico di magia ogni giorno

NonInUnDemoneSolo (blog di diegofanelli)

Nonìn, tranquillo, sarai sempre un demone... (blog sottoposto a Licenza Creative Commons - vedi sezione "About")

I libri sono gioielli preziosi

Non esiste bene più prezioso della cultura

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: