Solo per amore

La vita, l'universo e tutto quanto

Tag: colloquio

Deformazioni – Parte prima

by cristinadellamore

Non provavo questo imbarazzo da tanto tempo. Voglio dire, sono comodamente seduta su una poltrona da ufficio palesemente di alto livello, dall’altra parte della scrivania una donna elegante e gentile che mi dà del lei, mi chiama signora e mi spiega che forse sono overskilled, qualunque cosa significhi, per il lavoro che mi sta offrendo, ma che è davvero felice di avere questo nuovo incontro con me, lontano dai cacciatori di teste, nel suo ufficio, e davvero vorrei alzarmi e correre via senza salutare.

Leggi il seguito di questo post »

Nelle fauci del lupo – Parte quinta

by cristinadellamore

(La parte precedente è qui)

Sono tutti giovani, direi sulla trentina, in ottima forma fisica, gli uomini ben rasati – probabilmente vietate barbe e baffi – le donne ancora impeccabilmente truccate e pettinate, e sì che devono essere qui al chiodo ormai da un bel pezzo. Saluto con un cenno del capo, mi chiedo se devo presentarmi ma il grande capo decide per me e passiamo appresso. Sempre troppo vicino, il capo mi dice che questi sono i commerciali che stanno chiudendo la giornata, e mi guida nella stanza accanto.

Leggi il seguito di questo post »

Nelle fauci del lupo – Parte quarta

by cristinadellamore

Mi spiega che per chi entra ad esercizio in corso, ovviamente gli obbiettivi sono più bassi, e così pure i premi, e senza smettere di guardarmi le tette snocciola una serie di numeri da fare impressione: suppongo li abbia imparati a memoria e comunque alla fine il totale è di tutto rispetto, perché declinati mese per mese: se le cose vanno lisce, qui potrei davvero aumentare il mio reddito del 50%. Però ho bisogno di fare qualche domanda: cosa hanno in magazzino, e quindi cosa vendono? E a chi?

Leggi il seguito di questo post »

Nelle fauci del lupo – Parte seconda

by cristinadellamore

(Qui la parte precedente)

I saluti sono subito un problema, mi presento rivolgendomi a quello seduto, ne ho in cambio una risposta borbottata e l’invito ad accomodarmi; la poltroncina è bassa e traballante, resisto alla tentazione di tirare giù la gonna e mi limito a serrare caviglie e ginocchia, conscia di fornire un discreto spettacolo a chi abbia voglia di guardare. E tutti i miei interlocutori sembra abbiano voglia, si presentano uno ad uno senza guardarmi in faccia, e sarebbe divertente se non fosse imbarazzante perché uno mi guarda le gambe, gli altri due hanno gli occhi fissi sulle tette. Non c’è forse un accenno di sorriso sui visi di questi tre, come se fosse un gioco? In questa azienda sono famosi per i comportamenti arroganti e sessisti: potrebbe essere almeno in parte una leggenda metropolitana e questi uomini, sicuramente i capi, forse trovano divertente alimentarla.

Leggi il seguito di questo post »

Contraddizioni – Prima parte

by cristinadellamore

Capelli in ordine, trucco ben sistemato, abiti a posto; mi giro ma non riesco a controllare, nel piccolo specchio del bagno unisex dell’ufficio, se la riga delle calze è dritta. In compenso le decolté con le suole rosse, che in genere riservo alle grandi occasioni con lei, e certamente non per uscire di casa, luccicano, tanto sono pulite e lustre. Ho un minuto ancora, poi busserò alla porta del direttore generale, dal quale sono stata convocata tramite il gelido segretario/receptionist/factotum.

Leggi il seguito di questo post »

Infortuni – Quinta parte

by cristinadellamore

(Segue da qui)

Avete presente, immagino, dove lavoro. Direi che programmi di produttività ne conosco a bizzeffe, qualcuno ne ho anche venduto, e per un paio ho addirittura collaborato allo sviluppo, almeno come utente, figuriamoci.

Leggi il seguito di questo post »

Infortuni – Terza parte

by cristinadellamore

(Segue da qui)

Il caffè è buono, servito con un sorriso ed un cioccolatino che lascio lì anche per non impastarmi i denti di marrone. E con i rituali cinque minuti di anticipo entro nella banca – niente metal detector, niente guardia giurata, mi sembra un po’ strano – seguo i cartelli e mi rivolgo ad un ragazzo della mia età, un po’ a disagio in giacca scura aderente e palesemente nuovissima, mezzo strozzato dal colletto di una camicia forse troppo piccola e dalla cravatta malamente intonata e peggio annodata, in piedi dietro un piccolo bancone semicircolare.

Leggi il seguito di questo post »

Infortuni – Prima parte

by cristinadellamore

Mi aspettavo un palazzo antico in centro, o un grattacielo tutto acciaio e vetro, e invece l’appuntamento per l’ultimo e decisivo colloquio di lavoro è in una anonima costruzione degli anni ’30, nient’altro che una delle mille (più o meno) agenzie di questa banca che ha deciso di mettersi a vendere case.

Leggi il seguito di questo post »

Possibilità – Quarta parte

by cristinadellamore

Segue da qui

Uno strano cambio di argomento, o forse no. Il committente, che ormai ha deciso di partecipare, forse non ha tempo da perdere o forse non gradisce la conduzione della bruna, vuole sapere in che tipo di struttura lavoro adesso, e quando rispondo che è una piccola azienda – cosa che già dovrebbe sapere, accidenti a lui – mi chiede come affronterei l’impatto con una grande struttura. Tiro un lungo respiro prima di rispondere. Dunque, credo che il lavoro commerciale non cambi più che tanto se si è in cinque o in cinquanta: abbiamo i nostri ritmi ed i nostri tempi, i nostri obbiettivi ed i nostri risultati, quindi non ritengo ci sia tutta questa differenza.

Leggi il seguito di questo post »

Intervista – Quarta parte

by cristinadellamore

(Continua da qui, se ve lo siete perso)

L’atmosfera di simpatico cameratismo è sparita; mi rendo conto che mi hanno bellamente presa per il naso, sfruttando l’asimmetria informativa, visto che sanno più o meno tutto di me, ed io non ho la più lontana idea di cosa si stia parlando.

Da adesso, mentirò a man salva, e vediamo cosa succede.

Leggi il seguito di questo post »

EssereDonna&Mamma

forse il segreto è non pensarci più e godermela fino in fondo

Viaggio dentro me

Qui tutti possono essere ciò che vogliono

Ibelieveinunicorns

Mi piace essere la cosa giusta nel posto sbagliato e la cosa sbagliata nel posto giusto, perché accade sempre qualcosa di interessante. Andy Warhol

toffee

you believe forever

Crèmisi Poetica

Essere altrove da memoria trafitta / come nube leggera di gravità arresa . / Essere pensiero bisbigliante e concavo / di pace bramosa in stallo fra le risposte. ©Runa

Tutto sulla mia psicopatica vita almeno sine a quando ne avrò una

Parlerò di me della mia follia I miei pensieri e sogni irrealizzabili vi sfido a seguirmi

Appunti sparsi

Il disordine non esiste.

paracqua

Un buco nell'acqua, mica facile a farsi

Doduck

Lo stagismo è il primo passo per la conquista del mondo.

La Casa Di Marte

Il momento dove la notte è più buia... è quello più vicino all'alba.

Moll(am)y

Costringimi, ma lasciami andare. Vieni anche tu, se no faccio da sola!

Il Quadernetto

Appunti caotici, ironici, romantici.

un'italiana ad amburgo

Let your past make you better, not bitter ;)

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

Schiava di MasterSem

Coerenza è comportarsi come si è e non come si è deciso di essere.

Maestro e margherita

Tenebra e tenerezza

Gramonhill - Il blog di Luke

Cinema, racconti e altro...

ZonaProibita

ATTENZIONE VIETATO AI MINORI amore&trasgressione

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

unarossasottosopra

"... il red carpet per una curvy"

Nadia Fagiolo

Racconti, poesie, recensioni e molto altro ancora ...

Res Coquinariae

Food Bloggers

Almeno Tu

racconti e riflessioni

Firstime in Boston

Pensieri disgiunti in universi congiunti.

Bruciami Dentro

Chi sono io? Sono solo una piccola donna che lotta ogni giorno contro i suoi demoni. A volte vincono loro e mi lasciano come un guscio vuoto, pronta ad essere nuovamente devastata. Altre volte invece sono io a vincere e allora vedo il sole anche se sta diluviando

Lupetta above all

...i miei pensieri...

Confessions...My life

«L'eleganza non è farsi notare, ma farsi ricordare" Giorgio Armani

New Phoenix

L'inverno sta arrivando

My Lady Cherry

Sono sempre stata convinta che la libertà di espressione sia fonte di arricchimento, confronto e crescita personale, nel rispetto di tutti e per tutti. Spunti di riflessione e svago.

Le recensioni di Helleenne

Divoratrice di libri, amo scrivere recensioni e perdermi tra le pagine dei romanzi che leggo.

Café Days

When you're dead, you're dead. Until then, there's ice cream.

Syana from Paris

From Paris with love

Alice Jane Raynor

Sperava presto di raccogliere il segreto per essere felici

il mio tempo sospeso

letture ed altri pensieri

Cosa vuoi Vivian? Voglio la favola

racconti d'amore, sogni e sapori

Sogno di Strega

Un pizzico di magia ogni giorno

NonInUnDemoneSolo (blog di diegofanelli)

Nonìn, tranquillo, sarai sempre un demone... (blog sottoposto a Licenza Creative Commons - vedi sezione "About")

I libri sono gioielli preziosi

Non esiste bene più prezioso della cultura

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: