Solo per amore

La vita, l'universo e tutto quanto

Tag: camicetta

Una tazza di caffè

by cristinadellamore

La nostra amica Cristina ci racconta anche qualcosa del suo lavoro e dei suoi rapporti con i colleghi. Ho trovato molto significativo questo post, pubblicato per la prima volta il 23 dicembre 2014.

Mario Siniscalchi

Ovviamente l’impianto di climatizzazione in ufficio doveva andare in crisi in una delle poche mattinate fredde di questo dicembre, e precisamente in quella in cui mi era vestita in maniera particolarmente elegante per l’incontro con i clienti. Prima di uscire lei mi ha guardata come sa fare e mi ha dato ben più di un cenno di approvazione, quello sguardo ed il suo bacio più profondo del solito promettevano molto per la serata; però tailleur di seta, camicetta di pizzo, calze velatissime e Chanel open toe non proteggono molto dai rigori dell’inverno, soprattutto quando devi stare a lungo seduta, sorridere e pensare alla discussione in corso.

Per una volta mi sono sentita solidale con la stagista bionda che rabbrividiva nel suo tubino nero senza maniche e nelle sue decolté. Quando mi ha portato la prima tazza di caffè bollente della giornata le ho sorriso e la ho ringraziata con meno distacco del solito, ricevendone in cambio uno sguardo più devoto che meravigliato, da cagnolina che riceva una carezza mentre si aspettava un calcio o un passa via.

Per carità, il caffè è orribile, questa ragazza deve aver visto troppi film americani e lo ha preparato con il bollitore e servito in tazzone da quasi mezzo litro, ma almeno è caldo; le ho chiesto se voleva sedersi con me per berlo, e magari assistere all’incontro con i clienti. Un gesto gentile del quale mi sono immediatamente pentita davanti all’eccessivo entusiasmo di questa biondina della mia età che non sa cosa fare della sua laurea breve e della sua vita.

Prima che arrivi il cliente ha il tempo di raccontarmi che ha lasciato il fidanzato che le aveva proposto un rapporto a tre con un altro uomo; non la facevo così rigida, ma mi pento della malignità perché il terzo era il capo del fidanzato, ed in palio c’era una promozione. Insomma, era pronto a venderla, quel bel tomo, e sì, in quell’occasione lei ha avuto uno scatto di orgoglio, degno del miglior femminismo.

“Ci sono andata a letto poi, per mia scelta”, mi ha confessato alla fine, “e per il solo piacere di regalare quello che Piero – l’ex – voleva vendere, e devo dire che mi sono anche divertita”.

Arrivati i clienti, si è rincantucciata in un angolo della piccola sala riunioni; con il mio phablet aziendale ha registrato l’incontro, e contemporaneamente ne ha steso una specie di verbale. E’ stato divertente: il direttore amministrativo sedeva proprio davanti a me, e non sapeva dove guardare: invece di restare lucido, dal momento che stavamo parlando di parecchie decine di migliaia di euro di contratto, non faceva altro che fissare le mie tette e poi quelle della biondina; invano il direttore generale gli tirava qualche gomitata e cercava di richiamarlo all’ordine.

Abbiamo strappato un contratto migliore di quello che credevo possibile, ottimo modo per chiudere l’anno. Dopo, siamo rimaste sole e la stagista mi ha chiesto se mio marito (ha visto la vera d’oro ovviamente) apprezza una sceneggiata come quella che avevo fatto; non è una stupida anche se fa di tutto per sembrarlo, ha visto benissimo come mettevo in evidenza le tette chinandomi appena in avanti, ma non è pronta per la risposta che le do:

“Stasera lo racconterò a mia moglie e mi farò perdonare”.

Ricreazione – Prima parte

by cristinadellamore

Il cliente mi ha dato buca all’ultimo momento, il prossimo appuntamento è dopo pranzo e così mi trovo con un paio d’ore libere, in pieno centro ed in una splendida giornata, a due passi dall’ufficio di lei. So che oggi ha in programma riunioni su riunioni, ma non mi trattengo e mando un messaggio. Il messaggio poi è una foto, con le labbra tese come a mandare un bacio e la targa col nome della strada sullo sfondo; con la scusa del sole ho anche sbottonato la camicetta, e mi aspetto una risposta che arriva anche prima del previsto.

Leggi il seguito di questo post »

Luci e città (o forse il contrario) – Ventunesima parte

by cristinadellamore

Infatti passo la giornata quasi in trance, lei mi porta in un grande magazzino davvero enorme ed elegantissimo, e mi viene in mente che io l’ultima volta che ho fatto una cosa del genere ho comprato dei calzini invernali maschili, da portare con gli stivali da moto, e li ho pagati poco più di tre euro l’uno, per non avere la tentazione di andare al carissimo negozio monomarca che ne vende di bellissimi a dieci volte tanto; poi non mi viene più in mente niente, lei mi guida, guarda, commenta, sceglie e paga, e il tutto dura per l’intera giornata. Non dovete immaginare una cosa frenetica, lei si è preso tutto il tempo necessario, ad un certo punto mi ha anche portata al bar e abbiamo mangiato qualcosa comodamente sedute, per riprendere fiato.

Leggi il seguito di questo post »

Anfibi – Quinta parte

by cristinadellamore

(Segue da qui)

Dopo cinque minuti Sara è più che eccitata, diciamo proprio arrapata ed io mi sto divertendo perché immagino di raccontare a lei tutta la scena, e magari di rifarla assieme, cominciando con la camicetta sbottonata sul reggiseno a balconcino (che in ufficio per ovvi motivi non metto mai, ma Sara non se ne è mai accorta), poi le gambe incrociate molto in alto con la gonna stretta che sale a mostrare l’orlo delle autoreggenti, poi la lingua che umetta ripetutamente le labbra per far luccicare il rossetto. Devo ancora arrivare a raccontarle che sì, mi ero tolta le mutandine in bagno e le avevo infilate nella custodia del tablet aziendale; insomma, tutti questi preliminari fanno sempre effetto, davvero, e devo confessare che lo fanno anche su di me.

Leggi il seguito di questo post »

Collegamenti – Seconda parte

by cristinadellamore

E viene l’ora fatidica delle cinque del pomeriggio: il momento di staccare, finalmente, e finalmente, in questo mese di febbraio, si esce dall’ufficio ancora con la luce del sole. Non torno direttamente a casa, ho un compito che mi ha lasciato lei, andare a prendere la cugina che, anche oggi, ha proseguito con il suo stage (ma lì, all’americana, la chiamano internship, qualsiasi cosa voglia significare) nello studio legale. Mi hanno spiegato che fondamentalmente significa che la pagano, sia pure poche centinaia di euro, il minimo del minimo dello stipendio di una segretaria, ma è il principio che conta, mi ha spiegato lei.

Leggi il seguito di questo post »

Odori

by cristinadellamore

Stasera in casa c’è un profumo diverso dal solito. Me ne accorgo non appena mi chiudo la porta dietro le spalle, prima ancora di liberarmi della borsetta, della borsa con il computer, del giaccone tecnico e delle scarpe – questo è l’ordine che seguo sempre, lei dice che è un segno di OCD, io ho controllato su Google e le ho dato ragione.

Leggi il seguito di questo post »

Notizie

by cristinadellamore

Il sorridente portinaio filippino mi consegna una busta dall’aspetto ufficiale. Tra chiavi, borsetta, computer e busta della spesa non posso aprirla lì dove sono, lo faccio dopo aver aperto la porta di casa, baciato lei che mi è corsa incontro con addosso solo la canotta che le arriva appena all’inguine e posato una parte del mio carico.

Leggi il seguito di questo post »

Terapie

by cristinadellamore

Il professorone che mi segue da qualche anno ha visto in anteprima le mie ultime analisi e deve aver trovato qualcosa che non va. Mi ha telefonato e convocata per una visita urgente e non c’è bisogno di descrivere la mia preoccupazione come non sono in grado di raccontare come lei ha reagito.

Leggi il seguito di questo post »

Candidati

by cristinadellamore

Un tardo pomeriggio ventoso e soleggiato, stiamo tornando a casa. Lei fuma ed ha bisogno di farsi togliere il tartaro due volte l’anno, e l’ho accompagnata dalla dentista, per fortuna ad un passo. L’ho già baciata, in un angolo del viale che fronteggia il laghetto ed ho sentito sotto la lingua i denti lisci ed il sapore di mente della pasta che si usa per lucidarli, ora la tengo per mano.

Leggi il seguito di questo post »

Possibilità – Prima parte

by cristinadellamore

Io non volevo andarci, in realtà non avrei neanche risposto alla telefonata, ma poi lei mi ha convinto, e ho accettato l’appuntamento con i cacciatori di teste, dopo il primo colloquio siamo al secondo, ci sarà anche qualcuno della società committente.

Appuntamento nel tardo pomeriggio, e questo ovviamente è un problema, soprattutto se durante l’orario di lavoro ho avuto tre appuntamenti di cui uno a casa del diavolo, e anche se adesso mi muovo con la moto la fatica si sente. A proposito, e sia detto tra parentesi, oggi se ne è andato mezzo serbatoio, devo proprio trovare il modo di farmi rimborsare la benzina.

Leggi il seguito di questo post »

EssereDonna&Mamma

forse il segreto è non pensarci più e godermela fino in fondo

Daniele Peluso

Fotografia, scrittura, minimalismo, voli pindarici, nebbie ed utopie.

Viaggio dentro me

Qui tutti possono essere ciò che vogliono

Ibelieveinunicorns

Mi piace essere la cosa giusta nel posto sbagliato e la cosa sbagliata nel posto giusto, perché accade sempre qualcosa di interessante. Andy Warhol

toffee

you believe forever

Crèmisi Poetica

Essere altrove da memoria trafitta / come nube leggera di gravità arresa . / Essere pensiero bisbigliante e concavo / di pace bramosa in stallo fra le risposte. ©Runa

Tutto sulla mia psicopatica vita almeno sine a quando ne avrò una

Parlerò di me della mia follia I miei pensieri e sogni irrealizzabili vi sfido a seguirmi

Appunti sparsi

Il disordine non esiste.

paracqua

Un buco nell'acqua, mica facile a farsi

Doduck

Lo stagismo è il primo passo per la conquista del mondo.

La Casa Di Marte

Il momento dove la notte è più buia... è quello più vicino all'alba.

Moll(am)y

Costringimi, ma lasciami andare. Vieni anche tu, se no faccio da sola!

Il Quadernetto

Appunti caotici, ironici, romantici.

un'italiana ad amburgo

Let your past make you better, not bitter ;)

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

Schiava di MasterSem

Coerenza è comportarsi come si è e non come si è deciso di essere.

Maestro e margherita

Tenebra e tenerezza

Gramonhill - Il blog di Luke

Cinema, racconti e altro...

ZonaProibita

ATTENZIONE VIETATO AI MINORI amore&trasgressione

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

unarossasottosopra

"... il red carpet per una curvy"

Nadia Fagiolo

Racconti, poesie, recensioni e molto altro ancora ...

Res Coquinariae

Food Bloggers

Almeno Tu

racconti e riflessioni

Firstime in Boston

Pensieri disgiunti in universi congiunti.

NIENTE PANICO

procedete guardinghi perché non conoscete il vero volto delle cose che vi circondano

Bruciami Dentro

Chi sono io? Sono solo una piccola donna che lotta ogni giorno contro i suoi demoni. A volte vincono loro e mi lasciano come un guscio vuoto, pronta ad essere nuovamente devastata. Altre volte invece sono io a vincere e allora vedo il sole anche se sta diluviando

Lupetta above all

...i miei pensieri...

Confessions...My life

«L'eleganza non è farsi notare, ma farsi ricordare" Giorgio Armani

New Phoenix

L'inverno sta arrivando

My Lady Cherry

Sono sempre stata convinta che la libertà di espressione sia fonte di arricchimento, confronto e crescita personale, nel rispetto di tutti e per tutti. Spunti di riflessione e svago.

Le recensioni di Helleenne

Divoratrice di libri, amo scrivere recensioni e perdermi tra le pagine dei romanzi che leggo.

Café Days

When you're dead, you're dead. Until then, there's ice cream.

Syana from Paris

From Paris with love

Alice Jane Raynor

Sperava presto di raccogliere il segreto per essere felici

il mio tempo sospeso

letture ed altri pensieri

Cosa vuoi Vivian? Voglio la favola

racconti d'amore, sogni e sapori

Sogno di Strega

Un pizzico di magia ogni giorno

NonInUnDemoneSolo (blog di diegofanelli)

Nonìn, tranquillo, sarai sempre un demone... (blog sottoposto a Licenza Creative Commons - vedi sezione "About")

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: