Solo per amore

La vita, l'universo e tutto quanto

Tag: butt plug

Un tranquillo week end di emozioni – Parte decima

by cristinadellamore

(La parte precedente è qui)

“Facciamo in fretta, amore, una cosa del genere lo sai che mi piace troppo e non ho voglia di aspettare a lungo”. Lei si muove contro di me e mi dà l’impressione di essere io a guidarla, spingendo, affondando e muovendo le dita, mi afferra le tette a piene mani e comincia a stringere e quando ho finalmente tre dita dentro di lei si irrigidisce per un istante prima di venire di nuovo. Io ci sono vicina, non ci arrivo ma non importa, so che avrò altre occasioni. Come magari avrò l’occasione di bagnarmi in quella fontana: stasera non se ne parla, lei ora è in piedi, mi sovrasta come mi merito, e mi porge prima il piedino da baciare, poi la mano per aiutarmi a rialzarmi.

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Bugie e segreti – Prima parte

by cristinadellamore

Voi cosa fate per eccitare il vostro partner?

Sembra l’articolo di una di quelle riviste che a volte sfoglio dal parrucchiere quando non ho voglia di chiacchierare con le finte bionde che mi circondano e si meravigliano del mio caschetto blu prima di passare a parlare di mariti, figli e qualche volta amanti e del nuovo SUV che guidano da due settimane; in genere mi fanno almeno sorridere ma stasera è una cosa seria. Perché siamo a cena con le amiche, ospiti a casa di una di loro, per gli auguri di Natale sia pure un po’ in anticipo, abbiamo ben mangiato e meglio bevuto e la padrona di casa, complice forse il cognac di cui si è servita liberamente, lancia la provocazione.

Leggi il seguito di questo post »

Luci e città (o forse il contrario) – Trentunesima parte

by cristinadellamore

(Qui la parte precedente)

Il resto della giornata è per me confuso, dopo un inizio di questo genere; lei mi ha fatto il bagno come ad una bambina, mi ha portata a fare colazione e poi mi ha caricata su un tassì, dal quale siamo scese per entrare in un sexy shop che mi è sembrato di riconoscere, ed in effetti tanti anni fa ci eravamo già state. Certo, lei ha già comprato quel meraviglioso frustino, e chissà quanto ha speso, e qui c’è una scelta vastissima. Sempre confusamente, penso che anche qui si spende tanto, poi mi lascio portare e mi limito ad indicare qualcosa che colpisce la mia fantasia lasciando fare tutto a lei.

Leggi il seguito di questo post »

Espressioni

by cristinadellamore

“Guida tu, amore. Io sono stanca”. Ma certo. Dunque, il meccanico mi ha riconsegnato lo scooter ma insomma, non mi convince come va, e allora per andare al mare, in questo sabato in cui si festeggia anche il compleanno di lei e la cugina rientra stasera per andare a cena tutte assieme, non lo prendiamo e preferiamo la venerabile Ural che sembra indistruttibile.

Leggi il seguito di questo post »

Una breve vacanza – Ventinovesima parte

by cristinadellamore

(Qui la puntata precedente)

“In ginocchio, amore, mettiti comoda, farò due chiacchiere per educazione”, ed io mi sistemo il più correttamente possibile, visto che “comoda” significa seduta sui talloni, le braccia sulle cosce, i palmi verso l’alto. Così come sono, la Dom ha la possibilità di guardarmi per bene, ed anche il sub, non appena alzerà la testa, si troverà davanti agli occhi la mia fichetta depilata. Sento lei che chiacchiera e mi concentro sulle mie sensazioni, il culo che brucia ancora un po’, i muscoli che mi dolgono per l’immobilità e le posizioni correttamente tenute per troppo tempo, e soprattutto le mie mucose umide e calde che pulsano e che desiderano la mano, la lingua ed il frustino di lei. Quanto mi farà ancora aspettare? Lei continua a conversare a voce bassa con la Dom in rosso, parlano di regole e di punizioni, e capisco che anche questo sub così bello e disciplinato, che adesso è qui con la faccia a terra in omaggio a lei, non si è comportato bene quando è stato frustato sulla gogna, ha perso l’erezione alle prime frustate e l’ha recuperata solo dopo la conclusione della punizione.

Leggi il seguito di questo post »

Una breve vacanza – Ventisettesima parte

by cristinadellamore

(Qui la puntata precedente)

“Sei davvero indisciplinata, amore. Dovrò infliggerti una punizione esemplare, stavolta”. Le parole sono dure, ma il tono è dolcissimo; sono venuta perché la amo più di me stessa, e lei lo sa, ed a sua volta mi ama più di sé stessa. Non è altro che amore, e non possiamo farci niente se non lasciarci andare. Riprendo la necessaria compostezza e metto in fila le mie colpe: ho parlato senza permesso e senza permesso ho preso piacere. Solo per la seconda merito almeno cinquanta frustate sul culo ed altrettante sulle tette, lo so bene; per la prima potrebbe bastare il contrappasso che i bravi Dom sanno applicare, magari passare un giorno intero imbavagliata dalla penis gag che mi penetra la bocca e mi schiaccia la lingua.

Leggi il seguito di questo post »

Di maschi ed altri oggetti – Quinta parte

by cristinadellamore

(Qui la parte precedente)

“Non solo”, aggiunge lei. “Quando tornate a casa lo fai spogliare, gli metti il collare e ti fai servire da bere da lui così. Magari cominciate con i preliminari e glielo togli solo alla fine”. Qualche volta lo abbiamo fatto, lei ed io, ed è stato bellissimo, anche ai primi tempi, quando lei aveva comprato per me un plug con una folta codina da gatta. Poi lei non ha più voluto giocare così, da quando ho smesso di essere il suo giocattolo sessuale e sono diventata prima la sua fidanzata, poi sua moglie. Era comunque un bel gioco; lei non mi faceva male, e dopo essere stata soddisfatta indossava uno strap-on, mi prendeva da dietro e mi faceva venire più e più volte, fino a che non dicevo basta. E qualche volta continuava anche se io non ce la facevo più, perché sapeva benissimo che io inseguivo sempre l’ultimo orgasmo, quello perfetto, che poi ho raggiunto quando ho scoperto che anche lei mi amava.

Leggi il seguito di questo post »

Infortuni

by cristinadellamore

Stasera lei ha scelto di essere femminile al massimo. Dall’armadio ha estratto un vestito che non le avevo mai visto, certamente di qualche anno, le arriva appena sopra il ginocchio, senza maniche, una piccola scollatura quadrata ad evidenziare il solco tra le tette, cui ha abbinato le chanel dalla suola sottile e dal tacco appuntito; io invece ho scelto lo stile ragazzaccia, canotta a costine, microscopici shorts di jeans e scarpe da ginnastica.

Leggi il seguito di questo post »

EssereDonna&Mamma

forse il segreto è non pensarci più e godermela fino in fondo

Daniele Peluso

Benvenuti nel mio Albergo d’Anima. Fotografia amatoriale, scrittura amatoriale, minimalismo, voli pindarici, nebbie ed utopie.

Viaggio dentro me

Qui tutti possono essere ciò che vogliono

Ibelieveinunicorns

Mi piace essere la cosa giusta nel posto sbagliato e la cosa sbagliata nel posto giusto, perché accade sempre qualcosa di interessante. Andy Warhol

The Other Side Of The Fumettaio

Pensieri vaganti (ed adulti), ma dal lato "cassa" del bancone.

toffee

you believe forever

Nodi.Arsi.Sotto.La.Pelle

Essere altrove da memoria trafitta / come nube leggera di gravità arresa . / Essere pensiero bisbigliante e concavo / di pace bramosa in stallo fra le risposte. ©Runa

Racconti della Controra

Rebecca Lena Stories

Tutto sulla mia psicopatica vita almeno sine a quando ne avrò una

Parlerò di me della mia follia I miei pensieri e sogni irrealizzabili vi sfido a seguirmi

Appunti sparsi

Il disordine non esiste.

paracqua

Un buco nell'acqua, mica facile a farsi

Doduck

Lo stagismo è il primo passo per la conquista del mondo.

teetering on the brink

Frammenti di vita, d'immaginazione, e realtà

La Casa Di Marte

Il momento dove la notte è più buia... è quello più vicino all'alba.

Moll(am)y

Costringimi, ma lasciami andare. Vieni anche tu, se no faccio da sola!

Il Quadernetto

Appunti caotici, ironici, romantici.

un'italiana ad amburgo

Let your past make you better, not bitter ;)

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

Besos de Cuero

"When pain and pleasure become ecstasy." - Erotic tales of dominance, submission and transcendence.

Schiava di MasterSem

Coerenza è comportarsi come si è e non come si è deciso di essere.

Maestro e margherita

Tenebra e tenerezza

GramonHill

Cinema, racconti e altro...

ZonaProibita

ATTENZIONE VIETATO AI MINORI amore&trasgressione

Araba Fenice

Infilerò la penna ben dentro al vostro orgoglio, perché con questa spada vi uccido quando voglio.

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

unarossasottosopra

"... il red carpet per una curvy"

Lady Nadia

Racconti, poesie e molto altro ancora ...

Res Coquinariae

Food Bloggers

Almeno Tu

racconti e riflessioni

Firstime in Boston

Pensieri disgiunti in universi congiunti.

NIENTE PANICO

procedete guardinghi perché non conoscete il vero volto delle cose che vi circondano

volodirondine

...in fondo la fotografia è un modo più sbrigativo per fare una scultura!

Bruciami Dentro

Chi sono io? Sono solo una piccola donna che lotta ogni giorno contro i suoi demoni. A volte vincono loro e mi lasciano come un guscio vuoto, pronta ad essere nuovamente devastata. Altre volte invece sono io a vincere e allora vedo il sole anche se sta diluviando

Lupetta above all

...i miei pensieri...

Confessions...My life

«L'eleganza non è farsi notare, ma farsi ricordare" Giorgio Armani

New Phoenix

L'inverno sta arrivando

Chiara Saracino

Studio Storia e Critica dell'arte e dello spettacolo, laureata in Beni artistici e dello spettacolo all'Università di Parma. Sono cresciuta a Padova ma dal 2015 vivo a Parma dove la mia passione per l'arte continua e si fortifica. Sono innamoratissima di Edoardo con cui, oltre alla nostra magica relazione, condivido la mia vita e tutte le mie passioni.

My Lady Cherry

Sono sempre stata convinta che la libertà di espressione sia fonte di arricchimento, confronto e crescita personale, nel rispetto di tutti e per tutti. Spunti di riflessione e svago.

Le recensioni di Helleenne

Divoratrice di libri, amo scrivere recensioni e perdermi tra le pagine dei romanzi che leggo.

Café Days

When you're dead, you're dead. Until then, there's ice cream.