Solo per amore

La vita, l'universo e tutto quanto

Tag: bagno

Manuale di autoaiuto

by cristinadellamore

Questo post del 14 dicembre 2014, mi sembra veramente dolcissimo: preoccupazioni e cura reciproca, un grande amore per la nostra amica Cristina e la sua lei, Stella. Ancora non ho capito come si fa a rebloggare col nuovo sistema di WordPress, quindi ho copiato e incollato il vecchio post.

Mario Siniscalchi

Lei ha ripreso a lavorare, un lavoro completamente nuovo, da quello che posso capire dalla quantità di carte si porta a casa e nelle quali si immerge dopo cena, come ai vecchi tempi.

Il bello è che anche io ho cominciato a portarmi il lavoro a casa, e così ci dividiamo la scrivania di suo padre che in queste occasioni sembra sempre troppo piccola; mi hanno anche dato, in ufficio, un telefonino enorme, che uso anche come computer, e lei qualche volta alza gli occhi, soprattutto quando mi scappa qualche versaccio perché non riesco a fargli fare quello che voglio come se avessi le dita un po’ goffe.

Tutto questo dura fino a quando lei non butta tutto per aria, spegne con gesto deciso l’ultima sigaretta e decide che è tardi, è stanca e insomma, adesso basta. In realtà non le piace tanto, questo nuovo lavoro, lo capisco benissimo anche se non me lo ha ancora confessato; ma almeno non le crea i problemi che la hanno costretta a lasciare il vecchio.


Io so cosa devo fare: in genere a quell’ora sono tesissima, sto già cominciando ad organizzare mentalmente le attività del giorno dopo, e allora le chiedo di farmi il bagno; proprio così, come ad una bambina, manca solo che mi prenda in braccio per depositarmi nella grande vasca da idromassaggio ma sono troppo pesante per lei, ma per il resto mi spoglia, mi insapona, mi sciacqua, e alla fine mi avvolge in un enorme asciugamano, mi porta a letto e mi massaggia a lungo.

“Sento che ne hai bisogno, hai tutti i muscoli contratti”, dice spesso lei, prima di raggiungermi sull’asciugamano un po’ umido, “e ne ho bisogno anch’io”.

Luci e città (o forse il contrario) – Prima parte

by cristinadellamore

Lei mi bacia sul sedile posteriore di questo macchinone sconosciuto ed io scendo; il tassista ha scaricato la valigia e mi saluta a sua volta con un mezzo inchino prima di riprendere posto al volante e portare via lei, verso uno studio altrettanto sconosciuto, lì dove è in programma una riunione e, successivamente, un secondo giorno di incontri. La valigia in mano, resto a guardare finché il taxi sparisce ad un incrocio; nella borsetta ho un elenco di cose da fare e nel cervello, oltre al pensiero ed al desiderio di lei, le frasi di un francese basico che ho imparato a memoria, il minimo indispensabile per sopravvivere in questa città finché lei non viene a salvarmi.

Leggi il seguito di questo post »

Scandinave

by cristinadellamore

In qualche modo lei si è convinta, o forse è stato suo fratello a convincerla, ma insomma, visto che i lavori nel palazzo sembrano ancora ad un punto morto pare proprio che sia arrivato il momento di sistemare casa. Niente di complicato, una rinfrescata alle pareti, una sistemazione al venerabile parquet della zona notte ed al marmo del salotto elegante che usiamo pochissimo, una nuova doccia nel nostro bagno, di quelle con tanti diffusori a tutte le altezze e soprattutto, dopo un lungo pensarci e ripensarci sopra, giù la parete della cucina e trasformazione della stessa in angolo cottura del soggiorno.

Leggi il seguito di questo post »

Preparati

by cristinadellamore

Anche questa Pasqua sta finendo. Abbiamo piluccato una cena di avanzi, e ci siamo trasferiti dalla grande cucina, dove ora lavora la lavapiatti, all’ancora più grande sala da pranzo, lei ha acceso un po’ di fuoco nel camino – e direi che serve, siamo in montagna e l’aria non è gelida ma abbastanza fredda nonostante la stagione – ed il fratello ha stappato la seconda bottiglia del contadino, un rosso spesso, che macchia i bicchieri come sangue.

Leggi il seguito di questo post »

Generi

by cristinadellamore

Lei è in bagno, ha fatto la doccia e, credo, si sta asciugando perché non sento più lo scroscio dell’acqua. Io dovrei aspettarla sotto il piumone, da brava mogliettina, e invece no. Ho un gran caldo addosso, e non per il riscaldamento che è al minimo, e nemmeno per la soffice piuma d’oca sotto la quale sono stesa. Stanca, preoccupata e tesa, ho voglia di lei e non ce la faccio ad aspettare.

Leggi il seguito di questo post »

Conversazioni

by cristinadellamore

Tornata a casa, ho trovato la cugina china sui libri, c’è un esame da dare tra poco, se ho capito bene, e non ho trovato lei. Nessuna sorpresa, lo sapevo, una riunione crudelmente fissata venerdì pomeriggio che, come facilmente prevedibile, si protrae e si avvita su se stessa. Qualche volta capita anche a me, capisco e solidarizzo. Comunque non abbiamo impegni, per questo fine settimana non ci muoviamo dal momento che ci stiamo dedicando alla casa della cugina, la stiamo svuotando in vista della consegna delle chiavi.

Leggi il seguito di questo post »

Ritorni

by cristinadellamore

Lei mi aspetta in camera da letto. Io mi intrattengo in bagno, mi strofino, mi asciugo dopo la doccia, voglio far passare il tempo. Ho fretta ma voglio aspettare; so che ha fretta anche lei, ed anche lei aspetterà e godrà ogni istante dell’attesa.

Leggi il seguito di questo post »

Manuale di autoaiuto

by cristinadellamore

Lei ha ripreso a lavorare, un lavoro completamente nuovo, da quello che posso capire dalla quantità di carte si porta a casa e nelle quali si immerge dopo cena, come ai vecchi tempi.

Il bello è che anche io ho cominciato a portarmi il lavoro a casa, e così ci dividiamo la scrivania di suo padre che in queste occasioni sembra sempre troppo piccola; mi hanno anche dato, in ufficio, un telefonino enorme, che uso anche come computer, e lei qualche volta alza gli occhi, soprattutto quando mi scappa qualche versaccio perché non riesco a fargli fare quello che voglio come se avessi le dita un po’ goffe.

Tutto questo dura fino a quando lei non butta tutto per aria, spegne con gesto deciso l’ultima sigaretta e decide che è tardi, è stanca e insomma, adesso basta. In realtà non le piace tanto, questo nuovo lavoro, lo capisco benissimo anche se non me lo ha ancora confessato; ma almeno non le crea i problemi che la hanno costretta a lasciare il vecchio.

Leggi il seguito di questo post »

EssereDonna&Mamma

forse il segreto è non pensarci più e godermela fino in fondo

Viaggio dentro me

Qui tutti possono essere ciò che vogliono

Ibelieveinunicorns

Mi piace essere la cosa giusta nel posto sbagliato e la cosa sbagliata nel posto giusto, perché accade sempre qualcosa di interessante. Andy Warhol

toffee

you believe forever

Crèmisi Poetica

Essere altrove da memoria trafitta / come nube leggera di gravità arresa . / Essere pensiero bisbigliante e concavo / di pace bramosa in stallo fra le risposte. ©Runa

Tutto sulla mia psicopatica vita almeno sine a quando ne avrò una

Parlerò di me della mia follia I miei pensieri e sogni irrealizzabili vi sfido a seguirmi

Appunti sparsi

Il disordine non esiste.

paracqua

Un buco nell'acqua, mica facile a farsi

Doduck

Lo stagismo è il primo passo per la conquista del mondo.

La Casa Di Marte

Il momento dove la notte è più buia... è quello più vicino all'alba.

Moll(am)y

Costringimi, ma lasciami andare. Vieni anche tu, se no faccio da sola!

Il Quadernetto

Appunti caotici, ironici, romantici.

un'italiana ad amburgo

Let your past make you better, not bitter ;)

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

Schiava di MasterSem

Coerenza è comportarsi come si è e non come si è deciso di essere.

Maestro e margherita

Tenebra e tenerezza

Gramonhill - Il blog di Luke

Cinema, racconti e altro...

ZonaProibita

ATTENZIONE VIETATO AI MINORI amore&trasgressione

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

unarossasottosopra

"... il red carpet per una curvy"

Nadia Fagiolo

Racconti, poesie, recensioni e molto altro ancora ...

Res Coquinariae

Food Bloggers

Almeno Tu

racconti e riflessioni

Firstime in Boston

Pensieri disgiunti in universi congiunti.

Bruciami Dentro

Chi sono io? Sono solo una piccola donna che lotta ogni giorno contro i suoi demoni. A volte vincono loro e mi lasciano come un guscio vuoto, pronta ad essere nuovamente devastata. Altre volte invece sono io a vincere e allora vedo il sole anche se sta diluviando

Lupetta above all

...i miei pensieri...

Confessions...My life

«L'eleganza non è farsi notare, ma farsi ricordare" Giorgio Armani

New Phoenix

L'inverno sta arrivando

My Lady Cherry

Sono sempre stata convinta che la libertà di espressione sia fonte di arricchimento, confronto e crescita personale, nel rispetto di tutti e per tutti. Spunti di riflessione e svago.

Le recensioni di Helleenne

Divoratrice di libri, amo scrivere recensioni e perdermi tra le pagine dei romanzi che leggo.

Café Days

When you're dead, you're dead. Until then, there's ice cream.

Syana from Paris

From Paris with love

Alice Jane Raynor

Sperava presto di raccogliere il segreto per essere felici

il mio tempo sospeso

letture ed altri pensieri

Cosa vuoi Vivian? Voglio la favola

racconti d'amore, sogni e sapori

Sogno di Strega

Un pizzico di magia ogni giorno

NonInUnDemoneSolo (blog di diegofanelli)

Nonìn, tranquillo, sarai sempre un demone... (blog sottoposto a Licenza Creative Commons - vedi sezione "About")

I libri sono gioielli preziosi

Non esiste bene più prezioso della cultura

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: