Nel bel mezzo della notte

di cristinadellamore

Pubblicato per la prima volta il 13 marzo 2015, un brevissimo post che celebra tutta l’intimità della nostra amica Cristina con la sua lei – Stella.

Mario Siniscalchi

Mi sono svegliata alle quattro del mattino. Non era un incubo, ma un confuso sogno con molto rosso, non avrei saputo dire se sangue o fuoco. Mi ero addormentata tra le sue braccia, come al solito, e mi sono ritrovata rincantucciata nell’angolo più lontano del nostro lettone, un po’ sudata sotto il piumino d’oca.

Nel buio, ho richiuso gli occhi e teso le orecchie: volevo sentire il suono rassicurante del suo respiro, e invece è stata la sua voce che mi ha fatto sobbalzare.

“Torna qui da me, era solo un sogno”, mi ha detto.

Io ho obbedito, ho sentito le sue labbra sulle mie, una carezza leggera sul seno, e mi sono riaddormentata. La mattina dopo lei mi ha detto che quando mi ha svegliata, con un altro bacio ed un’altra carezza, sorridevo.