Lunga vita alla Regina (3)

di cristinadellamore

Stamattina mentre co0rrevo sono s5ato raggiunto e superato da due gi0vani d0nne che sembravano volare per il loro passo leggero ed elegante. Ho provato a tenere il loro passo ma erano molto più veloci di me. Correndo piangevo, e mi sono svegliato in lacrime.
Trovate qui di seguito la nuova parte della storia fantasy della nostra amica Cristina, che ho pubblicato sul blog dedicato.

Mario Siniscalchi

Storie di Elfi e di Uomini

Belladonna non perse tempo a chiedersi come e perché la Regina, la sera prima tanto esperta e vogliosa, ora si comportasse come una vergine al cospetto dello sposo subito dopo le nozze; senza lasciare la presa su quel punto incorporeo all’interno di lei, snudò lentamente la spada tenendo gli occhi fissi in quelli viola della Donna che aveva davanti, sgranati per l’attesa e l’eccitazione: vi lesse tutto questo, ed anche un po’ di paura. Il Potere che scorreva sempre più copioso nel corpo della Regina prese a congiungersi col suo. Restava però un’entità distinta che si aggiungeva senza sommarsi e renderla più forte.

“Inginocchiati, amica mia, e ti insegnerò tutto quello che devi imparare”.

La Regina obbedì e Belladonna prima le carezzò i capelli, poi appoggiò la spada, con la lama di piatto, sulla sua spalla, facendola sussultare.

“Mi ferirai con quella lama, bell’ufficiale? Ti prego, non farmi male, sarò…

View original post 478 altre parole