Un tranquillo week end di emozioni – Parte ottava

by cristinadellamore

(Segue da qui)

“Lo stesso che hai in mente tu, amore, ed ho in mente anche io”. E così rallentiamo il passo ed alla prima occasione lei lascia il sentiero, supera una siepe e ci ritroviamo in una specie di alcova, un bellissimo tappeto d’erba, e addirittura una piccola fonte che chiocciola in una vasca palesemente antica, ricoperta di muschio. Potremmo essere sole sulla faccia della terra, silenzio e buio tutto attorno; lei pianta la torcia per terra e, le mani finalmente libere, mi abbraccia. Cerca le mie labbra con le sue, le forza gentilmente con la lingua e mi assapora, e intanto mi accarezza la schiena fino a trovare il mio culetto che riempie i jeans. Ricambio il bacio e mi inarco per sentire meglio la presa di lei sulle natiche, e pensando a quello che le dita sottili, forti e delicate di lei sanno fare sul mio corpo già pregusto quello che accadrà, e per restare in piedi mi appoggio contro il corpo snello di lei ed a mia volta ne stringo i fianchi in un abbraccio.

Leggi il seguito di questo post »