Ad occhi spalancati – Sesta parte

by cristinadellamore

(La parte precedente è qui)

Concentrata come sono sul nutrimento, mi distraggo e quasi inciampo: c’è una coppia impegnatissima sul tappeto, l’uomo a quattro zampe, la donna in ginocchio dietro di lui, tra tutti e due non hanno più niente addosso tranne le maschere e la cinghia dello strap-on che lei indossa ed utilizza con vigorosa sensualità; chiedo scusa facendo un passo indietro prima di accorgermi che c’è anche un pubblico, una coppia compostamente seduta su un divanetto: sorseggiano qualcosa dai bicchieri a calice ed osservano educatamente. Cosa c’è di male se mi fermo anche io? C’è sempre qualcosa da imparare. Dunque, la donna ha saldamente artigliato il fianco dell’uomo con una mano, con l’altra lo incita sculacciandolo – certo, una pecorina senza sculaccioni non ha senso – e mi accorgo alla fine che è l’uomo a muoversi avanti ed indietro: o è una coppia affiatata o hanno avuto una grande fortuna ad incontrarsi per caso. Perché l’uomo è bello dritto, vedo anche questo, e mi chiedo se, alla fine, concluderà da solo o se la donna si prenderà cura di lui. Mi tengo la curiosità, anche perché la seconda tartina mi disgusta, c’è una crema che non riconosco e che non mi piace, con un vaghissimo sapore di formaggio un po’ ammuffito: ho bisogno di bere qualcosa per togliermi il sapore dalla gola.

Leggi il seguito di questo post »