La battaglia: pomeriggio (6)

di cristinadellamore

Storie di Elfi e di Uomini

La Barbara era in prima fila, e controllava l’allineamento dei lancieri, cercando altresì di tenere d’occhio gli Elfi armati alla leggera che apparivano e sparivano davanti alle punte di acciaio delle lance come per invitare il nemico a farsi avanti; ad un cenno di Belladonna lasciò il suo posto, e raggiunse l’Elfa che, ancora appoggiata alla guida, cercava di riprendere fiato e controllare il dolore che saliva dalla gamba ferita per mettersi immediatamente a rapporto, senza peraltro riuscire a nascondere l’ammirazione per l’Elfa che portava sul corpo i segni del feroce scontro nel quale per poco non aveva lasciato la vita.

View original post 446 altre parole