La battaglia: pomeriggio (4)

di cristinadellamore

Storie di Elfi e di Uomini

Una mano si appoggiò sulla spalla dell’Elfa, ancora sdraiata a terra, col fiato corto e dolori in ogni parte del corpo; in altre circostanze Belladonna avrebbe reagito con un balzo, una stoccata di Sorriso Solitario, un pugno o una testata, stavolta si limitò a sobbalzare, e si accorse che era la guida, con il viso insanguinato, che si chinava su di lei, tra le mani una lunga striscia di stoffa.

View original post 412 altre parole

Annunci