Solo per amore

La vita, l'universo e tutto quanto

Mese: gennaio, 2019

Ἑαυτὸν τιμωρούμενος, ovvero la punitrice di sé stessa

by cristinadellamore

Stasera faccio tardi, e sì che avevo promesso di non esagerare; tanto tardi che devo mandare un messaggio a lei, per tranquillizzarla ed invitarla a non cambiare la routine. Scrivo di andare a correre senza di me, solo lei e la cugina, ed io mi farò trovare a casa. O almeno lo spero, perché oltre ad un mare di lavoro amministrativo ed a qualche problema personale dei colleghi del team che, guarda caso, chiedono il mio aiuto per risolverlo, c’è anche traffico, fa freddo e minaccia pioggia. Devo fare ammenda, ovviamente, e ci penso con un angolino del cervello per tutto il tempo in cui cerco di districarmi dal traffico e rabbrividisco per le raffiche di vento gelato che trovano improbabili varchi attraverso il mio giaccone tecnico ed i pantaloni impermeabili; ho anche i piedini gelati, per sbrigarmi non ho messo i copriscarpe e le mie decolté si rivelano inadeguate alla bisogna.

Leggi il seguito di questo post »

Piccolo e grande freddo – Terza parte

by cristinadellamore

(Segue da qui)

Certo, come no. Giro lentamente sui tacchi e la squadro cercando di imitare l’occhiata gelida di lei quando ha a che fare con qualcuno che non le piace; vediamo, si è tinta male i capelli, sotto il biondo platino del taglio alla Marylin Monroe c’è un dito di ricrescita nera, si è truccata con la cazzuola da muratore e, a occhio, si è rifatta le tette perché non le aveva così grosse, ricordo benissimo che ero io la più fornita della classe. Poi si è anche messa una specie di sottoveste rosa palesemente senza niente sotto ed un paio di scarpe prese certamente su una bancarella. Ecco, queste sono soddisfazioni, vedere che tu stai meglio di qualcuno che per anni hai invidiato e cercato di imitare. Serenamente ci abbracciamo e sfioriamo reciprocamente le guance.

Leggi il seguito di questo post »

Esperienze

by cristinadellamore

“Sei sicura, amore?”. La voce di lei mi arriva un po’ ovattata, ma c’è un’ottima ragione. Ho addosso un orribile cappuccio da slave, che mi copre il capo fino al mento, mi impedisce di vedere e di parlare, e mi lascia respirare con un po’ di fatica attraverso due forellini più o meno all’altezza delle narici; ho anche un ampio camicione che mi arriva fino ai piedi e mi sta largo, un po’ come una tenda, per nascondere tutto il resto del mio corpo, ho i polsi ammanettati dietro la schiena ed i ceppi alle caviglie, neanche mezzo metro di catena. In piedi in un angolo del nostro soggiorno studio, non sono più io e faccio parte dell’arredamento. Come posso, faccio segno di sì.

Leggi il seguito di questo post »

Piccolo e grande freddo – Seconda parte

by cristinadellamore

(Pss, qui la parte precedente)

Anche lui ha riconosciuto me, e quindi prova ad abbracciarmi e baciarmi: qualche anno fa gli avrei dato una ginocchiata dove fa più male, stasera mi limito a sfuggire alla sua presa ed a porgergli la mano; me la stringe ed io mi dico che quella ginocchiata avrei davvero dovuto dargliela, mi guarda come se mi stesse spogliando e biascica qualcosa che dovrebbe essere un complimento ma quando uno mi dice che due bottarelle me le darebbe anche oggi io non la prendo bene; in tono gelido presento lei e nonostante l‘illuminazione deficitaria vedo che il mio interlocutore sbarra gli occhi, arrossisce e poi sbianca. Lei, con un gesto meravigliosamente elegante, gli ha porto il piumino, come si farebbe con un cameriere. Aggiungo il mio e vado incontro al mio brutto passato: posso farlo perché lei ha fatto due passi e mi ha presa sottobraccio, mi sento fortissima e sicura, ora o mai più.

Leggi il seguito di questo post »

Aggiornamenti

by cristinadellamore

Storie di Elfi e di Uomini

Giusto per vostra informazione, qui c’è il settimo capitolo, per intero, ripubblicato sull’altra piattaforma. Non so, forse un piccolo ripasso può farvi bene.

Divertitevi e magari votate.

View original post

Chiarezza

by cristinadellamore

Solo per amore

Allora, inizio inverno un po’ così. Fa un po’ freddo al mattino e alla sera, e soprattutto non piove. L’aria è sporca, mi bruciano gli occhi ed anche lei ha qualche fastidio.

Lei fa una telefonata e fissa l’appuntamento dall’oculista, per fortuna a due passi da casa.

View original post 519 altre parole

Piccolo e grande freddo – Prima parte

by cristinadellamore

Lei guida con cautela lungo uno stradone buio e dissestato, alla periferia della periferia, non lontanissimo dalla zona in cui ho vissuto da bambina, e nonostante tutto sobbalziamo dolorosamente da una buca all’altra che la macchinetta del car sharing affronta coraggiosamente. Tutto intorno, cassonetti dell’immondizia che traboccano, villette un po’ sbreccate e nessuno in giro, e questo è comprensibile perché fa anche freddo. Il navigatore dice che siamo sulla strada giusta e che mancano due chilometri; non sono entusiasta di essere qui, maledizione, e mi chiedo come mai mi sono lasciata convincere.

Leggi il seguito di questo post »

Frammenti e reazioni

by cristinadellamore

“Non lo stai facendo bene come al solito, amore”. Lei mi tiene per i capelli ed io sono proprio lì dove devo essere, in ginocchio, il sapore di lei sulle labbra, l’odore di lei nelle narici; i polsi ammanettati dietro la schiena, i ceppi alle caviglie e trenta centimetri scarsi di catena ad unire ceppi e manette. E sì, lei ha ragione, per qualche motivo non sono concentrata su quello che sto facendo e me ne vergogno profondamente.

Leggi il seguito di questo post »

Il dopo, in parte

by cristinadellamore

“Si’ amore, neanch’io ci credevo, ma un dopo c’è”. Lei è ancora più bella, forse un po’ pallida, o forse è bello l’effetto del completo nero che indossa, con la camicia bianca e la cravatta nera. Ma il sorriso sulle labbra sottili e negli occhi castani è quello di cui mi sono innamorata.

Leggi il seguito di questo post »

Bugie e segreti – Seconda parte

by cristinadellamore

(Segue da qui, questa è la conclusione)

La brunetta con i capelli tagliati corti e le tette quasi inesistenti ma valorizzate da un abito firmato trova il gioco molto divertente e ci spiega che prende il fidanzato per la gola, quindi si fa trovare sul tavolo da pranzo coperta solo da porzioni di sushi: un classico, lo abbiamo fatto anche noi, e mi permetto di suggerire che può anche imboccare il fidanzato senza usare le mani, poi arrossisco pensando a quella volta che lei lo ha fatto a me e ci prendiamo un applauso forse un po’ più convinto. Questa cosa che arrossisco pensando ai nostri giochi, maledizione, deve finire.

Leggi il seguito di questo post »

EssereDonna&Mamma

forse il segreto è non pensarci più e godermela fino in fondo

Daniele Peluso

Fotografia, scrittura, minimalismo, voli pindarici, nebbie ed utopie.

Viaggio dentro me

Qui tutti possono essere ciò che vogliono

Ibelieveinunicorns

Mi piace essere la cosa giusta nel posto sbagliato e la cosa sbagliata nel posto giusto, perché accade sempre qualcosa di interessante. Andy Warhol

toffee

you believe forever

Crèmisi Poetica

Essere altrove da memoria trafitta / come nube leggera di gravità arresa . / Essere pensiero bisbigliante e concavo / di pace bramosa in stallo fra le risposte. ©Runa

Tutto sulla mia psicopatica vita almeno sine a quando ne avrò una

Parlerò di me della mia follia I miei pensieri e sogni irrealizzabili vi sfido a seguirmi

paracqua

Un buco nell'acqua, mica facile a farsi

Doduck

Lo stagismo è il primo passo per la conquista del mondo.

La Casa Di Marte

Il momento dove la notte è più buia... è quello più vicino all'alba.

Moll(am)y

Costringimi, ma lasciami andare. Vieni anche tu, se no faccio da sola!

Il Quadernetto

Appunti caotici, ironici, romantici.

un'italiana ad amburgo

Let your past make you better, not bitter ;)

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

Besos de Cuero

"When pain and pleasure become ecstasy." - Erotic tales of dominance, submission and transcendence.

Schiava di MasterSem

Coerenza è comportarsi come si è e non come si è deciso di essere.

Maestro e margherita

Tenebra e tenerezza

Gramonhill - Il blog di Luke

Cinema, racconti e altro...

ZonaProibita

ATTENZIONE VIETATO AI MINORI amore&trasgressione

Araba Fenice

Infilerò la penna ben dentro al vostro orgoglio, perché con questa spada vi uccido quando voglio.

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

unarossasottosopra

"... il red carpet per una curvy"

Nadia Fagiolo

Racconti, poesie, recensioni e molto altro ancora ...

Res Coquinariae

Food Bloggers

Almeno Tu

racconti e riflessioni

Firstime in Boston

Pensieri disgiunti in universi congiunti.

NIENTE PANICO

procedete guardinghi perché non conoscete il vero volto delle cose che vi circondano

Bruciami Dentro

Chi sono io? Sono solo una piccola donna che lotta ogni giorno contro i suoi demoni. A volte vincono loro e mi lasciano come un guscio vuoto, pronta ad essere nuovamente devastata. Altre volte invece sono io a vincere e allora vedo il sole anche se sta diluviando

Lupetta above all

...i miei pensieri...

Confessions...My life

«L'eleganza non è farsi notare, ma farsi ricordare" Giorgio Armani

New Phoenix

L'inverno sta arrivando

My Lady Cherry

Sono sempre stata convinta che la libertà di espressione sia fonte di arricchimento, confronto e crescita personale, nel rispetto di tutti e per tutti. Spunti di riflessione e svago.

Le recensioni di Helleenne

Divoratrice di libri, amo scrivere recensioni e perdermi tra le pagine dei romanzi che leggo.

Café Days

When you're dead, you're dead. Until then, there's ice cream.

Syana from Paris

From Paris with love

Alice Jane Raynor

Sperava presto di raccogliere il segreto per essere felici

il mio tempo sospeso

letture ed altri pensieri

Cosa vuoi Vivian? Voglio la favola

racconti d'amore, sogni e sapori

Sogno di Strega

Un pizzico di magia ogni giorno

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: