La battaglia: pomeriggio (2)

di cristinadellamore

Storie di Elfi e di Uomini

La cosa diventò in realtà un sanguinoso inseguimento. Gli Elfi, vistisi in inferiorità sia numerica che di armamento, ruppero i ranghi ben prima dell’impatto con i lancieri, voltarono le terga e più che battere in ritirata dettero in una fuga precipitosa. Tra fanteria leggera e fanteria pesante una gara di corsa non era in genere proponibile: i lancieri, per quanto in buona forma fisica e ben addestrati, non potevano competere con gli esploratori, per la differenza di struttura fisica e di peso dell’armamento. Fu il gruppetto di esploratori guidato da Belladonna a prendere sul fianco gli Elfi in fuga, in una perfetta manovra ad armi combinate, di quelle che in genere riescono solo sui manuali e, più raramente, nei giochi di guerra a tavolino, ma certamente mai in occasione di manovre sul campo.

View original post 355 altre parole

Annunci