La battaglia: mezzodì (14)

di cristinadellamore

Storie di Elfi e di Uomini

Lana Mastdottir rimase immobile per la sorpresa e si rifugiò nell’addestramento formale, irrigidendosi nel saluto per passare alla posizione di rispetto, imitata dalle sue compagne; meccanicamente Belladonna ricambiò il gesto di cortesia militare, e restò in attesa, i sensi all’erta. La Barbara fece due passi avanti, assunse nuovamente la posizione di rispetto e fece per mettersi a rapporto, mentre in maniera un po’ disordinata la sua piccola compagnia si schierò su due linee proprio dietro il precario riparo degli alberi che avrebbero dovuto proteggere la ricognizione dell’Elfa e della sua guida, che finalmente aveva sciolto l’abbraccio con l’altro contadino e, assieme a lui, affiancò Lana Mastdottir assumendo una più approssimativa posizione di rispetto.

View original post 307 altre parole

Annunci