Luci e città (o forse il contrario) – Dodicesima parte

by cristinadellamore

“Hai imparato la lezione, amore? Adesso è il momento che tu faccia qualcosa per me”. Sono pronta, prontissima. Sempre tenendomi le dita dentro, lei tira il mio corpo verso il basso. Vuole che mi inginocchi e lo faccio, con le gambe che tremano; mi sento meglio per un attimo, poi mi sento peggio, lei ha tolto le dita, non mi penetra più e improvvisamente provo un vuoto totale, una sensazione di inutilità.

Leggi il seguito di questo post »