La battaglia: mattino (9)

di cristinadellamore

Storie di Elfi e di Uomini

Quello che la storia militare non raccontava, ma che Belladonna aveva scoperto parlando con le guide che discendevano dai ribelli sconfitti, fu che il proprietario del bosco venne bruciato a sua volta per aver chiesto un risarcimento alla corona e che il re recuperò abbondantemente le spese sostenute vendendo ai bordelli Elfici e dei Regni del Sud le donne più giovani ed avvenenti degli sconfitti. L’Elfa si guardava attorno con attenzione: non avrebbero mai dovuto passare di lì, pensò, perché sul quel terreno scoperto la fanteria pesante avrebbe avuto agio di manovrare ed inchiodare il suo piccolo manipolo armato alla leggera. Il giovane contadino sembrò leggere nel pensiero di Belladonna e dopo pochi passi cambiò improvvisamente direzione guidando l’Elfa ed i suoi compagni verso una zona molto più riparata, ove il terreno, dalla conformazione più corrugata, teneva i soldati al coperto e ne nascondeva anche eventuali tracce.

View original post 479 altre parole