La protezione

di cristinadellamore

Lei mi accoglie ogni sera nel nostro letto, ogni sera quando ne ho bisogno trovo pace appoggiando il capo sulle tette di lei, rannicchiandomi nel tepore delle cosce profumate. Spesso trovo un capezzolo che sfioro, accarezzo e bacio; a volte prendo a succhiare gentilmente e lei intanto mi accarezza la nuca con gesto delicato e casto.

“Rilassati, amore, sei con me, adesso, e va tutto bene”, mi dice come per incoraggiarmi, ed a me sembra davvero di nutrirmi e tornare più che bambina, neonata. La carezza sulla nuca e’ quella di mio padre, che chissà che fine ha fatto, ma la tetta e’ quella di lei, che mi ama, mi aiuta, difende e protegge: mi nutre, anche, con l’amore che mi porta, ed io prendo tutto quello che posso, perché è lei che me lo offre.

Io succhio, e quando alzo lo sguardo vedo lei che mi sorride, capisco che anche la carezza viene da lei e mi addormento così. Quando mi risveglio siamo ancora nella stessa posizione, lei sorride di nuovo per augurarmi il buongiorno ed io, buttate tutte le malinconie alle spese, do a lei un bacio meno casto e sono pronta ad iniziare la giornata.

Annunci