La battaglia: mattino (2)

di cristinadellamore

Storie di Elfi e di Uomini

La Bastarda restò in silenzio, poi disse: “Chissà come mai, non sono sicura di potermi fidare, magari saresti in grado di trovare una cella adeguata anche per Morwen; e sei proprio sicuro di riuscire a scoprirlo, in questo caso?”.
Sorrise appena, regolò il passo, sistemò la bandoliera che reggeva spada corta e pugnale, alla maniera della fanteria leggera prima di aggiungere: “Dovrò ricostruirla, questa città, se la nostra armata la prenderà d’assalto”.
“Cercheremo di danneggiarla il meno possibile, te lo prometto”.
“Ma perché sei così certo che sarà necessario un assedio?”.
“La nostra armata delle Informazioni ci ha comunicato che la Regina non ha una massa di manovra in grado di affrontarci sul campo; siamo quindi certi che si chiuderà nella sua capitale con la Guardia e la milizia cittadina. E sappiamo ben che le mura, per quanto possano essere alte e robuste, non sono più forti dei soldati che…

View original post 397 altre parole

Annunci