Avvertimenti

di cristinadellamore

Ho trovato un po’ di tempo per esplorare alcune funzioni della banca on line, ed ho curiosato nella sezione “Messaggi”. Mi chiedono di partecipare ad un sondaggio sulla soddisfazione del cliente, mi spiegano cosa sono – più o meno – i prodotti complessi (e non lo ho capito lo stesso, peccato), e sono rimasta affascinata dall’ultimo, sulle frodi informatiche.

Copio e incollo:

“Abbiamo intercettato alcuni messaggi SMS, inviati alla nostra clientela, nei quali si invitano i correntisti ad accedere ad un sito internet simile a quello della Banca, per certificare il numero di cellulare entro 24 ore.

Questo messaggio non proviene in alcun modo dalla nostra banca e il predetto sito internet appartiene a possibili truffatori che possono così raccogliere suoi dati personali e tentare di compiere operazioni bancarie indesiderate.

Nel caso lei avesse ricevuto messaggi di questa natura e avesse inserito sue credenziali all’interno del predetto sito internet, la invitiamo a contattare la filiale presso la quale intrattiene i rapporti per segnalare l’accaduto e ricevere ogni informazione.

Per completezza le ricordiamo che la Banca non invia mai e-mail o sms che contengano link ad aree operative del sito o richieste di inserire i codici di sicurezza.

Restiamo a disposizione per ogni chiarimento”.

Non ho fatto in tempo a pormi la domanda: lei, che ha letto dietro le mie spalle, mi dà la risposta: “Sì, amore, c’è gente abbastanza stupida da abboccare a queste cose, mi pare si chiami phishing”. In genere, mi viene da commentare, si tratta di quelli che si credono i più furbi.

“Credono, hai detto bene”. Io ne ricevo, di messaggi del genere, nella posta elettronica, e sembrano arrivare da banche con le quali non ho il più lontano rapporto, e in genere sono costellati di errori di grammatica e di sintassi. Come si fa ad abboccare?

“Chissà, magari non abbocca nessuno, ma la banca si mette la coscienza a posto. E comunque una volta mi è arrivato un SMS con una eccezionale offerta di Bancoposta, figuriamoci. Ho chiamato una mia amica che lavora lì e le ho inoltrato il messaggio. E adesso che ne dici di spegnere e di venire a letto?”, mi chiede lei.

In effetti si è fatto tardi, la cugina se ne è andata a dormire da un po’ e domani anticipiamo la sveglia per correre un po’ di più: è proprio ora. Lei è sempre alle mie spalle, nella posizione migliore per baciarmi e lo fa, comincia dal collo e risale fino alle labbra. Non ha bisogno di questi trucchi per farmi alzare dalla poltrona e correre a letto: per dormire, c’è sempre tempo.

Annunci