Pendolarismo urbano e no

di cristinadellamore

Solo per amore

“Che bello, tu che vivi a Roma”.

Quante volte me l’hanno detto, e lo hanno detto anche a lei, anzi a lei prima di me sicuramente, gli amici ed i conoscenti del paesino lucano. Salvo meravigliarsi quando spieghiamo loro che posso fare anche venti o trenta chilometri senza uscire dalla città, nel traffico e nel caos, e adesso guardiamo con terrore al natale che si avvicina, con l’ulteriore aumento di caos e traffico, che devo affrontare ormai da sola.

Tutto questo per dire che ho finalmente preso la patente per la moto, accidenti, e quindi potrei dire basta alle ore di viaggio sui mezzi pubblici, alle palpate tra la folla, alla paura di immergermi nelle viscere della Stazione Termini quando devo cambiare linea, magari è tardi, c’è poca gente in giro e da ogni angolo buio potrebbe saltare un malintenzionato.

Però ci sono dei lati positivi: per esempio ho il tempo di…

View original post 499 altre parole

Annunci