Le Terre Sconosciute (1)

di cristinadellamore

Storie di Elfi e di Uomini

Belladonna aveva diviso le sue forze; una parte del battaglione era rimasta nella città barbara occupata, e facendo perno su di essa effettuava quotidianamente aggressive ricognizioni, dalle quali i manipoli ritornavano spesso trascinando qualche Uomo del Nord che si era spinto troppo lontano dalla sua famiglia durante l’inseguimento di qualche preda; l’altra parte, alla guida dell’ufficiale maggiore, che aveva tenuto con sé la fanteria montata e le compagnie in cui non erano presenti lancieri che facessero parte del popolo degli Uomini Liberi, aveva ripreso il viaggio verso la città che ospitava il Re dei Boschi: più lentamente di quanto Belladonna avrebbe voluto, dovendo sempre far marciare anche gli Elfi prigionieri, sia pure in numero ridotto. Elfi che dovevano essere controllati molto più strettamente: davanti all’alternativa di finire come schiavi nel Nord più freddo e selvaggio avrebbero anche potuto decidere di ribellarsi e tentare di sopraffare i lancieri che li scortavano.

View original post 528 altre parole

Annunci