Iniziazione – Prima parte

di cristinadellamore

Ci abbiamo pensato un po’ sopra, poi lei ha detto: “Va bene, è maggiorenne, è vaccinata ed è un bel po’ che noi due non ci divertiamo”. Pensavo di dover discutere di più, in effetti, ed ero anche disposta a farlo: voglio dire, chissà come mai nella mia casella di posta personale era finito un invito tipo VIP ad una serata fetish; poi ho scoperto il motivo, ma questa è un’altra storia. Qualche ricerca su Google, un paio di telefonate esplorative e sì, si poteva fare, non era neanche lontano da casa, il posto era accreditato ed affidabile, l’occasione vantaggiosa, il programma interessante.

“Ma tu dovrai preparare mia cugina, che per qualche ragione di certe cose parla più volentieri con te”, ha concluso lei. Già, anche se il motivo non lo so, almeno non con certezza. Forse dipende semplicemente dall’età, visto che siamo quasi coetanee, o c’è qualcosa di più complicato, tipo che sono stata io a regalarle il dildo king size che tanto ha utilizzato, o che un pomeriggio mi sono spogliata davanti alla cugina per fare la doccia, ero sovrappensiero e in realtà mi è sembrato naturale, o infine che io abbia visto nuda lei e la abbia aiutata a depilarsi con sapone e lametta per renderla liscia come noi e fare una sorpresa al suo ragazzo, la cui reazione mi ha poi raccontato per filo e per segno senza arrossire e ad un certo punto sono arrossita io, o per qualche altra strana ragione ancora che ora mi sfugge: comunque sì, è vero, si è creata una particolare confidenza tra noi, quasi una complicità dalla quale lei è in parte esclusa.

E allora, approfittandone ed approfittando di una serata in cui lei sarebbe tornata tardi dallo studio, mi sono fatta trovare dalla cugina con il computer aperto sulla pagina Tumblr, purtroppo da tempo non più aggiornata, di un rope master australiano residente a Berlino, con in bella vista una ragazza nuda ed annodata in una posizione assurda, ben evidenti le corde che la tenevano costretta a testa in giù, le braccia legate alle caviglie ed i seni esposti e rigonfi. Tra l’altro, forse non ho cercato abbastanza, ma devo ancora trovare il corrispondente, ossia una rope mistress che leghi come un salame e appenda al soffitto qualche bel ragazzo. Ma anche questa è un’altra storia.

Bene, la cugina è rimasta debitamente colpita, abbiamo fatto qualche commento sulla bellezza della modella esaltata da un bianco e nero molto raffinato, e poi ho cominciato a lavorare.

Lei ha avuto esperienze del genere, qualche tempo fa, quando ancora non ci conoscevamo, me le ha raccontate e mi hanno colpito le sue reazioni: così decisa e forte, pronta a tenere in mano la sua stessa vita oltre alla mia, mi ha confessato che il morso dei canapi sulla pelle tenera e delicata è bellissimo ed eccitante, come è eccitante e bellissimo, per una volta, abbandonarsi alle mani ed alla volontà di un altro. Io sono rimasta con la curiosità, non avendo mai provato, e per un certo periodo ci siamo anche baloccate con l’idea di iscriverci a qualche corso di shibari; e non è escluso che lo faremo, prima o poi. Bene, da tutto quello che ho sentito da lei ho tirato fuori un discorsetto quasi da venditrice più o meno coerente, anche per spiegarle che sì, noi siamo curiose e sperimentiamo tutto quello che ci colpisce, e magari una cosa del genere potrebbe essere interessante anche per una ragazza vanilla.

Annunci