Passeggiate

di cristinadellamore

“Ormai dovrei averci fatto l’abitudine, ma continua a colpirmi”, dice lei mentre mi porta sottobraccio lungo il viale dello shopping a due passi da casa. Appesa all’altro braccio c’è la cugina, e davvero sembriamo due figlie un po’ recalcitranti in passeggiata con la madre. Lei è impeccabile in tailleur da donna in carriera, calze con la riga e chanel lucide, borsetta elegante ma non troppo visto che è metà mattina che pende negligentemente dalla spalle, trucco leggerissimo tranne un rossetto un po’ forte che ho più volte ripassato per dare volume alle sue labbra sottili, la cugina ed io abbiamo messo jeans, felpa e scarpe da ginnastica.

Fa parte del gioco, almeno tra lei e me: io so che non indossa niente sotto il vestito, tranne un altro reggicalze di pizzo. In altre circostanze, non appena rientrate a casa mi inginocchierei davanti a lei pregandola di rialzare la gonna e lasciarsi baciar, oggi dovremo inventarci qualcosa di nuovo ma non dubito che ci verrà in mente.

Comunque si riferisce al giorno di festa infrasettimanale ed ai negozi aperti, quasi tutti. Arriviamo fino a quello dai prezzi impossibili e mi rendo conto che la moda sembra volermi dare una mano, quest’anno.

Lei mi legge come al solito nel pensiero e mi dice: “Sì, credo che starebbero bene”. Chissà quale le piace di più, tra wp_20161029_13_36_33_proquesti due.wp_20161029_13_37_14_pro

Quegli stivali mi affascinano davvero, ma io proprio non saprei scegliere. E voi?

Annunci