La giustizia dell’Armata (1)

di cristinadellamore

Storie di Elfi e di Uomini

Belladonna rivolse uno sguardo al cielo cupo e poi a Jon Jonsson, come a chiedere conferma.
“Sì, mia signora”, rispose il gigantesco Barbaro che cavalcava al suo fianco, in testa al battaglione, ancora un’ora di luce e due fino alla città”.
“Allora ci fermiamo qui. Prendi un manipolo e scorta Ana Larsdottir a destinazione. Parlate col re, chiedete il permesso di fermarci sul suo territorio, al solito insomma. Noi cominciamo subito a piantare le tende, temo che nevicherà di nuovo”.
Jon Jonsson annuì:
“Sì, mia signora, fa anche troppo caldo per questa stagione. Ai tuoi ordini, mia signora”.

View original post 655 altre parole

Annunci