Contromossa

di cristinadellamore

“In realtà non mi sembra un’idea nuova, ma può funzionare, se non l’avete mai fatto prima”.

Lei mi è stata a sentire per mezz’ora buona, prima le ho raccontato dei programmi per l’autunno, poi le ho esposto quell’idea che mi avevano chiesto di proporre per quei  nuovi progetti speciali che vorrebbero affidarmi e che finalmente mi era venuta.

In effetti ha ragione. Non ho studiato marketing e comunicazione, sto imparando il più possibile sul campo, e certamente telefonare ai nostri vecchi clienti che ci hanno lasciati per passare alla concorrenza non è precisamente un’idea originale. Però non l’abbiamo mai fatto, quando una licenza scadeva e non veniva rinnovata la nostra conclusione era: pace, un cliente di meno, e se ne cercava uno nuovo.

Non ho idea di quanti siano, bisognerà che l’amministrazione mi prepari un elenco, e poi dovremo anche verificare che questi nostri vecchi clienti lavorino ancora e siano ancora solvibili. Ho già fatto una cosa del genere, e non ho idea del tempo che ci vorrà.

“Potrai fartene un’idea solo quando saprai quanti sono i clienti da contattare, quindi all’inizio non potrai fissare una dead line per il progetto”. Giusto, me lo devo ricordare. E chissà se mi assegneranno uno straccio di budget per questa operazione di recupero. Poi ci ripenso; ha proprio detto dead line? Deve essere davvero stanca e preoccupata.

“Termine è troppo giuridico, ed è troppo grammaticalmente corretto, non puoi usarlo in una relazione sul tuo nuovo progetto, amore”. Riesce a sorridere dopo avermi letto nel pensiero, o forse ha semplicemente visto la mia espressione.

“Adesso ti ci vuole anche un nome per questo progetto. Che ne pensi di Ripresa? A me sembra carino”.

RerunAnche a me, soprattutto il disegno che mi mostra sul telefonino e che posso usare per personalizzare il documento interno. Ma è ancora più carino il suo nuovo sorriso che prelude ad un abbraccio e poi a tutto il resto.

Annunci