Le Terre alla rovescia (1)

di cristinadellamore

Storie di Elfi e di Uomini

Belladonna fermò il cavallo e si voltò: i carri che procedevano in lunga colonna, inframmezzati da compatti manipoli di lancieri, costituivano una specie di incubo, ed ai suoi occhi quello più che un battaglione in marcia sembrava il trasferimento dell’intera popolazione di una città. Dalla piccola altura su cui si trovava vedeva fino alla coda della colonna, e sapere che, sulla strada parallela, stavano marciando altri lancieri e rotolando altri carri non la aiutava certo a sentirsi più tranquilla. Si fidava dei suoi ufficiali, molto meno delle scelte politiche che, come era chiaro, avevano causato i suoi nuovi ordini.

View original post 912 altre parole

Annunci