Diritti alla meta

di cristinadellamore

Per un sabato di maltempo avevo fatto il programma: cinema a vedere il nuovo film di Tarantino, pizza napoletana e poi a casa a farci le coccole. Lei però aveva già deciso: piazza del Popolo.

“Lo so, ho già detto che più di così non potremo ottenere, ma dobbiamo esserci”, mi ha spiegato. Quindi affrontiamo un vento frizzante e divoriamo i lungoteveri quasi deserti, lasciamo la moto all’altezza di ponte Regina Margherita ed in due passi ci siamo.

Peccato, la piazza è semivuota.

WP_20160305_001 WP_20160305_15_24_48_Pro WP_20160305_15_27_14_Pro WP_20160305_15_44_27_Pro

“Contro questa manifestazione c’è stato un fuoco di sbarramento preventivo, me lo aspettavo”, ha commentato lei con un filo di voce, “restiamo una mezz’ora e poi ce ne andiamo, voglio farti un regalo”.

Il regalo è un giaccone tecnico nuovo, al negozio specializzato proprio qui dietro: ampio ed un po’ lungo, va benissimo per lo scooter. Un’occhiata al prezzo e mi sento quasi male: anche scontato del quaranta per cento viene più di cinquecento euro. Faccio segno di no ma lei è di nuovo irremovibile.

“E facciamo anche in tempo ad andarci a mangiare una pizza, stasera. Offri tu”, conclude lei porgendo al commesso il bancomat.

Ci mancherebbe altro, rispondo. E prima e dopo la pizza, le offrirò anche altro.

Annunci