Rassicurazioni

di cristinadellamore

Insomma, questa cosa del bail in e non solo, tipo le perturbazioni in Borsa e cose del genere, sono state prese molto seriamente.

Ecco cosa ho trovato nel mio internet banking, alla voce comunicazioni della banca:

Gentile cliente,
desideriamo rassicurarla su un argomento molto importante: il Gruppo XXXXXX è tra i gruppi bancari più solidi in Europa. La nostra solidità è definita da più indicatori, che sono ampiamente al di sopra dei valori soglia previsti dalle autorità di vigilanza e ci
collocano ai vertici del settore bancario europeo:

 Common Equity Tier 1 (CET 1) ratio: pari al 13% (al 31 dicembre 2015)
 Leverage ratio: pari al 6,8% (al 31 dicembre 2015)
 Indicatori di liquidità (Liquidity Coverage Ratio e Net Stable Funding Ratio): superiori al 100% (al 31 dicembre 2015).
Il Common Equity Tier 1 (CET1) ratio indica con quali risorse patrimoniali “primarie” (capitale versato, utili non distribuiti e riserve) la banca può garantire i rischi che possono derivare dalla mancata restituzione dei prestiti concessi alla clientela (mutui, prestiti alle imprese, etc.). Maggiore è il valore del CET1 ratio e maggiore solidità ha la banca.
Il leverage ratio indica il rapporto tra le risorse patrimoniali e il totale delle attività di bilancio della banca. Più elevato è il leverage ratio e più solida è la banca.
Gli indicatori di liquidità superiori al 100% assicurano un’elevata disponibilità di strumenti finanziari liquidi che possano essere convertiti in contanti in qualsiasi momento in caso di necessità.
XXXXXXX genera inoltre profitti importanti. Nel 2015 l’utile netto del Gruppo è stato di oltre 2,7 miliardi di euro. 

Per queste ragioni, essere nostri clienti significa essere clienti di una delle banche più solide d’Europa”.

Lei ripete spesso una frase in latino: excusatio non petita accusatio manifesta. E voi che dite, c’è da fidarsi?

Annunci