Rumors

di cristinadellamore

Erano voci di corridoio, ce lo sussurravamo quando ci incrociavamo davanti alla macchinetta del caffè, poi è diventato ufficiale. La nostra piccola azienda ha attirato l’attenzione di un fondo di investimento d’oltreoceano, ci sarà un’operazione di quelle un po’ esoteriche sul capitale e insomma la vecchia proprietà si farà da parte, conserverà una quota di minoranza ma arriveranno nuovi manager, tanti soldi (o almeno pare) per la crescita della nostra attività.

Mostro a lei il comunicato della direzione e mi accorgo che non le piace. Poi ho la conferma, si accende una sigaretta e mi prende la mano: lo fa quando deve dirmi qualcosa che non mi piacerà, e la amo anche per questo, mi dice sempre quello che pensa, anche quando è sgradevole, .

“Vedi, voi che lavorate lì avete già poche tutele, adesso rischiate di perdere anche quelle. Poi, per carità, magari andrà tutto bene, ma questa cosa è un po’ preoccupante, adesso non ho idea se questo fondo abbia interesse a lasciarvi crescere e lavorare o punti a qualche altra cosa. Mi piacerebbe leggere il vostro bilancio: magari si capisce di più”.

Già, il bilancio. L’anno scorso è andato bene, e da quello che so anche quest’anno i risultati sono buoni, forse addirittura migliori.

“No, non solo i risultati. Mi chiedo come state a liquidità”.

Lei mi ha fatto leggere qualche articolo sulle operazioni societarie, ci ho capito poco, ma da quello che so non siamo una società ricca; almeno una volta a settimana ci ricordano di spegnere le luci e di abbassare i climatizzatori, e non per salvare l’ambiente.

“E allora ci credono veramente nella vostre possibilità”, conclude lei, “però stai molto attenta. Come sta andando il progetto G? Diventa importante, adesso”.

Sta andando bene, siamo in attivo, ho chiuso gli ultimi due contratti, mi mancano tre appuntamenti, arrivati quasi fuori tempo massimo. E poi c’è la nuova convention a Milano, rinviata a primavera.

“E allora vedrai, andrà tutto bene, E andrà tutto bene anche stasera, ci penserò io”.

Spegne la sigaretta, mi bacia la mano. Davvero, andrà tutto bene.

Annunci