Sottosopra

di cristinadellamore

“Lo so che ti piace stare sopra, ma stavolta stai sotto tu, così, alza le gambe e stringimi i fianchi, abbracciami e lasciati andare. Mi muovo io, tu assecondami: sei bagnata come me, scivoliamo una contro l’altra e comincio già a sentire qualcosa. E tu? Stringimi più forte e guardami negli occhi: è bello che siamo alte uguale e se adesso mi abbasso un po’ ci sfioriamo anche con i seni. I miei mi fanno quasi male per quanto vogliono essere baciati: ti va di farlo? Baciati, ho detto, anche leccati, e se vuoi puoi succhiare; non mordere, ti prego, non ancora. Così, mi abbasso ancora un po’ di più, non ti peso, vero? Sì, adesso puoi baciarmi anche qui, se vuoi. Ma come fai? Hai una lingua agilissima, mi fai tremare ancora di più, però io continuo a muovermi, anche tu cominci a respirare più forte, è bello, non è vero? E’ bellissimo anche per me, la prossima volta devi tenere i sandaletti, sento i talloni sui fianchi, mi piacerebbe sentire i tacchi che mi entrano nella pelle, è vero che lo farai? Come, già ci sei? Aspettami, per favore, aspettami, ti prego, vorrei farla durare un po’ di più. Ma non puoi, non è vero? Le unghie nella schiena, un dolcissimo dolore, e allora assieme, ti amo e sono con te, lo diciamo assieme prima di baciarci, ti amo e resto qui, ti peso addosso e ti amo e voglio sentirlo dire ancora, dimmelo, amore mio”.

Annunci