Alternative

di cristinadellamore

“Oggi non e’ giornata da mare”, ha dichiarato lei. Difficile darle torto con questo cielo cupo invano bucato da qualche raggio di sole. Cosa facciamo allora, visto che il bucato e’ stirato, il letto rifatto e la casa pulita?

“Facciamo finta. Spogliati e sdraiati qui”, e ha indicato il vecchio divano della nonna.

Ha dato l’esempio ed io la ho imitata.

“Aspetta, manca qualcosa” e mi ha passato gli occhiali neri prima di inforcare i suoi.

Mi ha guardata annuendo, un accenno di sorriso sulle labbra.

“C’è il sole e dobbiamo proteggerci. Io lo faccio a te, poi tu lo fai a me”, e ha cominciato a spalmarmi qualcosa sui seni. Non era la crema solare: aveva un profumo diverso e mi riscaldava invece di rinfrescarmi. Prima che potessi dire qualcosa lei stava ormai massaggiandomi il pancino e le sensazioni che cominciavo a provare sono diventate più precise. Il fiato un po’ corto le ho chiesto di fermarsi un attimo.

“No, perché poi tocca a me. Quanto credi che possa aspettare?”, mi ha risposto.

Annunci