Risotto di magro

di cristinadellamore

Non è ancora arrivata la quaresima, ma l’altra sera avevo curiosato su internet e trovato una ricetta interessante. L’ho proposta a lei che ha sorriso come sempre fa quando le chiedo qualcosa: lei dice che sembra sempre che io abbia paura di disturbare, a me sembra solo di essere gentile ed educata, è una cosa sulla quale dovremo lavorare, credo.

Dunque la ricetta. Un risotto al tonno, fatto col tonno in scatola, quindi anche economico, impreziosito dall’uso dello scalogno al posto della cipolla.

Affettato lo scalogno, lo abbiamo lasciato consumare in un filo d’olio, poi abbiamo aggiunto il riso, il solito vialone nano al quale lei non rinuncia mai, lo abbiamo fatto tostare e lo abbiamo sfumato con una generosa spruzzata di vino bianco: lei ha visto che è una ricetta che deriva dalla cucina dei pescatori marchigiani, quindi ha voluto usare un Verdicchio dei Castelli di Jesi. Una volta evaporato l’alcol, abbiamo aggiunto l’acqua ed un dado vegetale, per dedicarci al condimento.

“Proviamo queste”, ha detto, ed ha aperto un barattolo di alici di Cetara; con dita agili le ha sfilettate e spinate, poi con gesto da chirurgo in sala operatoria mi ha porto la mano nella quale ho deposto una scatoletta di tonno già aperta; aiutandosi con una forchetta ha sminuzzato il tonno e ha incorporato le alici, fin quasi a formare una polpetta. L’impasto è finito, con l’olio di governo, in una padellina antiaderente, sul fuoco più piccolo della cucina ed a fiamma bassissima. Certo, il tonno in scatola è già cotto, serve quel minimo di calore per scioglierlo un po’.

“Manca poco”, ho detto ad un certo punto, rimestando gentilmente il riso per non farlo attaccare alla pentola, e mi sono fatta da parte. Lei ha versato il contenuto della padella sul riso, ha affondato il cucchiaio di legno con decisione ed ha amalgamato il condimento, prima di coprire e spegnere il fuoco.

Altri due minuti, il riso ha assorbito l’olio ed ha completato la cottura, e, innaffiato dal Verdicchio, si è dimostrato ottimo, per cominciare una serata in famiglia.

Annunci